web-tv

Sei qui: Home > Sezione NOTIZIARIO > > Guidare in autunno, i rischi da evitare

Guidare in autunno, i rischi da evitare

Scritto da

Federica Lugaresi

il 2 Dicembre 2019

I suggerimenti per guidare in sicurezza sono sempre ben accetti: bisogna fare attenzione a tutto ciò che può rappresentare un rischio e quindi un pericolo

 

L’autunno è un piccolo assaggio dell’inverno… L’atmosfera di questa stagione rimane piacevole e tranquilla… Ma quando arriva, le strade sono pericolose! Qui di seguito, vengono elencati alcuni dei rischi che vanno evitati per forza.


Gli animali selvatici


Siccome le giornate sono più corte, e la caccia aperta, gli animali che attraversano le strade sono parecchi. Prestate attenzione, soprattutto nei pressi dei boschi. Non bisogna poi dimenticare che la velocità è un fattore aggravante in caso di incidente.


Il tramonto


L’abbagliamento provocato da un sole basso non è inferiore a quello di una luce intensa. Occhio al riverbero di luce! I raggi del sole vengono spesso riflessi sul manto stradale. Purtroppo il parasole e il sedile reclinabile non permettono a volte di risolvere il problema. Ecco perché dovete sempre indossare i vostri occhiali da sole, o almeno averli a portata di mano.


L’oscurità


I sintomi di stanchezza si manifestano più rapidamente quando la notte sorge. Le soste sono essenziali per rilassarsi e il controllo dei fari vitale per essere visibili!


La nebbia


I fari fendinebbia vanno accesi in caso di necessità per poi essere spenti quando la situazione non ne  consente più l’uso. Se la visibilità è buona, sono dispositivi che aumentano notevolmente il rischio di abbagliamento dei conducenti. Alcune precauzioni vanno comunque seguite quando si forma questo fenomeno per poter anticipare eventuali effetti ottici. Molto spesso, gli ostacoli spariscono inghiottiti dalla nebbia.


Le foglie morte


Le foglie morte bagnate rendono scivoloso il manto stradale. Frenando o accelerando bruscamente, riducete quindi l’aderenza del vostro veicolo.


La pioggia


La pioggia è più fredda durante l’autunno, il suolo anche. Conseguenza principale: una scarsa aderenza degli pneumatici e una perdita di controllo del veicolo. Inoltre, quando il livello dell’acqua sull’asfalto è di almeno 1 cm, il rischio di aquaplaning è ancora più serio. Con strada bagnata, la distanza di sicurezza va pertanto raddoppiata. Ultimo consiglio: sostituire le spazzole tergicristallo non appena si osservano i primi segni di usura.


 


Condividi questo articolo

1,537
prezzo medio gasolio

Ascolta la web radio del trasporto