BT SHOW - PT 2 - INARRESTABILI E TRASPORTARE OGGI

Il nuovo DAF LF

web-tv

Sei qui: Home > Sezione TOE AfterMarket > Allestimenti e pneumatici > Goodyear Proactive Solutions: ora si può prevedere il comportamento dello pneumatico

Allestimenti e pneumatici

Goodyear Proactive Solutions: ora si può prevedere il comportamento dello pneumatico

Scritto da

Federica Lugaresi

il 28 novembre 2016

Galleria Fotografica

Con Goodyear sarà possibile una maggiore redditività e sicurezza del mezzo.  Nasce infatti un sistema predittivo che comunica al gestore della flotta  quando e quale problema si verificherà allo pneumatico

E’ stato presentato a Bruxelles da Goodyear un nuovo business paneuropeo: Goodyear proactive Solutions. Si tratta di un pacchetto di soluzioni basato su telematica avanzata e tecnologia analitica predittiva – applicabile sia sul singolo veicolo che su di un’intera flotta – che permette di predire ciò che accadrà allo pneumatico.

Le informazioni raccolte da speciali sensori ( fondamentalmente relative alla pressione e temperatura) vengono trasferite dal veicolo ad un sistema centrale che, attraverso un algoritmo sviluppato da Goodyear, le analizza  alfine di predire il comportamento dello pneumatico.  I risultati così elaborati,  sono trasmessi alla flotta o a Goodyear (in base al livello di servizio richiesto) permettendo di intervenire e programmare tutta  una serie di attività necessarie che garantiscano la massima redditività dei mezzi.

Questo sistema di gestione allerta con 15 giorni di anticipo il gestore della flotta sul problema che si verificherà: una tempistica eccezionale che non solo si traduce in benefici immediati e misurabili, ma anche – e soprattutto –  in minori costi, maggiore redditività e maggiore sicurezza.

Al momento Goodyear Proactive Solutions comprende due famiglie di servizi: Proactive Tire Proactive Fleet.

Nel primo caso troviamo due sistemi: Tire Pressure Monitoring System (TPMS) che rileva costantemente la pressione e la temperature del pneumatico per ridurre i rischi di breakdown e ottimizzare uptime e costi operativi; Drive-over-Reader (DoR) che rileva automaticamente la profondità del battistrada e la pressione dello pneumatico, ogni volta anche il veicolo accede o esce dal deposito. In questo modo è possibile gestire efficacemente gli pneumatici e loro relativa manutenzione.

Nel secondo caso troviamo Driver behavior che trasmette i dati relativi alle prestazioni del conducente permettendo alle flotte di supportarlo nel miglioramento dello stile di guida nell’ottica di migliorare i consumi di carburante e incrementare la durata degli pneumatici; e Track and Trace che utilizza il GPS per fornire in tempo reale alle flotte la posizione e il movimento dei loro veicoli per migliorare l’efficienza e il livello di servizio al cliente, nonché per localizzare i veicoli rubati.

Mediante al (TPMS) i benefici sono importanti: si riduce il numero di breakdown e incidenti legati ai pneumatici (fino al 75%), il consumo di carburante legato a sottogonfiaggio, viene limitato il tempo di fermo veicolo dovuti a problemi ai pneumatici, aumenta la durata dello pneumatico.

Inoltre TPMS include un sensore RFID (Radio Frequency IDentity) equipaggiato su ogni ruota che misura la pressione di gonfiaggio e la temperatura di ciascuno pneumatico. I dati sono raccolti da un router che a sua volta trasferisce le informazioni ai server di Goodyear per l’analisi. Eventuali pneumatici gonfiati inadeguatamente e/o surriscaldati vengono segnalati per poter effettuare immediatamente le necessarie azioni preventive.

Col sistema (DoR) si riduce il numero di breakdown e incidenti legati agli pneumatici, il consumo di carburante legato al sottosgonfiaggio, si limitano i tempi di fermo veicolo dovuti a problemi agli pneumatici, evita fino al 60% delle riparazioni per breakdown grazie al sistema predittivo e di allarme, ma soprattutto offre la possibilità di predire la vita dello pneumatico e di conseguenza pianificare gli interventi di manutenzione in modo proattivo.

DoR prevede un’imbottitura collocata sul terreno e dotata di speciali sensori. Il veicolo deve essere condotto sopra a DoR cosicché i sensori possano misurare profondità del battistrada e pressione di ciascun pneumatico. L’algoritmo calcola anche il chilometraggio rimanente per ciascuno pneumatico. In tal modo è possibile  programmare efficacemente gli interventi di manutenzione per massimizzare l’utilizzo degli pneumatici, includendo anche riscolpitura, ricostruzione e rimpiazzo.

Il Driver Behavior rileva costantemente dati su 12 parametri di guida, produce report personalizzati per ciascun conducente, consente di sviluppare training personalizzati per ciascun conducente per migliorare le performance e la sicurezza, permette risparmi fino a 300 euro in carburante al mese/veicolo,  e supporta le flotte nel monitorare lo stile di guida per incrementare l’efficienza nei consumi e la durata degli pneumatici.

Da ultimo, nello specifico, il Truck and Trace geolocalizza i veicoli in tutta Europa grazie all’uso del GPS,migliora la gestione del flusso dei veicoli in qualunque momento, informa i clienti in tempo reale sugli itinerari e i tempi di consegna (consentendo di evitare i costi derivanti dai ritardi delle stesse), e soprattutto permette di organizzare da remoto le attività di manutenzione, individuando centri tecnici nelle vicinanze del veicolo.

Goodyear Proactive Solutions è dunque un prodotto innovativo, capace di cambiare l'”ecosistema del trasporto” adeguandosi, in anticipo, a quelli che saranno i futuri cambiamenti identificabili in nuovi modelli di business.

 

 

 

 

 

Condividi questo articolo

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

DAF CF/XF E' TRUCK OF THE YEAR 2018

1,366
prezzo medio gasolio

Convegno 28 novembre 2017