web-tv

Sei qui: Home > Sezione VEICOLI > > Oppimitti Costruzioni sceglie Scania

Ruote Industriali

Oppimitti Costruzioni sceglie Scania

Scritto da

Valeria Di Rosa

il 3 Maggio 2021

L’azienda ha acquistato 10 veicoli Scania 520S, con l’obiettivo di fare un ulteriore passo in avanti sul fronte della sostenibilità ambientale

Oppimitti Costruzioni s.r.l. è una realtà impegnata nel settore delle infrastrutture e delle opere pubbliche e leader nel settore dell’ecologia. La sua storia  ha origini nel 1957, crescendo prima nel settore agricolo e poi nell’ambito del settore delle opere pubbliche. Da sempre attenta alle tematiche ambientali, ha scelto di acquistare 10 Scania 520S, che sono stati consegnati dalla concessionaria Scandicar.


“Abbiamo deciso di acquistare 10 nuovi veicoli Scania 520S dalla concessionaria Scandicar, mezzi estremamente all’avanguardia dal punto di vista dell’efficienza energetica – ha dichiarato Renato Oppimitti, proprietario dell’azienda. – I veicoli verranno utilizzati per il trasporto dei materiali in entrata e in uscita dai nostri impianti. Grazie ai consumi ridotti e alle basse emissioni ci consentiranno di fare un ulteriore passo in avanti dal punto di vista della sostenibilità ambientale che caratterizza da sempre gli investimenti e i progetti di sviluppo della nostra azienda. L’investimento nei nuovi mezzi rappresenta altresì un importante tassello nel processo continuo di miglioramento delle condizioni di sicurezza sul lavoro del personale addetto”.



Oppimitti Costruzioni è attenta alla energie rinnovabili e per questo ha costruito un impianto di biogas da rifiuti


“Un’azienda per continuare a crescere deve essere in grado di diversificare la propria attività, ecco perché negli anni ‘80 ho deciso di entrare nel settore dei rifiuti e dei servizi ecologici”, evidenzia Renato Oppimitti. “Non è facile avviare nuove attività, le difficoltà sono sempre tante. Ho avuto accanto a me la mia famiglia che mi ha seguito e supportato in ogni momento. Mia moglie Adriana e i miei figli Silvia e Stefano sono stati dei tasselli fondamentali nel percorso di crescita dell’azienda. I miei figli, in particolare, hanno iniziato a seguire l’azienda molto presto; questo non gli ha impedito, anche se con grandi sacrifici, di continuare gli studi fino alla laurea. Questo ha consentito loro di portare idee innovative e nuovi progetti che, insieme, abbiamo realizzato. È grazie a loro che l’azienda ha fatto un grande passo avanti e continua a crescere, è grazie alla loro voglia di fare sempre di più e meglio, al loro spirito di sacrificio e alla dedizione e professionalità che mettono in tutto quello che fanno. Questa è sicuramente una garanzia per il futuro dell’azienda”.


La storia di Renato Oppimitti, però, insegna come la spinta al cambiamento sia inarrestabile. Ecco perché negli anni successivi espande la propria attività specializzandosi anche nel recupero e nella valorizzazione del rifiuto e nella produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili.


È proprio la grande attenzione alle energie rinnovabili che porta Oppimitti alla costruzione di un impianto di biogas da rifiuti, grazie al quale viene prodotta energia elettrica, e alla realizzazione di numerosi parchi eolici. Nel corso degli anni l’azienda ha continuato ad investire in ricerca e sviluppo per concepire nuove tecnologie nel recupero e nella valorizzazione dei rifiuti.


“L’attività è in continua crescita sia dal punto di vista della quantità che della qualità, la flessibilità tecnologica e la professionalità del nostro personale ci hanno permesso nel giro di pochi anni di arrivare ai primi posti in Italia tra le aziende di recupero degli imballaggi in plastica”, ha evidenziato Oppimitti. “Posso dire con orgoglio che tutti i nostri impianti per il loro funzionamento utilizzano energia elettrica da fonti rinnovabili prodotta in loco dalle nostre centrali eoliche”.


Condividi questo articolo

Configura il partner giusto per il tuo business

1.444
prezzo medio gasolio

Ascolta la web radio del trasporto