web-tv

Sei qui: Home > Sezione NOTIZIARIO > > E se gli autotrasportatori scioperassero?

Ultim'ora

E se gli autotrasportatori scioperassero?

Scritto da

Valeria Di Rosa

il 27 Marzo 2020

All’indomani delle misure adottate dal Governo a tutela del mondo del trasporto, una grande nube nera scuote l’Italia: gli autotrasportatori minacciano uno sciopero, per via dei disagi legati all’emergenza sanitaria che stiamo vivendo e che ha visto, nel corso delle ultime settimane, sempre maggiori restrizioni.

L’annuncio arriva da Michele Perrotti, proprietario dell’Autotrasporti Perrotti di Foggia, che in un’intervista alle Iene ha sottolineato con forza come, nonostante quello dei trasporti sia un settore cruciale per il reperimento dei beni di prima necessità, le condizioni di lavoro degli autotrasportatori siano, invece, inaccettabili. In particolare, la chiusura di bar e aree di servizio per le misure di contenimento dei contagi hanno inasprito questo disagio poiché gli autisti non riescono più a lavorare e a vivere in maniera decente.


Come ha dichiarato Perrotti “Ci ritroviamo senza poter mangiare, lavarci, persino andare in bagno decentemente. In autostrada devono riaprire le aree di servizio, ne troviamo a disposizione appena il 30% e quasi mai dove e quando per noi è essenziale fare una sosta per un caffè, per mangiare, per andare in bagno. Non possiamo andare avanti così, e siamo pronti a dire basta.”


E conclude:“Siamo pronti a fermare l’Italia davvero. Ho già lanciato la mia protesta, sono conosciuto, mi seguiranno in tanti: lunedì scioperiamo, non consegneremo più nulla. Nessuna protesta in strada, nessun blocco, semplicemente non usciremo più dalle nostre aree di sosta. Solo così ci ascolteranno e rispetteranno, capendo quanto il nostro lavoro è fondamentale.”


Condividi questo articolo

1,537
prezzo medio gasolio

Ascolta la web radio del trasporto