Volvo FH LNG

Le 1000 mission del nuovo Volkswagen Crafter

Sostenibili e Connessi - Convegno TForma

web-tv

Sei qui: Home > Sezione TOE AfterMarket > Mercato e notizie > Rhiag mette il turbo nell’aftermarket

Mercato e notizie

Rhiag mette il turbo nell’aftermarket

Scritto da

Stefano Belfiore (www.inforicambi.it)

il 29 marzo 2018

Presentata ai clienti la strategia 2018; completamento dell’offerta esistente e ampliamento delle gamme prodotto in ottica multibranding.

Rhiag punta sempre più sulla distribuzione dei ricambi truck. Ne è un esempio il progetto BRT (Bertolotti Rhiag Truck) che è stato oggetto di un recente summit tenutosi a Torino con  i migliori clienti ricambisti specializzati nella vendita di ricambi per i veicoli industriali.  Un prezioso momento di confronto che l’azienda ha sfruttato per presentare ai suoi clienti truck la strategia 2018. Nel meeting, il direttore vendite Salvatore Miligi e il direttore marketing Paolo Appendino, hanno approfondito argomenti strategici quali il completamento dell’offerta esistente (come avvenuto per esempio nel 2017 con l’introduzione degli impianti pneumatici Knorr-Bremse) e l’ampliamento delle gamme prodotto in ottica multibranding.  “Il mercato dei mezzi pesanti per Rhiag Group – ha detto Salvatre Miligi – è sempre più strategico. Continueremo a fare investimenti importanti sia in termini di sviluppo gamma prodotto sia in termini di progettualità; dopo anni di contrazione di questo settore, assistiamo a una ripresa e a nuovi player che si affacciano sul mercato e spostano la competizione a livello sempre più globale. Avere alle spalle un Gruppo come LKQ – ha concluso –  ci garantisce una visione chiara e il supporto adeguato per affrontare le sfide future”.

Progetto BRT

Fari puntati sul “Progetto BRT” che si fonda su 2 assi strategici: l’integrazione logistica e informatica tra Rhiag e il ricambista e i servizi al ricambista e all’officina. Tra i capisaldi del Progetto BRT c’è il VMI (Vendor Managed Inventory). Tecnica innovativa già utilizzata da tempo dall’azienda milanese per i clienti automotive che consente di rendere più efficiente il magazzino del ricambista, ottimizzando così gli stock e riducendo i rischi di errore e l’obsolescenza.

I servizi al ricambista

Rhiag ha pensato a percorsi di formazione e consulenza manageriale, programmi di smaltimento degli obsoleti, attività di sell-out personalizzate sulle officine che aderiscono al network di riparazione per mezzi pesanti Optima Truck Service. A queste ultime è dedicata la Carta Servizi Officina OTS: strumento indispensabile per avere tutto il supporto necessario (software, banche dati, formazione, immagine, assistenza tecnica) allo svolgimento ottimale del lavoro quotidiano.

L’asse con Knorr-Bremse

Come detto, il noto player internazionale della distribuzione post vendita vuole rafforzare la sua posizione nel settore dell’aftermarket legato ai veicoli industriali.  Nello scorso mese di settembre ha dato una forte accelerata in tal senso, introducendo nuove linee di prodotto e marchi dei migliori componentisti mondiali per rispondere in maniera sempre più puntuale alle esigenze del mercato. Da qui prende vita e sostanza il matrimonio con Knorr-Bremse che lo scorso anno lanciò sul mercato “TruckServices: marchio  aziendale dedicato alla sua intera gamma di servizi post-vendita. Più precisamente, Rhiag ha introdotto in gamma la linea impianti pneumatici del colosso tedesco, specializzato nella produzione di sistemi frenanti per veicoli industriali e fornitore di OEM di tutti i più importanti costruttori di autocarri, autobus e rimorchi a livello globale. L’assortimento conta circa 8mila riferimenti, nuovi e rigenerati, per un’ottimale copertura del parco circolante.

Condividi questo articolo

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

Scopri il nuovo TGE. Non è un VAN, è un MAN.

1,420
prezzo medio gasolio

Workshop Temperatura Controllata