Volvo FH LNG

Le 1000 mission del nuovo Volkswagen Crafter

Sostenibili e Connessi - Convegno TForma

web-tv

Sei qui: Home > Sezione ASSOCIAZIONI > > Salvatore Margiotta incontra Claudio Villa, Presidente di Federtrasporti

Salvatore Margiotta incontra Claudio Villa, Presidente di Federtrasporti

Scritto da

Federica Lugaresi

il 20 febbraio 2018

Il responsabile Infrastrutture e Trasporti del partito democratico incontrando il presidente di Federtrasporti, Claudio Villa, ha giudicato concrete le proposte dell’autotrasporto

Il programma di UNATRAS è realizzabile“, questa la considerazione principale fatta da Salvatore Margiotta, responsabile Infrastrutture e Trasporti del partito democratico, durante l’incontro  – svoltosi ieri mattina a Bologna – con Claudio Villa, presidente di Federtrasporti. “Le regole dell’autotrasporto, come in generale tutte le espressioni normative, devono essere chiare, certe, applicabili e valide per tutti” ha continuato Margiotta. Il riferimento alla chiarezza guarda per un verso all’esigenza di elaborare un Testo Unico dei Trasporti, ma ribadisce soprattutto la necessità di affrontare le problematiche legate al dumping sociale, considerato da Villa “il principale responsabile della perdita di competitività dell’autotrasporto italiano”.
Proprio per questo all’interno del documento elaborato da Unatras e sottoposto alle forze politiche, il dumping sociale è considerata la questione più urgente a cui dare soluzione. Il responsabile Infrastrutture e Trasporti del PD ha anche sottolineato che, proprio in funzione del fare, è necessario stabilire un dialogo virtuoso con le forze sociali e le imprese, così che ognuno possa giocare la propria parte in maniera costruttiva. “E l’incontro di questa mattina con Federtrasporti – ha sottolineato – è stato sicuramente un momento positivo, apprezzabile per concretezza e realismo, senza scivolare in sterili rivendicazioni». E anche quando si è parlato di misure economiche, si è guardato soprattutto a quelle, come il sostegno al rinnovo del parco veicolare, in grado di garantire un ritorno in termini ambientali”.
Ragionando poi sugli strumenti con cui innalzare la sicurezza stradale, Margiotta ha ammesso che la mancata approvazione del codice della Strada nella scorsa legislatura è stata un’occasione persa. “Ma – ha concluso – ci riproveremo con maggior impegno e completezza nel corso della nuova”.

 

Condividi questo articolo

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

Scopri il nuovo TGE. Non è un VAN, è un MAN.

1,420
prezzo medio gasolio

Workshop Temperatura Controllata