web-tv

Sei qui: Home > Sezione VEICOLI > > Ampliamento di gamma per DAF

Ruote Industriali

Ampliamento di gamma per DAF

Scritto da

Francesca Lugaresi

il 3 Gennaio 2014

Questo nuovo inizio d’anno DAF lo comincia all’insegna dell’espansione di gamma: parliamo della nuova serie CF e XF Euro 6. La Casa di Eindhoven ha infatti deciso di introdurre una gamma completa di veicoli cabinati a tre assali con terzo assale centrale, secondo assale sterzante o assali a tandem. Verrà inoltre introdotta una gamma di veicoli cabinati a quattro assali con trasmissione singola per applicazioni molto specifiche.


Le versioni di trattori 4×2 dei modelli DAF XF e CF Euro 6 sono entrati in produzione ad aprile e giugno, seguiti dai trattori 6×2 con secondo assale sterzante (FTG) e dai primi modelli cabinati 4×2. È ora il turno dei cabinati 6×2 con terzo assale centrale singolo o doppio (FAR e FAS), assale sterzante posteriore (FAN) e secondo assale sterzante (FAG), seguiti da una gamma completa di trattori con assale a tandem a doppio azionamento.


Trattori 6×2 con terzo assale centrale
Dotati di terzo assale centrale o, i nuovi cabinati della gamma CF e XF Euro 6 garantiscono una notevole capacità di carico. Sulla versione FAR con terzo assale centrale e configurazione singola, è stato installato un assale da 7,5 tonnellate per garantire una capacità di carico massimo di 13 tonnellate. Di conseguenza, i modelli CF e XF sono la scelta ideale per il trasporto internazionale di refrigerati e risultano particolarmente adatti per il trasporto di merci voluminose e molto voluminose.
I modelli FAS dispongono di terzo assale centrale da 10 tonnellate. La configurazione doppia garantisce un elevato livello di stabilità, caratteristica importante per gli allestimenti che richiedono un baricentro relativamente alto, ad esempio per il trasporto di container o per il trasporto di bestiame. I modelli CF e XF 6×2 FAR e FAS sono disponibili con passi compresi tra 4,20 e 5,90 metri.
Nel programma CF e XF Euro 6, sono nuove anche le versioni dotate di assale posteriore sterzante (FAN) per una maggiore manovrabilità. Il nuovo modello CF Euro 6 FAN è pertanto ideale per l’uso urbano, ad esempio per la raccolta dei rifiuti o la distribuzione di bevande.


Ideale per le applicazioni BDF
Oltre alle sospensioni pneumatiche ECAS sull’assale posteriore, l’assale anteriore può ora essere equipaggiato con sospensioni pneumatiche cosa che garantisce una maggiore altezza. Il telaio cabinato 6×2 è la base ideale per sistemi a container scarrabile, quale BDF, particolarmente diffuso in Germania e nei paesi limitrofi. Grazie alle nuove sospensioni pneumatiche, la regolazione dell’altezza è pari ad almeno 280 millimetri sulla parte anteriore del telaio e perfino 285 millimetri sulla parte posteriore. Grazie alla maggiore capacità pneumatica, le operazioni di sollevamento e abbassamento del telaio risultano molto più veloci, anche se effettuate in rapida successione. Tutti questi miglioramenti aggiuntivi garantiscono maggiore usabilità, maggiore efficienza e perfino maggiore semplicità d’uso.
DAF ora offre soluzioni BDF complete installate in fabbrica, inclusi il telaio, i perni girevoli e l’intero impianto elettrico. È possibile scegliere tra una versione per container scarrabili con una lunghezza massima di 7,45 m (altezza a veicolo parcheggiato di 1,32 m) e una versione adatta a container con lunghezza massima di 7,82 m (altezze a veicolo parcheggiato da 1,12 a 1,32 m).


Cabinati 6×2 con secondo assale sterzante
Oltre alla gamma di versioni con assale sterzante posteriore, i nuovi cabinati CF verranno ora prodotti con un secondo assale sterzante (FAG). Questa versione è stata realizzata appositamente per le applicazioni che richiedono elevate capacità di carico ed eccellente manovrabilità in spazi ristretti, ad esempio per la raccolta dei rifiuti con caricatore posteriore oppure veicoli per la raccolta del latte. Un assale sterzante con una massima capacità di carico tecnica di 7,5 tonnellate è presente davanti all’assale motore da 13 tonnellate.


