web-tv

Sei qui: Home > Sezione VEICOLI > Ruote commerciali > IVECO BUS contribuisce al rinnovamento del trasporto locale di Nuoro

Ruote commerciali

IVECO BUS contribuisce al rinnovamento del trasporto locale di Nuoro

Scritto da

A. Trapani

il 7 dicembre 2018

Con la presentazione della sua offerta ad ottobre dello scorso anno, IVECO BUS si è aggiudicata la gara per la fornitura di 61 autobus Crossway a ARST SpA.

Gli autobus vanno a implementare una flotta che conta quasi mille unità, coinvolta da qualche anno in un processo di rinnovamento, nell’ottica di fornire ai clienti del trasporto pubblico sardo un servizio di sempre maggiore qualità. Il Crossway rappresenta la scelta ideale per il trasporto passeggeri a corto e medio raggio, che tiene conto delle esigenze di autista e passeggeri, attraverso elevati standard di comfort e sicurezza, caratteristiche che hanno contribuito alla crescita della leadership del veicolo in tutta Europa.

Si è svolta il 24 novembre scorso presso il deposito di Pratosardo a Nuoro, la consegna ufficiale di 61 nuovi autobus Crossway ad ARST S.p.A., alla presenza dei vertici della società, nella persona di Chicco Porcu, Amministratore Unico, Andrea Soddu, Sindaco del Comune, Carlo Careddu, Assessore ai Trasporti della Regione Sardegna, Davide Pollano, Business Director South Europe di IVECO BUS, nonché Marcello Zanella, Amministratore Delegato di IVECO ACENTRO, la concessionaria di zona di riferimento, che ha seguito le fasi di preparazione e consegna dei veicoli.


La gara, indetta attraverso bando a luglio 2017, ha assegnato 61 Crossway di IVECO BUS, in due differenti versioni, da dieci metri di lunghezza per le prime 28 unità e da dodici metri per le rimanenti 33.


L’acquisto si inserisce in un più ampio progetto di rinnovamento del parco veicoli che ha avviato ARST SpA, la maggior azienda di TPL sul territorio sardo e una delle più importanti a livello nazionale, che gestisce prevalentemente il trasporto extraurbano, ma segue anche i sevizi urbani delle città di Alghero, Carbonia, Iglesias, Macomer e Oristano.


Gli autobus sono oggetto di una fornitura ripartita, in associazione temporanea di imprese, tra ARST e 15 altre aziende di trasporto del territorio e presentano una serie di caratteristiche innovative per aumentare comfort e sicurezza a bordo.


Spinti da un motore Tector 7, che sprigiona una potenza di 320 CV e rispetta gli standard “Euro 6” sulla riduzione dei gas di scarico, sono equipaggiati con cambio ZF Ecolife; la combinazione delle due tecnologie assicura al mezzo ottime prestazioni, basso consumo di carburante ed intervalli di manutenzione più distanziati, grazie al sistema di post-trattamento HI-SCR con filtro antiparticolato diesel (DPF). Completano la dotazione dei veicoli una pedana con sollevatore idraulico per facilitare l’ingresso anche ai passeggeri con ridotte capacità motorie, il sistema antincendio automatico, la videosorveglianza, il contapasseggeri, TVCC, indicatori di percorso e sedili reclinabili rivestiti in tessuto antivandalo.


Una serie di sistemi di supporto alla guida e uno spazio concepito per soddisfare gli standard ergonomici più elevati, sono stati inoltre sviluppati nell’ottica di migliorare la permanenza a bordo anche dell’autista.


Questa ulteriore aggiudicazione conferma la leadership che la gamma interurbana di autobus ha progressivamente conquistato in Europa, grazie anche alla sua affidabilità e a un Costo Totale di Esercizio ridotto.


Condividi questo articolo

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

Il viaggio continua dal 21 al 24 feb 2019

1,290
prezzo medio gasolio

Il Convegno a Ecomondo