web-tv

Sei qui: Home > Sezione VEICOLI > > Nuovo Master: grandi prestazioni su ogni tipo di strada

Nuovo Master: grandi prestazioni su ogni tipo di strada

Scritto da

Francesca Lugaresi

il 16 Giugno 2015

Agile, potente e soprattutto gran lavoratore su tutte le strade. È il nuovo Master by Renault Trucks, il veicolo più compatto della gamma francese che, pur restando nell’ambito della guida con patente B, offre un’elevata portata utile e caratteristiche tecniche da vero camion.
La nuova generazione con motore Euro 5+ ha esordito nel 2014 ed è disponibile con versioni di massa complessiva che spaziano da 2,8 a 4,5 tonnellate. La gamma spicca per la grande flessibilità delle configurazioni proposte: il Renault Master by Renault Trucks si può avere con trazione anteriore o posteriore, secondo la massa, con ruote singole o gemellate o con cambio manuale o robotizzato.
Il Nuovo Master è stato messo alla prova su un percorso misto.
Nello specifico, la prova su strada è avvenuta col modello Master 165.35, il più potente della gamma, nella configurazione con passo lungo (4332 millimetri), cui si aggiunge uno sbalzo posteriore di 1669 millimetri. Si ottiene così una lunghezza carrozzabile di 5470 millimetri, che è stata ben sfruttata dalla furgonatura Bertacchini in alluminio, con pianale lungo 4000 millimetri e con altezza al portale di 2200 millimetri. In concreto, questo allestimento offre una capacità di oltre sedici metri cubi. A rendere questo modello ancor più simile ad un piccolo camion è il ponte posteriore, che attua la trazione, equipaggiato di ruote gemellate.


In città
La domanda che ci si è posta è “ma il guadagno in capacità di carico limita l’uso in città?” Questo è il tema del test, avvenuto nelle vie di Milano. In questa situazione, il Renault Master assicura un raggio di volta di soli 8100 millimetri, che permette di attuare rapidamente anche le manovre più critiche, come l’inversione a U.
Nel traffico urbano è importantissima la visibilità laterale, specialmente sul lato destro del veicolo. Proprio per ridurre l’angolo cieco su questo lato, il Renault Master offre uno specchio retrovisore grandangolo montato sull’aletta parasole destra.
Il motore è progettato per ridurre i consumi in città, usando tre tecnologie. La prima è la funzione eco, che riduce la potenza massima erogata quando lo decide l’autista e la guida in città è una situazione tipica di questi tipo. Il conducente può attivare la modalità eco premendo un tasto sulla plancia e disattivarla nello stesso modo. Inoltre, quando viene spento il motore, questa funzione si disattiva in modo automatico. La seconda tecnologia utile in città è lo Stop & Start, che spegne il motore automaticamente quando il veicolo si ferma, come per esempio al rosso del semaforo. Quando l’autista preme la frizione, il motore si riaccende da solo. La terza tecnologia è la doppia turbina del turbocompressore, che è disponibile sulle versioni più potenti (135 CV e 165 CV). Le due turbine hanno dimensioni diverse: una piccola (ma ad alta pressione) entra in funzione a bassi regimi del motore, ossia tra 600 e 2000 giri/minuto, erogando la sovralimentazione anche quando il veicolo procede a velocità relativamente ridotte. Sopra i 2000 giri/minuto e fino a 3500 giri si attiva anche la turbina più grande a bassa pressione e le due turbine lavorano insieme. Sopra i 3500 giri/minuto, lavora solo la turbina più grande. In questo modo, si garantisce la massima pressione di sovralimentazione durante un ampio intervallo di regime del motore. I vantaggi concreti sono una riduzione dei consumi di gasolio e migliore comfort di guida.
La guida cittadina richiede la massima attenzione dell’autista, che però deve spesso manovrare diversi dispositivi. Il Renault Master risponde in modo efficace a entrambe le necessità, ponendo tutti i comandi a portata di mano. Alcuni, come quelli della radio e del regolatore della velocità (cruise control), sono sul volante.
L’abitacolo offre diverse soluzioni che migliorano la vita e il lavoro, come il sedile con sospensione meccanica (su richiesta), la regolazione del volante in altezza, il climatizzatore, il supporto per telefono cellulare con presa usb per la ricarica, lo schienale del sedile centrale che si abbatte in avanti, presentando un tavolino.


