Volvo FH LNG

Le 1000 mission del nuovo Volkswagen Crafter

Sostenibili e Connessi - Convegno TForma

web-tv

Sei qui: Home > Sezione LOGISTICA > Aziende e strategie > Codognotto e Iveco: alleanza ecocompatibile

Aziende e strategie

Codognotto e Iveco: alleanza ecocompatibile

Scritto da

Federica Lugaresi

il 4 marzo 2016

Il Gruppo Codognotto punta su efficienza ed innovazione con un piano di rapido rinnovamento della sua flotta di mezzi tecnologicamente all’avanguardia e più attenti all’ambiente: ecco che arrivano i primi quattro Iveco Stralis LNG, che consentiranno una riduzione dell’impatto ambientale, a parità di prestazioni.

Grazie al sistema di propulsione LGN degli Iveco Stralis, che può utilizzare gas naturale o bio-gas combustibili, i nuovi mezzi Codognotto – rispetto ai tradizionali diesel – potranno ridurre del 95% le emissioni nocive di particolato, del 35% le emissioni di ossidi di azoto e promotori di azoto. Se si considera il cosiddetto “well-to-wheel”, che tiene conto delle emissioni dell’intera filiera dal pozzo di estrazione al suo utilizzo, i mezzi a LNG riducono le emissioni di CO2 rispetto ai diesel dal 10% fino al 100% in caso di utilizzo di bio-metano. I nuovi mezzi hanno anche un minore impatto in termini di rumorosità, con una riduzione di 5 decibel delle emissioni sonore.
Per il Gruppo Codognotto l’acquisto dei primi camion a Liquid Natural Gas fa parte di una importante conversione della propria flotta, che si sta concretizzando soprattutto con l’acquisto di camion Euro 6 in sostituzione dei meno moderni e che vedrà già a maggio del 2016 la sostituzione completa degli Euro 3.
A commento di questa importante strategia aziendale, l’Amministratore Delegato, Maurizio Codognotto, ha affermato.”Il nostro Gruppo sta anticipando le condizioni di mercato necessarie alla diffusione del carburante alternativo, stimolando una maggior presa di responsabilità di altri operatori del settore e di coloro che sono chiamati ad investire nelle necessarie stazioni di rifornimento. Da tempo si discute di carburanti alternativi, ma un mercato in stallo e l’abbassamento del prezzo del petrolio rallentano la loro diffusione
Noi cerchiamo di essere sempre molto concreti – ha proseguito Codognotto -, qualche mese fa abbiamo realizzato per i nostri clienti una linea ferroviaria Italia/Polonia con un servizio estremamente efficiente dal punto di vista logistico, ma anche molto attento all’ambiente, oggi investiamo nelle nuove tecnologie del trasporto. Sappiano che questa è l’unica ricetta valida in termini di sostenibilità aziendale”.

Condividi questo articolo

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

Scopri il nuovo TGE. Non è un VAN, è un MAN.

1,420
prezzo medio gasolio

Workshop Temperatura Controllata