web-tv

Sei qui: Home > Sezione NOTIZIARIO > > mytaxi in audizione alla Camera sul Decreto-Legge sul trasporto pubblico non di linea

Leggi e Regolamenti

mytaxi in audizione alla Camera sul Decreto-Legge sul trasporto pubblico non di linea

Scritto da

A. Trapani

il 18 Gennaio 2019

Favorevole alla regolamentazione delle piattaforme tecnologiche, a patto che tuteli la concorrenza per un servizio pubblico adeguato alle esigenze dei passeggeri.

Barbara Covili, General Manager di mytaxi Italia, l’App per i taxi leader in Europa, ringrazia, a nome della società, la IX Commissione Trasporti della Camera per averla invitata, due giorni fa, a partecipare all’audizione in materia di trasporto pubblico non di linea.


Il Decreto-Legge oggetto dell’audizione, che intende modificare la disciplina del trasporto di persone mediante servizi pubblici non di linea con particolare riferimento ai servizi di noleggio con conducente (NCC) rinvia (articolo 1, comma 8) ad un successivo provvedimento per regolamentare la disciplina dell’attività delle piattaforme tecnologiche che intermediano tra domanda e offerta di autoservizi pubblici non di linea.


Come ha affermato Barbara Covili, General Manager di mytaxi Italia, “mytaxi accoglie con interesse l’intenzione del Governo di intervenire sulle piattaforme tecnologiche operanti nel settore taxi che offrono servizi di intermediazione su richiesta e con finalità commerciali, a condizione che tale intervento tuteli la concorrenza e sia guidato dall’obiettivo ultimo di garantire un servizio pubblico adeguato alle esigenze degli utenti, secondo le linee guida dettate dalle Autorità Indipendenti (ART e AGCM) espresse negli atti di segnalazione a Governo e Parlamento del 2015 e 2017”.


Per sottolineare la necessità, espressa anche dall’Antitrust, di alleggerire la regolazione esistente, “mytaxi ritiene che nel regolamento di prossima emanazione debbano essere contemperate, da un lato la necessità che le nuove tecnologie operanti nel settore TPL non di linea non costituiscano un mezzo per eludere o violare le disposizioni di legge cogenti, dall’altro l’opportunità di promuovere le possibilità di sviluppo e adeguamento del settore, andando incontro alle esigenze del cittadino”.


Toccherà ora al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e al Ministero dello Sviluppo Economico predisporre il decreto regolamentare contenente la disciplina dell’attività delle piattaforme tecnologiche che intermediano tra domanda e offerta di autoservizi pubblici non di linea. “Nel ringraziare la Commissione Trasporti e il suo Presidente On. Morelli per questo momento di confronto”, conclude Barbara Covili, “mytaxi rinnova la sua piena disponibilità a collaborare con i Ministeri competenti, al fine di giungere a una regolamentazione che possa garantire un servizio efficiente e al passo con i tempi per i cittadini”.


Condividi questo articolo

L’edizione limitata per i 50 anni del V8 Scania

1,290
prezzo medio gasolio

Ascolta la web radio del trasporto