web-tv

Sei qui: Home > Sezione VEICOLI > > Platooning: in Germania la prima applicazione reale di veicoli MAN in rete

Ruote Industriali

Platooning: in Germania la prima applicazione reale di veicoli MAN in rete

Scritto da

Federica Lugaresi

il 29 Giugno 2018

DB Schenker, primo fornitore di servizi logistici al mondo, insieme ai suoi partner MAN Truck & Bus e Hochschule Fresenius University of Applied Sciences sta utilizzando, su strada, due veicoli collegati in rete

Alla presenza del Federal Minister of Transport and Digital Infrastructure Andreas Scheuer, un “platoon” (convoglio) di camion è partito dalla filiale DB Schenker di Neufahrn, vicino a Monaco di Baviera, con destinazione Norimberga sull’autostrada A9 per il primo test in condizioni di reale utilizzo.

Il governo federale sta finanziando il progetto pilota con circa due milioni di euro.

Il Ministro Andreas Scheuer ha dichiarato: “Questo è un progetto che segna, per il trasporto su strada, l’inizio di un futuro automatizzato e in rete. Portiamo la tecnologia di domani sulle strade di oggi, verificando le possibilità di interazione intelligente tra uomo e macchina. Un’importante opportunità per far diventare i processi logistici più sicuri, efficienti e rispettosi dell’ambiente. Inoltre, gli autisti possono diventare moderni specialisti della logistica con i nuovi camion digitali”.


MAN Truck & Bus e DB Schenker, due leader mondiali nei rispettivi settori, stanno cooperando per promuovere insieme la guida autonoma. “Non si tratta solo di utilizzare una tecnologia, ma di integrarla efficacemente nell’intera catena logistica: i risultati del progetto rappresentano un passoimportante verso lo sviluppo di soluzioni che garantiranno a MAN un ruolo di primo piano nell’automazione e digitalizzazione dei veicoli”, ha dichiarato Joachim Drees, CEO di MAN Truck & Bus AG.


Durante i test, la tecnologia platooning sarà ulteriormente ottimizzata, per esempio per quanto riguarda la sicurezza del sistema, il consumo di carburante e un migliore utilizzo delle autostrade. L’obiettivo dei partner del progetto è ottenere un miglioramento dei sistemi di trasporto, delle infrastrutture e di ricevere un positivo riscontro anche dagli autisti.

Dall’inizio della collaborazione nel maggio 2017 alla consegna dei veicoli da parte di MAN nel febbraio di quest’anno, gli autisti hanno partecipato a sessioni di formazione specifiche. Gli effetti psicosociali e neurofisiologici della nuova tecnologia sui conducenti saranno esaminati dalla Hochschule Fresenius con uno studio mirato: ciò consentirà di acquisire importanti informazioni e sviluppare ulteriormente la professionalità degli autisti. “La digitalizzazione dei sistemi di mobilità e trasporto sta portando a requisiti completamente nuovi per i lavoratori del settore -­ ha affermato Christian Haas, direttore del Institute for Complex Health Research at Hochschule Fresenius -­. Speriamo che le nostre scoperte possano contribuire anche a una migliore comprensione e allo sviluppo di altre interfacce digitalizzate”. 


 


Condividi questo articolo

L’edizione limitata per i 50 anni del V8 Scania

1,290
prezzo medio gasolio

Ascolta la web radio del trasporto