web-tv

Sei qui: Home > Sezione VEICOLI > > SALTO DI GENERAZIONE

SALTO DI GENERAZIONE

Scritto da

Luca Barassi

il 5 Luglio 2018

MAN ha deciso di puntare in alto. La sua proposta di mobilità del futuro è tutta elettrica e digitale: eTruck, eTGE, Platooning e Digital Services sono le novità che saranno presentate allo IAA di Hannover

Nonostante MAN sia sempre stato all’avanguardia nello sviluppo di motori a gas per il comparto dei bus e dei coach, per il mondo del trasporto merci il Costruttore di Monaco ha deciso di puntare in modo deciso sulla eMobility, saltando dunque la fase di veicoli commerciali a metano, siano essi CNG o LNG.

Una scelta forte e ambiziosa, in quanto significa anticipare una tecnologia che si sta ancora sviluppando, soprattutto in termini di tempi di ricarica, fabbisogno energetico e smaltimento delle batterie. Ma MAN Truck & Bus non si vuole più presentare come un mero costruttore di veicoli, ma un fornitore di soluzioni di trasporto intelligenti e sostenibili, creando una vera e propria divisione chiamata MAN DivitalServices e dedicata allo sviluppo di soluzioni digitali su misura per i veicoli MAN.


 


MAN Truck & Bus ha alzato il sipario svelando già alcune novità per lo IAA che si terrà a settembre 2018. Infatti, in occasione della fiera settoriale biennale di Hannover, MAN presenterà i suoi prodotti di punta nel settore autocarri e autobus, soprattutto i propri sviluppi negli ambiti di elettromobilità, digitalizzazione e guida autonoma.

In particolare a Berlino, sulla pista del futuro aeroporto della capitale tedesca, abbiamo avuto modo di prendere contatto con alcune realtà che anticipano in maniera concreta il trasporto commerciale del prossimo futuro.


 


eTGE: il furgone che è entrato preponderantemente nella gamma del Leone, andandola a completare con un range che ora va dalle 3,5 tonnellate alle 44. A giugno è cominciata la produzione nello stabilimento MAN di Wrzesnia e ad Hannover il veicolo  (eTGE 4.140 100% elettrico) sarà già disponibile nelle concessionarie.

Con un’autonomia di circa 160 chilometri e un carico utile di 1 – 1,75 t (a seconda dell’omologazione), il modello elettrico è nato per il settore della logistica dell’“ultimo miglio”. Ha un volume di carico di quasi undici metri cubici e, a seconda dell’omologazione (come veicolo da 3,5 o da 4,25 tonnellate), un carico utile max. di 1,75 tonnellate e, come detto, un’autonomia teorica massima di 160 km e sarà inizialmente disponibile come furgone nella variante con tetto alto.

Stupefacenti i tempi di ricarica: con un wallbox a CA da 7,2 chilowatt e richiede circa cinque ore e mezzo. Se il punto di carica è a corrente continua con presa di carica combinata (CCS = Combined Charging System) e potenza di carica di 40 chilowatt, il caricamento del veicolo fino all’80% richiede 45 minuti al massimo.


 


eTruck: sembra impossibile ma ci siamo. Il veicolo pesante 100% elettrico è, grazie a MAN, una realtà. Lo abbiamo guidato sulla pista di Berlino con un carico di 20 tonnellate e ne abbiamo testato la potenza e la capacità di ricarica in fase di frenata. Si tratta di un veicolo su base TGM (26 t di PTT), una motrice con telaio a cassa mobile in configurazione assiale 6×2. Il motore elettrico disposto centralmente nel telaio ha una potenza di 264 kW e trasmette la coppia da 3100 Nm alle ruote di comando senza ingranaggi, regalando una autonomia di circa 200 km, in totale silenzio e ad emissioni zero!


 


Platoonig: Il primo passo verso la guida autonoma è il Platoonig, con quello che viene definito Livello 2 di automazione alla guida. All’aeroporto di Berlino-Brandeburgo, dove si è svolta la pre-conferenza stampa, non manca di certo lo spazio libero. Sulla via di rullaggio dell’aeroporto, MAN ha dimostrato come funziona il platooning di autocarri. Si tratta di un timone elettrico che collega due o più truck: il primo stabilisce la velocità e la direzione, quello successivo segue in maniera automatizzata ad una breve distanza di soli 10-15 metri circa. Sfruttando la scia che si viene a creare, il convoglio risparmia fino al dieci percento di carburante. Anche nel mezzo che segue è comunque presente un conducente che in caso di necessità può intervenire al posto del sistema. Da fine giugno, nell’ambito di un progetto pilota, un platoon di MAN è già in viaggio sull’autostrada A9 tra Monaco di Baviera e Norimberga. Il produttore di veicoli commerciali sta testando insieme a DB Schenker come si sta realmente comportando questa tecnologia nel traffico stradale. La prova su campo è svolta insieme all’Istituto Fraunhofer che sta studiando gli effetti sui conducenti.


 


Naturalmente ad Hannover la Casa di Monaco porterà tutta la sua gamma di veicoli pesanti, legger e autobus, dimostrando come sia in grado di soddisfare tutte le esigenze di trasporto, presenti e… future.


Appuntamento allo IAA, quindi dal 20 al 27 settembre prossimi.


Condividi questo articolo

1,290
prezzo medio gasolio

Registrati gratis al convegno