Sulle strade extraurbane
Questo automezzo può viaggiare spesso nelle strade extraurbane, che permettono velocità maggiori, ma che nello stesso tempo possono avere un’elevata intensità di traffico. Anche in questo caso il biturbo è utilizzato per consentire una veloce ripresa dopo un rallentamento causato, per esempio, dall’immissione in una rotonda. Le strade extra-urbane attivano spesso i sistemi elettronici di sicurezza dei veicoli e da questo punto di vista il Renault Master dispone di una dotazione di sicurezza completa: Controllo Elettronico della Stabilità (ESC), Hill Start Aid, ovvero l’aiuto alla partenza in salita, l’assistenza alla frenata d’emergenza (Emergency Break Assist), il controllo elettronico della trazione (Extended Grip), la funzione di stabilità del rimorchio (Trailer Swing Assist), il controllo adattivo del carico (Adaptive Load Control) e il sistema anti-ribaltamento (Anti Rollover Control System).


Tra salite e tornanti
Le prestazioni del Renault Master sono state testate anche su un percorso collinare nell’Oltrepò Pavese, sui primi colli dell’Appennino tra Lombardia, Piemonte e Liguria. In questo caso, il Renault Master ha attivato le sue diverse qualità per affrontare al meglio salite e discese: ai tornanti, l’accoppiata tra servosterzo e biturbo assicura un’elevata agilità; se ci si ferma in salita, lo  Hill Start Aid ci fa ripartire comodamente, mentre la discesa sicura è garantita dai freni a disco ventilati attuati da un sistema elettronico che comprende antibloccaggio ABS, l’aiuto alla frenata d’emergenza e la regolazione dell’ESP sulla base del carico del veicolo.
Chi sceglie un veicolo da 3,5 tonnellate con motore da 165 CV viaggia anche in autostrada e vuole farlo nel modo più produttivo e comodo. Nella prova lungo una quarantina di chilometri dell’autostrada A7 si apprezza il comfort del sedile, che ha anche un bracciolo, e la possibilità d’inserire il cruise control, che permette di percorrere lunghe distanze senza dover premere l’acceleratore, ovviamente quando le condizioni del traffico lo consentono. L’autostrada consente anche di viaggiare in sesta marcia (che ha un rapporto di 0,79), aumentando ancor più il comfort e riducendo ulteriormente i consumi.


Nuovo design
Il Master by Renault Trucks ha beneficiato di alcune importanti modifiche estetiche. Presenta ora un nuovo cofano, una nuova calandra e può essere equipaggiato con uno schermo anti-ghiaia sul radiatore. Come i veicoli delle gamme pesanti Renault Trucks, il nuovo Master dispone di una targhetta identificativa rossa “by Renault Trucks” sulla portiera del conducente e del passeggero e, sulle configurazioni furgone, anche sulla porta posteriore del veicolo.


Il servizio
Dato che il servizio rappresenta per Renault Trucks una parte integrante del veicolo, il nuovo Renault Master beneficia di servizi adeguati alle proprie applicazioni. Ad esempio i distributori con l’offerta Fast & Pro dispongono di un’area dedicata ai veicoli commerciali, con tempi di consegna veloci per la manutenzione del veicolo e costi controllati. La qualità del servizio Renault Trucks è garantita anche grazie ai contratti di manutenzione Start & Drive e alle soluzioni di finanziamento e assicurative ottimizzate.


Condividi questo articolo

1,290
prezzo medio gasolio

Registrati gratis al convegno