Volvo FH LNG

Le 1000 mission del nuovo Volkswagen Crafter

Sostenibili e Connessi - Convegno TForma

web-tv

Sei qui: Home > Sezione VEICOLI > Ruote Industriali > Arriva il nuovo Stralis

Ruote Industriali

Arriva il nuovo Stralis

Scritto da

Ferruccio Venturoli

il 17 giugno 2016

Galleria Fotografica

All’ esterno sembra quello di sempre, solo una nuova livrea di presentazione lo differenzia da quello precedente, però le novità ci sono, eccome. Ma  sono tutte “sotto il vestito” e tutte orientate verso una progressiva e drastica riduzione dei costi di esercizio

NON UNO, MA TRE

Il nuovo Stralis, in realtà, sono tre: quello progettato per offrire la migliore soluzione per le missioni regionali e di breve durata, incluso il trasporto di merci pericolose, dove il sistema di post-trattamento HI-SCR, risulta importantissimo. Poi  la versione con il “pacchetto” XP, sviluppata per  il trasporto internazionale di lunga durata, che ha il suo “plus” nelle nuove dotazioni innovative che consentono un risparmio di carburante e nei nuovi servizi che ne massimizzano l’efficienza e l’operatività. E c’è, naturalmente quello che si può considerare il fiore all’occhiello, il rivoluzionario Nuovo Stralis NP, alimentato a gas naturale compresso e liquefatto, è il camion per il trasporto internazionale più sostenibile mai esistito, un prodotto che rappresenta una vera e propria svolta nel mondo dei trasporti a gas naturale, l’unico camion alimentato a gas naturale che offre la potenza, il comfort  e l’autonomia necessaria per affrontare le missioni di lunga distanza.

 

IL MIRINO SUL TCO

Il motivo dominante della presentazione alla stampa, avvenuta nello stabilimento Iveco di Madrid, dove lo Stralis viene prodotto, è quello della diminuzione del costo totale di esercizio: “TCO2 Champion”, ovvero il campione nell’ abbattimento  del  Costo Totale di Esercizio  e di CO2

“Il Nuovo Stralis – ha esordito infatti  il presidente di Iveco, Pierre Lahutte, è stato progettato per diminuire il costo totale di esercizio e le emissioni di CO2. Nei prossimi anni – ha continuato – il traino del mercato dei veicoli industriali e commerciali , sarà proprio il trasporto merci di lunga durata e lo Stralis ha le carte in regola per guidare un mercato completamente reinventato, con il campione di TCO2 Stralis XP, un camion all’ avanguardia, e con lo Stralis NP, il primo e unico camion alimentato esclusivamente a gas, nelle missioni di lunga durata.

 

Un nuovo approccio tecnologico

Le linee guida nello sviluppo del nuovo Stralis, come detto, sono quelle di una riduzione importante del TCO attraverso innovazioni tecnologiche. Eccole nel dettaglio

I motori sono stati riprogettati allo scopo di ridurre l’attrito, e una nuova funzione “anti-idling” arresta automaticamente il motore dopo un certo tempo,  quando il veicolo è parcheggiato, risparmiano energia.

I sistemi Smart Auxiliaries del “pacchetto XP” del 480 e 570 Cv evitano le perdite di energia quando non sono in uso: questi sistemi includono il nuovo compressore e l’unità di trattamento aria, l’alternatore per il recupero di energia e il monitoraggio della batteria e la pompa dello sterzo a portata variabile.

Il sistema Smart EGR presente nel 480XP e nel 570XP opera in combinazione con il sistema Iveco di post-trattamento HI-SCR per ottimizzare la combustione, con vantaggi  nel risparmio di carburante nelle missioni di lunga durata. Il sistema sfrutta un quantitativo minimo di ricircolo dei gas di scarico, appena l’8%,  per permettere un inizio anticipato dell’iniezione, riducendo il consumo di carburante, mentre viene mantenuta la conversione degli ossidi di azoto (NOx) allo scarico al 97%, assicurata proprio dal sistema HI-SCR. Questa soluzione rivoluzionaria ha tutti i vantaggi del sistema HI-SCR Only: nessun impatto sulle dimensioni del radiatore, nessuna manutenzione straordinaria, nessun aumento del peso, nessuna rigenerazione durante lo stazionamento e intervalli di manutenzione più lunghi.

