web-tv

Sei qui: Home > Sezione VEICOLI > > Il ritorno del Turbo Compound

Il ritorno del Turbo Compound

Scritto da

Luca Barassi

il 6 Giugno 2019

Si chiama I-SAVE la nuova driveline di VOLVO Trucks che, grazie alla seconda generazione della tecnologia Turbo Compound e ad un software avanzato, permette di ridurre il consumo di carburante fino al 7 per cento, contribuendo ulteriormente a ridurre l’impatto ambientale

Sono due i punti di fermi di VOLVO TRUCKS: la sicurezza e l’ambiente. Sul primo punto la ricerca e lo sviluppo degli ingegneri svedesi non si ferma mai e oggi i veicoli del Costruttore svedese hanno raggiunto livelli altissimi di affidabilità. Anzi, possiamo dire che Volvo è sicuramente un precursore di questo aspetto, sin dall’introduzione della cintura di sicurezza 60 anni fa.


Il focus di oggi, però, è sul tema ambientale o, se vogliamo, sulla sostenibilità in generale che coinvolge anche l’aspetto economico. Con due nuove motorizzazioni da 460 e 500 cavalli del propulsore D13, infatti, Volvo lancia la soluzione I-Save che utilizza la tecnologia più evoluta del Costruttore svedese.


Il cuore di Volvo FH con I-Save è il nuovo motore D13TC, il motore per lungo raggio di Volvo Trucks più efficiente nei consumi finora. È dotato di pistoni con camera di combustione a onde brevettata che migliora la combustione e aumenta l’efficienza, dirigendo il calore e l’energia verso il centro dei cilindri. L’energia in eccesso nei gas di scarico viene quindi utilizzata per alimentare il motore mediante una turbina aggiuntiva nel flusso di scarico, detta unità Turbo Compound. Il motore D13TC produce, così, fino a 300 Nm di coppia in più. Ciò significa che sarà necessaria una minor accelerazione e un minor consumo di carburante per mantenere una velocità costante nel traffico autostradale.


I-Save è molto di più però perchè integra meccanica a software avanzato. Infatti, altre caratteristiche di I-Save includono nuovi ponti posteriori a basso attrito, il sistema I-See aggiornato basato su mappa che analizza le pendenze da affrontare, adattandosi ad esse, e include un software di cambio marcia ottimizzato per le applicazioni a lungo raggio.


L’aumento complessivo di efficienza per tutti questi prodotti e servizi può determinare risparmi sui costi di carburante fino al 7% rispetto a un motore D13 Euro 6 Step D*.


Noi di Trasportare Oggi in Europa abbiamo provato e comparato le due versioni del motore D13, con e senza Turbo Compound, con entrambe le potenze disponibili. Tutti i dettagli li potrete trovare sulla rivista di agosto/settembre. Tra l’altro alcuni di questi veicoli (quelli con potenza da 500 cavalli) erano dotati anche di Dual Clutch e Dynamic Steering, il che ne hanno esaltato ancora di più le performance ed il confort di guida.


 


La tecnologia Turbo Compound


Il D13K, TURBO-TC utilizza un’iniezione del carburante di tipo common rail con elevata pressione di iniezione. La camera di combustione dotata di pistoni con solchi e il collettore di aspirazione sono progettati per ottimizzare la combustione.

Il rapporto di riempimento di combustibile particolarmente elevato aumenta l’efficienza. Questa struttura crea un motore con un ridotto consumo di carburante, ma anche con potenza e coppia estremamente elevate.


Questo conferisce al D13K, TURBO-TC un’eccellente guidabilità. La curva di coppia del motore D13K, TURBO-TC è migliorata rispetto ai modelli Euro 5 e offre una coppia più elevata a regimi ancora più bassi.


Condividi questo articolo

1,290
prezzo medio gasolio

Ascolta la web radio del trasporto