web-tv

Sei qui: Home > Sezione VEICOLI > > Icona d’avanguardia. Anteprima mondiale del Multivan 6.1 digitalizzato

Icona d’avanguardia. Anteprima mondiale del Multivan 6.1 digitalizzato

Scritto da

A. Trapani

il 22 Febbraio 2019

Galleria Fotografica

Ecco l’icona dei veicoli commerciali: il Bulli.
Transporter, Caravelle, Multivan e California. Tutti bestseller. Nel corso di sei generazioni, dal T1 al T6, Volkswagen Veicoli Commerciali ha venduto in tutto mondo circa dodici milioni di esemplari. Ora per la gamma è arrivato il momento di un restyling importante: il T6.1. Un’icona d’avanguardia. Digitale e connesso.

Novità a bordo: innumerevoli sistemi di assistenza, per la prima volta una strumentazione digitale e sistemi di infotainment Volkswagen di ultima generazione con scheda SIM integrata e quindi sempre online. Altre novità sono rappresentate dal design del frontale, dalla plancia e da una dotazione di serie ampliata. La trazione è affidata a nuovissimi motori TDI (con potenza da 90 a 199 CV). Un’altra novità a bordo del Bulli è la trazione puramente elettrica (con oltre 400 km di autonomia, a seconda della batteria). Il nuovo T6.1 arriverà sul mercato nell’autunno 2019.


Volkswagen Veicoli Commerciali ha da sempre messo l’innovazione al centro dello sviluppo dei propri veicoli sia dedicati all’utilizzo professionale che al tempo libero. Anche in questo caso, il percorso è stato lo stesso: per integrare una nuova gamma di sistemi di infotainment e di assistenza, il team di sviluppo si è addentrato nell’aspetto tecnico. Questo il commento di Thomas Sedran, Presidente del Consiglio di Amministrazione di Volkswagen Veicoli Commerciali: “Il nuovo T6.1 è il veicolo del momento; abbiamo preso una base di comprovato valore e lo abbiamo dotato di sistemi di infotainment e di assistenza e di una connettività di ultimissima generazione”.


Nuovi sistemi di assistenza che sterzano e frenano autonomamente Grazie al servosterzo elettromeccanico, a bordo sono presenti altre novità. Il sistema di assistenza per il mantenimento della corsia “Lane Assist”, che si serve di una telecamera per rilevare le linee di demarcazione della corsia di marcia e mantenere autonomamente il T6.1 in carreggiata. Il “Park Assist”, che facilita le manovre di entrata o uscita dai parcheggi. Se il sistema è attivato, il T6.1 si inserisce o lascia lo spazio di parcheggio autonomamente e il conducente deve preoccuparsi solo di accelerare e frenare. Per maggiore sicurezza anche durante le manovre manuali, per il T6.1 è stata adattata la protezione delle fiancate ripresa dal Crafter, che riduce il rischio di danneggiamenti grazie a sensori a ultrasuoni presenti sull’intero perimetro del veicolo. La protezione dagli incidenti in retromarcia è assicurata dal “Rear Traffic Alert”, un sistema che segnala la presenza di veicoli che si avvicinano alla zona posteriore del veicolo a un angolo di 90°; se il conducente non interviene, il sistema si attiva autonomamente azionando i freni.


Gestione del rimorchio più agevole grazie a “Trailer Assist” Tutti i modelli della gamma sono progettati per attività di traino. Il peso rimorchiabile può arrivare a un massimo di 2.500 kg, a seconda del propulsore. Le manovre con rimorchio vengono semplificate dal “Trailer Assist”, mutuato dal Crafter. Il sistema libera chi si trova al volante dalla controintuitività delle manovre in retromarcia con rimorchio, che richiedono di sterzare a sinistra per far muovere il rimorchio verso destra. Tramite il pomello per la regolazione elettrica degli specchietti retrovisori esterni, che in questo caso funge da joystick, e la visualizzazione nella plancia, il conducente imposta facilmente l’angolazione della traiettoria per il rimorchio in retromarcia. Poi il T6.1 assume il controllo dello sterzo. Il “Trailer Assist” combina le funzioni di “Park Assist”, servosterzo elettromeccanico e telecamera per la retromarcia “Rear View” (rileva l’angolo di inclinazione del timone del rimorchio). La gamma dei nuovi sistemi comprende inoltre un riconoscimento della segnaletica stradale tramite la telecamera anteriore.


Abitacolo digitalizzato con nuova plancia La plancia del T6.1 è stata ridisegnata. Albert Kirzinger, Responsabile del Design di Volkswagen Veicoli Commerciali: “I requisiti della postazione di lavoro del conducente sono stati adattati sfruttando al meglio i più recenti sviluppi del mondo digitale”. A tal fine il team di Kirzinger ha creato i presupposti per poter integrare nel T6.1 il “Digital Cockpit” (strumentazione completamente digitale) e il sistema modulare di infotainment (MIB3) di terza generazione, creando un unico display in cui vengono visualizzate tutte le informazioni.


