web-tv

Sei qui: Home > Sezione NOTIZIARIO > > Il rapporto “Le città elettriche” di Legambiente e MOTUS-E

Ultim'ora

Il rapporto “Le città elettriche” di Legambiente e MOTUS-E

Scritto da

A. Trapani

il 10 Aprile 2019

È stato presentato stamattina nella seconda giornata di EXPOMOVE, la fiera dedicata alla mobilità elettrica e sostenibile a Firenze fino al 12 aprile, il primo rapporto sulla mobilità a emissioni zero in Italia realizzato da Legambiente e MOTUS-E, nell’ambito del convegno Mobilità elettrica nei Comuni italiani, organizzato in collaborazione con Anci e RAI Pubblica Utilità.
A valle dell’incontro di apertura è stata presentata anche la APP RAI MEMO-Meteo e Mobilità realizzata dalla RAI Pubblica Utilità.

Dal dossier di Legambiente e MOTUS-E, che analizza 104 capoluoghi italiani attraverso diversi indicatori realizzando una prima mappatura sull’offerta di mobilità a zero emissioni su tutto il territorio nazionale, emerge che da febbraio 2018 a gennaio 2019 i punti di ricarica per le bici in Italia sono passati da 1.885 a 2.684, registrando un +40%, mentre quelli per le auto sono passati da 2.368 a 5.507 con un aumento di oltre il 130%.


A livello territoriale, è la Toscana la Regione che ospita più colonnine dedicate alle bici e altri mezzi leggeri, 699, seguita dalla Lombardia, con 499. Lombardia e Trentino Alto Adige sono, poi, le Regioni in cui si conta il maggior numero di punti di ricarica per le autovetture, rispettivamente con 1.134 e 709. Sempre più persone, dunque, decidono di spostarsi in città con mezzi non inquinanti, come bicicletta o e-bike, mezzi pubblici a trazione elettrica compresi i treni urbani, o a piedi. Nella città di Milano questi spostamenti rappresentano ormai più del 50% del totale.


La sfida del clima è la più urgente, globale e difficile che abbiamo davanti per salvare il Pianeta” ha sottolineato Edoardo Zanchini, vicepresidente nazionale di Legambiente. “Ma rappresenta anche un’occasione unica per costruire concretamente una mobilità a emissioni zero, attraverso politiche capaci di riuscire a far crescere gli spostamenti in bici, a piedi, il trasporto pubblico e la mobilità elettrica. Dobbiamo convincerci del fatto che uscire dall’inquinamento che contraddistingue i nostri centri urbani è possibile e al contempo possiamo riappropriarci di piazze e strade, rendendo più vivibili e sicure le nostre città. Le storie e i numeri che raccontiamo nel nostro rapporto ci dicono che sono tanti i segnali positivi, con una disponibilità crescente dei cittadini a spostarsi con mezzi non inquinanti”.


Siamo in una fase di transizione e c’è molto lavoro da fare con e verso i Comuni italiani – ha detto Dino Marcozzi, Segretario Generale MOTUS-E – perché abbiamo diversi aspetti da razionalizzare e da rendere più semplici. Mi riferisco, in particolare, a una necessaria semplificazione della normativa per installare ad esempio una colonnina di ricarica in un Comune; anche le regole per la costruzione di Piani Urbani di Mobilità Sostenibile dei diversi Comuni italiani vanno semplificate e uniformate.


“Il Rapporto che viene presentato oggi – ha affermato Irene Priolo, Consulta Mobilità Sostenibile di Anci, Assessore Mobilità e Trasporti del Comune di Bologna – fa una fotografia dello stato dell’arte della mobilità elettrica nelle principali città e regioni italiane. Il Comune di Bologna sta salendo in graduatoria, anche se lentamente, e quello che stiamo pianificando ci consente di guardare da qui al 2030 in maniera positiva. Da questo importante incontro sono emerse le azioni messe in campo dalle varie città italiane nell’ambito della mobilità elettrica, delle infrastrutture, del ricambio dei mezzi del trasporto pubblico locale, del car sharing, del bike sharing che oggi sono gli strumenti essenziali su cui investire per favorire il cittadino nella scelta di una mobilità sostenibile”.


APP RAI MEMO-METEO e MOBILITÀ

A valle del convegno di apertura della seconda giornata di EXPOMOVE è stata presentata l’innovativa APP RAI MEMO, gratuita e disponibile dal 15 maggio per i sistemi Android e iOS. È un personal digital assistant per meteo e mobilità che veicola il “patrimonio informativo” della Rai nelle aree meteo, traffico e ambiente con un focus specifico sulla mobilità sostenibile. È possibile personalizzare il servizio attraverso la geolocalizzazione e la selezione delle preferenze.


Attraverso questa APP è dunque possibile avere a disposizione il gruppo di meteorologi di RAI METEO, che in collaborazione con l’Aeronautica Militare, genera tutti i contenuti informativi e di approfondimento relativi al meteo e l’area RAI MOBILITÀ che fornisce in tempo reale tutte le notizie relative al traffico e agli eventi che influenzano la circolazione sulle strade italiane ogni giorno.


L’APP RAI MEMO è – hanno riassunto Michela La Pietra, Responsabile Meteo e Mobilità RAI Pubblica Utilità, e Giuseppe Mondelli, Responsabile PMO Progetti di Informazione RAI CDO – un flusso di informazioni di varia natura che segue l’utente in mobilità, la localizzazione come criterio di filtro, la pubblica utilità come criterio di scelta dei dati disponibili per l’utente”.


Numerosi i partner di EXPOMOVE tra cui ACI, Symbola, ANIE, Anci, Legambiente, MOTUS-E, Elettricità Futura, Utilitalia, Asstra, Wind Tre e Toscana Aeroporti. ENEL X è main sponsor e partner tecnologico dell’evento e la RAI PUBBLICA UTILITÀ è media partner.


EXPOMOVE è patrocinato dal Ministero dell’Ambiente, dalla Regione Toscana, dal Comune di Firenze, dalla Città metropolitana di Firenze, dalla Camera di Commercio di Firenze e da Unioncamere Toscana. Nasce dalla collaborazione tra Extra Srl, società di comunicazione e marketing di Roma, e Sicrea Srl, società di Firenze, leader nell’organizzazione di eventi fieristici, e con la partecipazione dell’ente Firenze Fiera.


Condividi questo articolo

1,290
prezzo medio gasolio

Ascolta la web radio del trasporto