martedì, 7 Dicembre 2021

Recovery Fund… pazzia milionaria

Da normale cittadino, che conosce un po’ la materia della pianificazione industriale, avendo lavorato nel settore per 40 anni mi chiedo come sia possibile sentire notizie del genere.Tento di spiegarmi molto sinteticamente come una struttura normale, seppur politica potrebbe organizzarsi senza ricorrere ad un “paese di consulenti” che saranno la prova provata del disordine mentale che regna nelle alte sfere del Governo. Partendo dalla cifra a disposizione, un qualsiasi normale tavolo di Governance ( Premier e i segretari politici di tutti i partiti, governo e opposizione), prima di nominare esperti e poi consulenti farebbe un’analisi delle aree prioritarie di intervento, necessarie e non rinviabili per questo paese. Esempio:

  1. Elenco Territori soggetti a disastri naturali (manutenzione, controllo strutture, rifacimento).
  2. Ricostruzione aree terremotate( opere urbane e raccordi stradali).
  3. Verifica impianti e discariche ecologiche, con interventi per pianificare la dispersione degli imballaggi di plastica, il recupero e il riciclo.
  4. Verifica e piano per intervenire nelle discariche ecologiche che avvelenano falde acquifere o impianti acque potabili.
  5. Piano per razionalizzare gli ospedali e i centri di raccolta malati, con distribuzione delle specializzazioni tenendo presente distanze medie, sopra tutto dotando il sud di quegli impianti di cui è carente.
  6. Controllo staticità istituti scolastici di ogni ordine e grado e cablatura per la digitalizzazione.
  7. Piano nazionale di digitalizzazione, per prevedere il ripetersi di lezioni a distanza via web o digitale, attrezzando le regioni senza accessi tecnologici (parte del sud ha solo la copertura pari al 30% del territorio).
  8. Piano carceri: completare quelle incomplete e prevedere la costruzione di altri istituti, per evitare il sovraffollamento e la libera circolazione di condannati, con pene inferiori a due anni, di rei giudicati perché non ci sono luoghi di ricovero per far scontare loro la pena.
  9. Piano di digitalizzazione della Giustizia per ridurre i tempi dei processi.
  • Piano di progettazione nuovi raccordi stradali, per razionalizzare i trasferimenti commerciali su gomma.
  • Verifica delle rete ferroviaria, con sistemazione delle tratte obsolete, consentendo alle categorie più giovani di traferirsi in tempi più ragionevoli e in modi più sicuri.
  • Pianificare i Dipartimenti Universitari sulla base delle esigenze dei modelli di società del futuro, permettendo così ai giovani di intraprendere una via di studio che consenta loro di trovare un lavoro con relativa semplicità.
  • Intervenire sulle rotte del commercio internazionale degli stupefacenti potenziando un centro nazionale antidroga, che combatta esclusivamente le attività illecite della criminalità organizzata che coinvolgono l’Italia.
  • Riorganizzare definitivamente settori industriali che divorano migliaia di miliardi di risorse senza creare ricchezza per il Paese, al di fuori degli stipendi pagati ai dipendenti (Alitalia,ILVA e considerare le oltre 100 situazioni di crisi ferme sul tavolo del Ministero dell’Industria).
  • Creare una Scuola di Studi Superiori per la Politica, senza il cui diploma biennale di frequentazione, non si può ricevere una carica politica di grande responsabilità ( Ministeri o sotto segretari e deputati europei).

Supponiamo che queste siano le 15 aree sulle quali lavorare. Si crea per ciascuna area, una Cabina di regia composta da 5 /7 deputati, con competenze specifiche per ogni settore.Le 15 aree supponiamo rispondono alla propria Cabina di regia, alla quale è permesso ricorrere al massimo a 2-3 esperti, che devono offrire gratuitamente il loro lavoro, presentando una relazione a titolo non oneroso. I fondi serviranno per realizzare le opere e non pagare i consulenti. Conoscendo il vizio di questo Paese, vi lancio una provocazione. Se fosse vero che i consulenti potrebbero essere 300, proviamo a calcolare che tra rimborsi spese e parcella ognuno potrebbe prendere 100.000 euro pari e 30 milioni di euro. Calcolate voi dunque cosa rappresenterebbero 30 milioni di euro dei consulenti sull’importo realisticamente erogato. Mi fermo qui. Ogni ulteriore commento è completamente inutile. A mio parere abbiamo una classe di parlamentari incompetenti e irresponsabili.

X