Digital Cockpit da 10,25 pollici Il “Digital Cockpit” da 10,25 pollici del T6.1 definisce nuovi standard. Fa parte della dotazione di serie per Multivan Highline. Le rappresentazioni grafiche nel display, caratterizzato da un contrasto vivace, sono chiare e di alta qualità. Il conducente può scegliere fra diverse configurazioni dello schermo utilizzando il tasto “View” sul volante multifunzione. Configurazione 1 – Contagiri e tachimetro vengono visualizzati negli strumenti di forma circolare in modo interattivo. Al centro dello schermo viene mostrata un’informazione personalizzabile, per esempio la rubrica telefonica dello smartphone. In abbinamento al sistema di infotainment top di gamma, fra i due quadranti è inoltre possibile aprire in posizione centrale la mappa di navigazione. Configurazione 2 – In questo caso è disponibile una visualizzazione digitale senza quadranti e con diversi campi informativi. Anche qui è possibile scegliere la visualizzazione da integrare in posizione centrale, per esempio la mediateca. Sono stati inoltre ridisegnati anche i classici strumenti analogici con il display multifunzione collocato centralmente.


Sistemi di infotainment con scheda SIM integrata La novità più importante per quanto riguarda tutti i sistemi di infotainment è rappresentata da una scheda SIM integrata (eSIM). Questa dotazione è di serie con la radio Composition Colour. La eSIM rende possibile l’accesso ad una vasta gamma di funzioni e servizi online. Prendiamo per esempio la funzione eCall: dopo un incidente, il sistema invia automaticamente la posizione del veicolo a una centrale di soccorso e instaura un collegamento vocale. Se dal veicolo nessuno risponde, vengono informati i servizi di soccorso. La eSIM rappresenta inoltre l’interfaccia con Volkswagen We, un nuovo mondo di servizi online. I sistemi da 8 e 9,2 pollici del MIB3 offrono anche dotazioni quali radio via Internet e servizi di streaming musicale.


Nuove soluzioni per semplificare il lavoro quotidiano Volkswagen Veicoli Commerciali ha sviluppato dotazioni del tutto nuove appositamente per il lavoro quotidiano. Tra queste rientrano una presa da 230 volt sul sedile del conducente e uno scomparto dotato di serratura nel sedile doppio sul lato passeggero. È stata inoltre progettata ex novo un’opzione di carico per oggetti particolarmente lunghi, che ora possono essere spinti fino sotto il sedile doppio per i passeggeri anteriori (funzione di carico passante in basso). In questo modo la lunghezza massima del vano di carico passa da 2.450 a 2.800 mm oppure da 2.900 a 3.300 mm (per le versioni a passo lungo). Il Transporter è inoltre equipaggiato di serie con una chiusura indipendente del vano di carico, che permette di chiuderlo separatamente dalla cabina di guida. Opzione 1: viene chiuso solo il vano di carico. Opzione 2: viene chiusa solo la cabina di guida.


In un secondo momento verrà aggiunto un “pacchetto corrieri”, caratterizzato da elementi (alternatore, batteria o albero di trasmissione) rinforzati per sostenere le maggiori sollecitazioni generate da un utilizzo particolarmente intenso.


Ulteriori dotazioni per il Transporter 6.1 L’equipaggiamento di serie del Transporter 6.1 è stato notevolmente arricchito. A questo proposito, Heinz-Jürgen Löw, Responsabile Vendite e Marketing si è così espresso: “Abbiamo completato la dotazione di serie del Transporter con alzacristalli elettrici, chiusura centralizzata, specchietti retrovisori esterni regolabili e riscaldabili elettricamente, nuovi fari H7, plafoniera interna con tecnologia a LED efficiente dal punto di vista energetico e impianto radio con dispositivo vivavoce Bluetooth”.


Nuovo design del frontale della gamma Se al mondo esiste un veicolo commerciale che ha stabilito degli standard di riferimento in termini di sicurezza, praticità, robustezza ed è anche considerato un’icona non può che essere il T6. Il team di Albert Kirzinger, Responsabile del Design, ha quindi di proposito affinato ulteriormente solo il frontale. Kirzinger: “Il T6.1 si presenta ancora più imponente. Ora la presa d’aria è molto grande; una misura effettivamente e anche tecnicamente necessaria per i motori moderni. Allo stesso tempo siamo riusciti ad accentuare la larghezza e ad ottenere un aspetto ancora più accattivante”. A questo riguardo, gli elementi trasversali che nascono dai gruppi ottici, ora più compatti, e dalla parte superiore della calandra sono più sottili rispetto al modello precedente. “In questa zona abbiamo progettato una nuova finitura cromata doppia che si estende per l’intera larghezza e si prolunga nei fari sotto forma di fasce di LED per le luci diurne. Così il T6.1 assume un carisma assolutamente unico che lo rende inconfondibile già da lontano”. A seconda di modello ed equipaggiamento, il frontale è impreziosito da ulteriori dettagli cromati. Un’altra novità è rappresentata da un nuovo design dei cerchi e nuovi colori carrozzeria.


Condividi questo articolo

Festeggiamo i 50 anni del V8 con un grande evento!

1,452
prezzo medio gasolio

Ascolta la web radio del trasporto