web-tv

Sei qui: Home > Sezione VEICOLI > > 20 candeline per Sprinter!

Ruote commerciali

20 candeline per Sprinter!

Scritto da

Federica Lugaresi

il 12 Maggio 2016

In vent’anni Sprinter è diventato una leggenda, riscuotendo grande successo e soddisfazione dei clienti di tutto il mondo. Concept innovativo e qualità del prodotto hanno permesso di vendere oltre 2,9 milioni di veicoli.

 

Vent’anni fa, nella primavera del 1995 debutta la prima generazione Sprinter.        Lo Sprinter è il primo veicolo commerciale della Stella a non essere identificato da sobri codici alfanumerici, ma da un nome vero e proprio. Da subito, si fa ambasciatore di una forte offensiva di prodotto della Stella nel segmento dei van. Il primo Sprinter segue le orme di una vera leggenda dei van, identificato dalla denominazione Mercedes-Benz T1, che in 18 anni è stato prodotto in quasi un milione di esemplari. Il nuovo veicolo eredita solo il concept tecnico di base, tutto il resto è stato rivoluzionato: combinazione unica di carrozzeria autoportante e potente trazione posteriore, assetto moderno e sospensioni a ruote indipendenti sull’asse anteriore, dotazioni di sicurezza esemplari e motori potenti.


Già nel primo anno di produzione completo, il 1996, lasciano le linee di Düsseldorf oltre 100.000 esemplari: un successo annunciato. Solo nel 2014, sono stati ben 186.114 gli esemplari costruiti a Düsseldorf ed a Ludwigsfelde, in Germania, nella metropoli argentina Buenos Aires, a Charleston nello stato americano del South Carolina, nella cittadina russa di Nischni Nowgorod ed a Fuzhou, in Cina. Oggi Sprinter viene prodotto in 6 stabilimenti su 4 continenti. E, con ogni probabilità, nell’anno in corso, lo Sprinter segnerà un nuovo record assoluto. Fino ad oggi Mercedes-Benz ha al suo attivo una produzione di quasi tre milioni di Sprinter.


 Il grande successo dello Sprinter si basa sicuramente sul relativo concept, specificamente studiato, ed i continui sviluppi: si tratta infatti di un veicolo in costante evoluzione. La gamma di varianti molto articolata, che comprende nel frattempo tre passi, quattro lunghezze e tre altezze, pesi complessivi compresi tra 3,2 e 5 t, un’ampia scelta di varianti di carrozzeria ed equipaggiamenti di serie, è in grado di soddisfare ogni tipo di esigenza. L’offerta viene completata da un efficiente sistema di gestione degli allestitori, in grado di offrire ulteriori soluzioni in stretta collaborazione con specialisti certificati nel settore.


Già dotato del più potente motore diesel della sua classe sin dal suo debutto (in quegli anni erano sufficienti allo scopo 90 kW 122 CV), oggi la gamma delle potenze dei motori diesel spazia da 70 kW (95 CV) a 140 kW (190 CV). Sono state introdotte, inoltre, due motorizzazioni a metano, monovalente e bivalente, con una potenza di 115 kW (156 CV).


Sprinter non è solo potente, ma anche sostenibile nei consumi ed ecologico. Con il pacchetto BlueEFFICIENCY Plus i consumi scendono, a 6,3 l/100 km nel ciclo combinato: si tratta con ogni probabilità di un valore record sul fronte economia dei consumi. Gli intervalli di manutenzione si attestano a 60.000 km. Nel 2013 la Casa di Stoccarda è stata la prima ad aver messo a disposizione, insieme al nuovo Sprinter, una gamma completa di motori conformi alla norma sui gas di scarico Euro VI diversi anni prima delle imposizioni di legge.


Condividi questo articolo

1,463
prezzo medio gasolio

Ascolta la web radio del trasporto