BT SHOW - PT 2 - INARRESTABILI E TRASPORTARE OGGI

Il nuovo DAF LF

web-tv

Sei qui: Home > Sezione NOTIZIARIO > Ultim'ora > CNA-Fita: L’Emilia Romagna spinge per trasformare il Po come autostrada d’acqua

Ultim'ora

CNA-Fita: L’Emilia Romagna spinge per trasformare il Po come autostrada d’acqua

Scritto da

Federica Lugaresi

il 1 marzo 2016

L’assessore regionale ai Trasporti, Raffaele Donini, vuole verificare la possibilità di trasformare il Po in un’autostrada dell’acqua per sfruttare questa arteria soprattutto per il trasporto merci: “E’ tempo di una discussione puntuale su questo tema”, sostiene Donini, che assicura “la disponibilità dell’Emilia-Romagna ad andare fino in fondo” sull’idea di rendere il Po un’autostrada naturale, “sia col Governo sia con le altre Regioni” che hanno competenza sul fiume (Piemonte, Lombardia e Veneto).

Del resto, ricorda l’assessore, il sistema idroviario padano-veneto è già stato riconosciuto dalla Ue come corridoio europeo. Dunque, “non è il caso di abbandonarci a battute o caricature provinciali– avverte Donini- perché è già un tema politico” a livello comunitario. L’Emilia-Romagna è già “una regione virtuosa” dal punto di vista del trasporto merci su ferro, sottolinea ancora l’assessore.

Nel 2015 sono state 18 milioni le tonnellate trasportate non su strada, il che significa “circa 720.000 camion in meno. Ma la geografia ci impone di considerare anche la navigabilità del Po” per il trasporto merci, afferma Donini, utilizzo che “oggi è irrisorio”. Dunque, ribadisce l’assessore, “siamo determinati ad andare fino in fondo per verificare questa opportunità insieme alle altre Regioni e al Governo”. In effetti se si rendesse applicabile lo sfruttamento del Po come idrovia, ne trarrebbe giovamento non solo l’Emilia Romagna ma anche l’Italia e l’Europa intera sia in termini economici che ambientali.

Condividi questo articolo

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

1,366
prezzo medio gasolio

Convegno 28 novembre 2017