Assale a tandem a doppio azionamento per trasporto pesante
Con le versioni 8×4 (FAD) dei nuovi cabinati CF e XF Euro 6, DAF concentra l’attenzione sulle società i cui veicoli sono soggetti a condizioni operative gravose, in modo particolare nel settore edile e del trasporto speciale. L’assale tandem a otto perni DAF con riduzione nel mozzo per applicazioni che richiedono spesso la guida fuori strada viene installato di serie, con riduzione singola in caso di guida fuoristrada limitata. Il cabinato 8×4 viene spesso dotato di cassone ribaltabile, betoniera o pompa per calcestruzzo oppure viene utilizzato per altre applicazioni gravose specifiche.
Una versione 6×4 FAT è inoltre disponibile sul nuovo modello CF Euro 6, perfetto per il trasporto di sabbia e terra, cassoni per rifiuti, prodotti agricoli e container di scarico e per cemento. Questa versione è disponibile con un carico massimo sull’assale anteriore di 9 tonnellate, un carico di 26 tonnellate sull’assale tandem e per una massa totale della combinazione fino a 50 tonnellate.
DAF inoltre dispone di modelli Euro 6 8×4 e 6×4 in speciali versioni Construction dall’aspetto robusto e, cosa più importante, con angolo di attacco di 25o e distanza dal suolo di 40 cm grazie all’uso di assali “dritti”.


Nuovi telai cabinati: versatilità senza pari
Naturalmente, le nuove versioni cabinate XF e CF Euro 6 traggono vantaggio dalle varie innovazioni che DAF ha introdotto anche sui trattori 4×2: un design accattivante degli esterni e degli interni, nuove trasmissioni, sospensioni delle ruote anteriori completamente nuove e nuovi e più efficienti assali.
Per ottenere il massimo livello di efficienza e maneggevolezza, l’attenzione di DAF si è concentrata sulla realizzazione del miglior layout possibile del telaio. È possibile richiedere in fabbrica l’installazione dell’unità SCR e del filtro antiparticolato in una
serie di posizioni diverse a seconda del tipo di veicolo e della sovrastruttura presente. Il serbatoio di AdBlue standard viene montato di serie sul telaio ma è anche possibile posizionarlo sotto la Sleeper Cab e inoltre sono disponibili diverse possibilità per il posizionamento delle batterie. Grazie all’intelligente posizionamento di tutti questi componenti, i cabinati possono contenere volumi di carburante fino a 1.200 litri e inoltre presentano uno spazio libero sul telaio fino a 2,30 metri, ideale per il montaggio di generatori o gruppi pompa.


Motori PACCAR e PTO efficienti
Insieme alle nuove serie CF e XF Euro 6, è disponibile un’ampia gamma di motori Euro 6 potenti ed efficienti. La potenza dei motori PACCAR MX-13 da 12,9 litri è compresa tra 303 kW (412 CV) e 375 kW (510 CV), la potenza nominale erogata dal nuovo motore PACCAR MX-11 da 10,8 litri è compresa tra 210 kW (286 CV) e 320 kW (435 CV). Il consumo medio di carburante del motore PACCAR MX-11 è fino al 3% inferiore rispetto al già molto efficiente motore PACCAR MX-13 da 12,9 litri, mentre il peso ridotto di 180 kg consente un carico utile ancora maggiore.
È disponibile un cambio automatizzato AS Tronic con strategie di comando del cambio sviluppate appositamente per l’uso regolare sulle lunghe distanze, il trasporto di liquidi, applicazioni gravose o fuori strada. È disponibile un’ampia gamma di PTO per garantire l’installazione di una serie di sovrastrutture e attrezzature ausiliarie sui modelli DAF CF e XF, che in questo modo possono essere guidati con la massima efficienza. Oltre alle tradizionali prese di forza al cambio, per i motori PACCAR MX-13 e PACCAR MX-11 è disponibile in opzione un generatore. Questo è montato sul motore, aumentando considerevolmente la durata delle cinghie trapezoidali e semplificando il montaggio del generatore per l’azionamento di un impianto di raffreddamento. Una nuova caratteristica del motore MX-11, oltre alla presa di forza al motore “a ore 1”, è una versione “a ore 11” con una coppia di 250 Nm e il montaggio diretto della pompa. È inoltre disponibile sulla parte anteriore del motore una pompa idraulica opzionale (da 35 kW) il cui vantaggio principale consiste nel fatto che lo spazio tra la cabina e la sovrastruttura rimane inalterato.


Impianto elettrico ed allestimento di facile installazione


L’intero impianto elettrico è stato riprogettato con una disposizione e un livello di protezione ottimali, per la massima affidabilità. Inoltre, gli impianti elettrici e i sistemi elettronici necessari per l’allestimento sono raggruppati ordinatamente e separati dalle funzioni del veicolo, semplificando il lavoro dell’allestitore e assicurando la massima disponibilità del veicolo. Per gli stessi motivi, i carri della nuova gamma di modelli CF e XF vengono costruiti con il metodo BAM (Body Attachment Method, metodo di fissaggio della carrozzeria), dove il telaio viene fornito dalla fabbrica con uno specifico schema dei fori e viene installato mediante appositi supporti di fissaggio per garantire diverse possibilità di punti di fissaggio e la massima facilità di assemblaggio della carrozzeria.


Condividi questo articolo

L’edizione limitata per i 50 anni del V8 Scania

1,290
prezzo medio gasolio

Ascolta la web radio del trasporto