Il sistema di guida predittivo GPS HI-CRUISE, confronta la geolocalizzazione con la topografia e adotta strategie predittive in fase di accelerazione, decelerazione e cambio marce. Questa dotazione semplifica il lavoro dell’autista, consentendogli di concentrarsi sulla sicurezza anziché sulla routine di guida, migliorando ulteriormente il comfort con una guida regolare. In aggiunta, permette un risparmio concreto di carburante.

I nuovi eco-pneumatici tripla “A”, sviluppati da Michelin, abbassano la resistenza al rollio, permettendo un risparmio di carburante significativo, fino all’1,5% in media durante il primo ciclo di vita. Questo risultato permette una diminuzione delle emissioni di CO2 di 1,33 kg ogni 100 km, che raggiunge le oltre 3,7 tonnellate durante il primo ciclo di vita del veicolo.

Il nuovo ponte posteriore a riduzione singola migliora la geometria degli ingranaggi, riduce l’attrito e ottimizza il consumo di carburante.

Il cambio automatizzato a 12 velocità HI-TRONIX di nuova generazione, sviluppato in collaborazione con ZF, è all’avanguardia del progresso tecnologico nella sua categoria e migliora significativamente la durata riducendo i costi. Il sistema HI-TRONIX riduce la velocità di selezione marce del 10%, è progettato per disporre di quasi il doppio dei rapporti rispetto alla generazione precedente di cambi automatici, può aumentare la durata fino a 1,6 milioni di km e riduce le emissioni acustiche di 6 db, l’ideale per le missioni notturne silenziose. Il tutto offrendo un rapporto coppia/massa, un rapporto di trasmissione e un’efficienza al top di gamma. Il design modulare e di facile manutenzione, inoltre, riduce gli interventi e semplifica le riparazioni con un conseguente risparmio. Il cambio HI-TRONIX offre anche funzioni aggiuntive, come la modalità di manovra (creep) per il funzionamento alle basse velocità, che agisce da convertitore di coppia; la funzione rocking per aumentare l’aderenza sulle superfici scivolose, 4 velocità in retromarcia e nuove prese di forza.

Le sospensioni posteriori sono state completamente riprogettate per essere più efficienti in termini di massa e più robuste, con una sospensione più leggera e allo stesso tempo performante; questo si traduce in 45 kg in più di carico utile. La maggiore resistenza alla corrosione, ottenuta con un trattamento delle superfici di tutti i componenti metallici principali, contribuisce a diminuire i costi di manutenzione.

La nuova architettura del sistema elettrico ed elettronico adottata sui Nuovi Stralis rappresenta una vera e propria rivoluzione tecnologica. Basata sulla struttura MUX, consente alle unità elettroniche di bordo di comunicare attraverso due cavi che utilizzano un protocollo comune. Il nuovo HI-MUX, l’evoluzione Stralis di questa struttura, è stato migliorato grazie alla riprogettazione dell’intero layout della distribuzione e di alcuni dei suoi componenti.

 

NOTA DI CRONACA

A chiusura delle manifestazioni di presentazione, va registrato la commessa record di 200 trattori Stralis NP, sia  LNG  che CNG, spinti dal motore  Cursor 9 da 400 Cv, Hi-Way Cab e cambio Eurotronic  e di 50  NP CNG da 330 Cv da parte del Gruppo francese Perrenot , da decenni cliente dell’azienda torinese.

Secondo Iveco, quest’ordine segna l’inizio della sistematica transizione, in Europa, verso un trasporto su strada più economico e decisamente  più rispettoso dell’ambiente. Ma fa anche dell’Iveco un vero pioniere nella movimentazione delle merci con veicoli  a gas  naturale.

 

 

Condividi questo articolo

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

Acitoinox, acciaio per il tuo camion

1,420
prezzo medio gasolio

Workshop Temperatura Controllata