web-tv

Sei qui: Home > Sezione NOTIZIARIO > > La Grecia e il cartellino rosso contro il pedaggio autostradale “ingiusto”

Autotrasporto

La Grecia e il cartellino rosso contro il pedaggio autostradale “ingiusto”

Scritto da

Redazione

il 12 Febbraio 2021

Il primo sistema di pedaggio Pay-as-you-go d’Europa è ora attivo sull’autostrada A8 Atene-Patrasso.

Nel dicembre 2020 la Grecia è diventata il primo paese dell’Unione Europea a mettere in funzione un sistema di pedaggio elettronico secondo il quale agli automobilisti in autostrada viene richiesto di pagare unicamente i chilometri effettivamente percorsi.


La Grecia è diventata il primo paese dell’Unione Europea a mettere in funzione un sistema di pedaggio elettronico secondo il quale agli automobilisti in autostrada viene richiesto di pagare unicamente i chilometri effettivamente percorsi. Il cosiddetto “Hybrid Multi-Lane Toll System” di Kapsch TrafficCom integra così il sistema di pagamento tradizionale, che per anni aveva causato risentimento fra la popolazione greca: finora i conducenti dovevano pagare sempre per tutto il tratto di autostrada, anche se prendevano la prima uscita subito dopo aver attraversato la barriera di pedaggio.


“Il futuro appartiene alla fatturazione del pedaggio basata sul chilometraggio”, afferma Michael Weber, Strategic Sales Manager presso Kapsch TrafficCom. “L’Unione Europea considera il pagamento tradizionale un modello ingiusto e insiste per far pagare in futuro solo i chilometri effettivamente percorsi.



Questo modello sarà obbligatorio per le nuove strade a pedaggio – e raccomandato per le strade a pedaggio già esistenti. Pertanto, l’A8 da Atene a Patrasso non è solo un esempio di innovazione per la Grecia, ma probabilmente per tutta l’UE“.


Dal punto di vista tecnico, le auto vengono dotate di On Board Units sul parabrezza, un po’ come avviene con le vignette. Nel momento in cui l’auto accede ad un casello autostradale, il sistema addebita automaticamente i costi sul conto del conducente e la barriera si alza. Non appena il veicolo prende un’uscita, avviene la fatturazione basata sul chilometraggio – i costi pagati in eccesso per l’intero tratto vengono riaccreditati sul conto del conducente.


Riduzione delle emissioni e miglioramento del flusso del traffico


I sindaci delle città e dei paesi situati lungo il percorso dell’autostrada Atene-Patrasso hanno esercitato una certa pressione per introdurre il Hybrid Multi-Lane-Toll-System. Il motivo: spesso gli automobilisti volevano evitare i costi di un intero tratto dell’Autostrada 8, e quindi percorrevano strade di campagna e passavano per le città, comportando un considerevole aumento del rumore e dei livelli di inquinamento. Il nuovo sistema di fatturazione basata sul chilometraggio rappresenta una soluzione di sconto. L’eccesso pagato viene riaccreditato in base al punto in cui il conducente lascia l’autostrada. Le persone hanno un nuovo incentivo per usare l’autostrada.


“È probabile che altre strade a pedaggio in Grecia, ma anche in altri Paesi come la Spagna o l’Italia, seguano l’esempio del nuovo Hybrid Multi-Lane Toll System“, dichiara Michael Weber. “La tecnologia di fatturazione non solo assicura una spesa equa ai sensi dell’Unione Europea, ma può anche essere ampliata con servizi aggiuntivi. Per esempio, è possibile stabilire il pedaggio in base a diversi standard ambientali: I veicoli elettrici pagheranno quindi meno della benzina o del diesel”.


Condividi questo articolo

Configura il partner giusto per il tuo business

1.444
prezzo medio gasolio

Ascolta la web radio del trasporto