web-tv

Sei qui: Home > Sezione NOTIZIARIO > > UPS, prima consegna con drone negli Stati Uniti

Ultim'ora

UPS, prima consegna con drone negli Stati Uniti

Scritto da

Federica Lugaresi

il 27 Marzo 2019

Primo utilizzo autorizzato da FAA (La Federal Aviation Administration) statunitense di un drone per voli commerciali di routine che comporta il trasporto di un prodotto

UPS ha annunciato da poche ore un innovativo servizio di logistica per consegnare campioni medici tramite droni senza pilota attraverso una collaborazione con Matternet, leader nella tecnologia dei droni autonomi. Il programma si svolgerà presso l’ospedale principale e il campus di WakeMed a Raleigh, nella Carolina del Nord, all’interno della zona metropolitana, con la supervisione della Federal Aviation Administration e del Dipartimento dei Trasporti della Carolina del Nord. Il volo di oggi segna l’inizio di numerosi voli commerciali giornalieri pianificati presso il campus di WakeMed a Raleigh.


Il programma UPS e Matternet rappresenta un’importante pietra miliare per l’aviazione senza pilota negli Stati Uniti. Attualmente, la maggior parte dei campioni e dei prototipi medici vengono trasportati tramite veicoli di corrieri attraverso il sistema sanitario in espansione di WakeMed. L’aggiunta del trasporto via drone offre un’opzione per la consegna su richiesta e in giornata, la possibilità di evitare ritardi stradali, aumentare l’efficienza della consegna medica, ridurre i costi e migliorare l’esperienza del paziente con benefici potenzialmente salvavita.


Il programma utilizzerà il quadricottero M2 di Matternet, che è alimentato da una batteria ricaricabile agli ioni di litio, e può trasportare carichi medici fino a circa 5 libbre (2,2 kg) su distanze fino a 12,5 miglia (c.a. 20 km).


Durante tutto il programma WakeMed, personale medico specializzato caricherà nel container del drone un campione medico – sangue, ad esempio – in una delle strutture vicine di WakeMed. Il drone volerà lungo una predeterminata traiettoria di volo, monitorato da un pilota da remoto, Remote Pilot-in-Command (RPIC), appositamente addestrato, fino a una piattaforma di atterraggio fissa presso l’ospedale principale.


Il domani è decisamente già oggi!


Condividi questo articolo

L’edizione limitata per i 50 anni del V8 Scania

1,290
prezzo medio gasolio

Ascolta la web radio del trasporto