web-tv

Sei qui: Home > Sezione VEICOLI > > Nuovo Sprinter 4×4…su, su per le montagne!

Nuovo Sprinter 4×4…su, su per le montagne!

Scritto da

Federica Lugaresi

il 11 Dicembre 2018

Fresca di presentazione la nuova edizione dello Sprinter 4×4 di Mercedes-Benz. Arrivato alla sua terza generazione, ora il Van è disponibile con trazione integrale e pronto ad ogni sfida

Il mercato dei veicoli da lavoro leggeri, come è stato più volte detto, identifica un trend positivo che sembra voler restare tale per i prossimi anni. Va da sé che in un mercato così attivo, l’offerta delle Case sia in continua evoluzione, all’inseguimento delle nuove tecnologie e delle nuove tendenze.


La Stella ha svelato il nuovo Sprinter 4×4 in uno scenario assolutamente adatto e spettacolare. Ci siamo ritrovati infatti a percorrere il Passo del Rombo (2607 m), risalendo l’alta Valle del Timmelsjoch incisa nelle Alpi tirolesi.


Una strada innevata e ghiacciata, aperta solo per noi, dove trazione integrale e capacità di muoversi del veicolo sono state messe alla prova nelle condizioni più estreme. Ci ha graziato la buona visibilità, ma temperatura al limite dello zero e raffiche di vento hanno completato le difficoltà che lo Sprinter ha brillantemente superato.


Stiamo parlando infatti di un veicolo da lavoro adatto ad operare in cantieri e montagne, regioni innevate e campagna: “il nuovo Sprinter 4×4 dimostra in differenti contesti il proprio valore” dichiarano dalla Casa di Stoccarda. Questo vale sia per le operazioni in cantiere che per i settori alberghieri e del turismo.


Lo Sprinter 4×4 è il van più versatile tra i nostri prodotti e viene sempre ordinato dai nostri clienti quando la trazione posteriore e la trazione anteriore, recentemente introdotta, raggiungono i loro limiti. Questo vale ad esempio per operazioni in cantiere su terreno difficile o per l’uso come navetta VIP nelle località sciistiche. I dati di vendita del modello a trazione integrale erano già in costante crescita per la seconda generazione dello Sprinter ed intendiamo accelerare questa tendenza con la nuova terza generazione. Desideriamo inoltre rafforzarla ulteriormente nei mercati più importanti, come gli Stati Uniti e l’Europa”, ha dichiarato Norbert Kunz, responsabile Sprinter Product Management presso Mercedes-Benz Vans.


E sebbene non venga proposto come un fuoristrada, la carrozzeria rialzata di 155 millimetri nella parte anteriore e di 135 millimetri in quella posteriore  lancia un messaggio molto chiaro delle sue capacità nelle applicazioni off-road. Come abbiamo potuto constatare, il nuovo Sprinter a trazione integrale è perfettamente capace di superare -e senza alcuno sforzo – strade ghiacciate e cumuli di neve. Ma nello stesso tempo, il veicolo mantiene la sua idoneità alle applicazioni commerciali impegnative di tutti i giorni, dato che l’incremento di peso rispetto alle configurazioni tradizionali è di appena 140 kg.


La stella propone quindi un’ampia scelta di varianti per soddisfare sino in fondo le numerose e differenti applicazioni di questo 4×4. Le varianti base Furgone, Tourer e Telaio, più le configurazioni della cabina, le lunghezze, le portate e le altezze del vano di carico, insieme a trazione anteriore, posteriore ed integrale, consentono di ottenere oltre 1700 diverse versioni.


Ma veniamo alla tecnologia vera e propria.


Quando il motore è acceso, è possibile selezionare la trazione integrale premendo un pulsante nella plancia, sia a veicolo fermo che a velocità ridotta (fino a 10 km/h). In questa modalità di guida e durante il normale funzionamento, la coppia viene distribuita per un 35% sull’avantreno e per un 65% alle ruote posteriori. Presente anche un sistema ESP molto evoluto che resta in funzione anche a trazione integrale inserita, e che consente di affidarsi al veicolo in totale sicurezza: sistema di frenata antibloccaggio (ABS), regolazione antislittamento (ASR), ripartitore elettronico di frenata (EBV), Brake Assist (BAS) e sistema di assistenza in fase di spunto permettono di ottimizzare la guidabilità del veicolo che risulta effettivamente molto maneggevole.


Nel caso in cui una o più ruote perdano aderenza su una superficie scivolosa (ad es. su neve o ghiaccio), il sistema 4ETS (completamente integrato nell’ESP) blocca automaticamente il movimento delle ruote mediante dei brevi impulsi, aumentando la coppia motrice nelle ruote con una migliore aderenza. A tal fine, il sistema 4ETS utilizza i sensori ABS nelle ruote. Per lo Sprinter 4×4, a richiesta è disponibile anche il riduttore ‘Low Range’. “Quando il veicolo è fermo con il motore acceso, la modalità 4×4 attivata e la frizione innestata o con il cambio automatico in posizione ‘N’, questo sistema riduce il rapporto di trasmissione del 42%. Anche la velocità massima consentita dalle singole marce viene ridotta di conseguenza. Nel contempo, la forza di trazione aumenta” ci assicurano in Mercedes.


Ma la Stella ha voluto agevolare anche in fase di discesa e non solo in salita. Ecco infatti che compare l’optional del sistema Downhill Speed Regulation (DSR) che provvede a gestire cambio e trazione nei tratti in discesa, mantenendo una velocità preimpostata. Il DSR si attiva con un pulsante nell’abitacolo. La velocità viene regolata tramite un interruttore basculante sul volante.


Veniamo alle motorizzazioni che sono, ovviamente, tutte conformi alle normative applicabili sulle emissioni e che in Europa, soddisfano i requisiti della normativa Euro 6/VI. Il Mercedes Sprinter 4×4 viene proposto con motore diesel a 6 cilindri da 190 CV, e a 4 cilindri da 129 e 163 CV.


La variante da noi provata –  316 CDI 4×4 – è dotata di cambio manuale e Wet Wiper System. Si tratta di un sistema, introdotto per la prima volta sullo Sprinter, che garantisce una visibilità ottimale anche durante il funzionamento del tergicristallo. Il liquido lavacristalli, incanalato nei bracci del tergicristallo, viene infatti spruzzato direttamente davanti alle spazzole ed immediatamente deterso. Questo migliora la pulizia dei cristalli e garantisce al conducente una visibilità ottimale, aumentando la sicurezza in condizioni di scarsa illuminazione e di strade invernali.


Importante anche la connettività che identifica una delle prerogative del veicolo, grazie al sistema multimediale MBUX che soddisfa qualsiasi desiderio in tema di connessione e di tecnologie all’avanguardia. L’ MBUX – che di acronimo fa Mercedes-Benz User Experience – è dotato di display da 7 (di serie) o 10,25 pollici con definizione HD e si attiva mediante pulsanti sul volante, touchscreen o un nuovissimo sistema di comando vocale. Il display centrale è il centro di comunicazione per tutte le informazioni che si raccolgono qui. Per es. è possibile visualizzare il prezzo del carburante in diverse stazioni di servizio nei pressi o dati sul meteo per la prossima missione in montagna.


Gli ordini del nuovo Mercedes Sprinter 4×4 sono già stati aperti sul mercato europeo, con prezzi che in Germania partono da 43.772 euro (IVA esclusa) per la versione con passo standard; per la versione autotelaio il prezzo è di 39.000 euro.


 


Condividi questo articolo

Accessori in acciaio inox per il tuo truck.

1,452
prezzo medio gasolio

Ascolta la web radio del trasporto