BT SHOW - PT 3 - TRASPORTARE OGGI E INARRESTABILI

Scania Leader nel Trasporto Sostenibile

MAN TGE telaio cabina frigorifero LAMBERET

web-tv

Sei qui: Home > Sezione VEICOLI > Ruote commerciali > Nuovo Fiat Ducato: ecco le novità

Ruote commerciali

Nuovo Fiat Ducato: ecco le novità

Scritto da

Francesca Lugaresi

il 13 maggio 2014

Il Nuovo Fiat Ducato è l’ultima evoluzione di un best seller che da 33 anni, con le sue 5 generazioni, si conferma il miglior compagno di viaggio e lavoro per oltre 2,6 milioni di clienti che lo hanno scelto sin dal 1981. Oggi, per continuare a giocare un ruolo da protagonista, il nuovo veicolo introduce numerose novità per rispondere alle nuove esigenze dei clienti offrendo più tecnologia, più efficienza e più valore.
Il nuovo stile degli esterni nasce da un ‘car design’ all’avanguardia che, unito al concept di un vero veicolo commerciale leggero, trasmette un forte senso di dinamismo, sicurezza, qualità e robustezza. Dunque, il nuovo veicolo di Fiat Professional sviluppa ulteriormente il concetto di “design abbinato alla funzionalità” che da sempre caratterizza il modello. In particolare, tra le novità spicca la possibilità di personalizzare l’estetica del veicolo con numerose soluzioni: due diversi colori della  calandra anteriore, lo “skid-plate” che arricchisce la parte inferiore del paraurti,  nuovi proiettori con DRL integrate (a richiesta con tecnologia LED) e nuovi cerchi in lega leggera da 16″.  Inoltre, i proiettori in posizione elevata ed il paraurti protettivo suddiviso in 4 sezioni riducono costi di riparazione. Il design del cofano e le soluzioni adottate riducono i costi di manutenzione e migliorano l’accessibilità al vano motore.


All’interno, il Nuovo Ducato propone tre ambienti – Classic, Techno e Lounge – con livelli crescenti di raffinatezza ed eleganza, caratterizzati da nuovi sedili con rivestimento in tessuto antimacchia che mantengono il livello di comfort al top di gamma e dal nuovo porta-bicchieri integrato nella console centrale. Tra l’altro, per primo il Nuovo Ducato porta nel segmento l’esclusivo Supporto Multifunzionale disponibile al centro di tutte le plance in gamma e utilizzabile con tutti i device quali smartphone, tablet oltre ai tradizionali block notes.


Rispetto al modello precedente le doti di affidabilità e robustezza sono state ulteriormente incrementate grazie al patrimonio tecnologico di Fiat Professional e all’esperienza maturata esportando e testando il modello Ducato in tutto il mondo. Oggi come mai prima d’ora, Ducato si rivolge a un mercato globale e deve essere in grado di rispondere a una grande varietà di missioni, sempre più ardue, migliorando robustezza e affidabilità grazie a specifici rinforzi sulla scocca e sulle porte, al comfort, ai nuovi sistemi frenanti che incrementano durata e alle prestazioni, ai miglioramenti apportati alla durata delle sospensioni e della frizione e ad una nuova ed esclusiva vernice bianca che mantiene inalterata la qualità nel tempo.
 
In linea con la richiesta di tutti i clienti, il Nuovo Ducato fa un ulteriore passo avanti anche in termini di efficienza e costi di gestione sviluppando una strategia a lungo termine volta a migliorarne le prestazioni. In particolare, lavorando su materiali e componenti si è riusciti a bilanciare l’aumento di peso, causato dai rinforzi della scocca, riducendo il peso a vuoto (fino a 20 kg in meno sui cabinati). Inoltre, grazie alle speciali sospensioni posteriori in materiale composito – il Nuovo ducato è l’unico veicolo della sua categoria a proporle – si è ottenuto un’ulteriore riduzione di peso di 15 chili.
Meno peso significa anche maggiore efficienza e minori emissioni di CO2, indipendentemente dal motore adottate. E per ridurre ulteriormente le emissioni e il consumo di carburante, il Nuovo Ducato offre soluzioni ecologiche, quali pneumatici a bassa resistenza al rotolamento, olio a bassa viscosità  e fasce elastiche a basso attrito.


 Contribuisce alla massima efficienza del nuovo veicolo la rinnovata gamma di propulsori Multijet (Euro 5+) che conferma l’apprezzata ed esclusiva strategia “one-mission – one engine” di Fiat Professional. Ecco allora il 2.0 MultiJet 115 CV e 280 Nm di coppia massima (cambio a 5 marce), il “downsizing perfetto”, economico e con ottime prestazioni soprattutto nell’ambito urbano. Al centro della gamma Ducato troviamo 2.3 MultiJet 130 CV, 320 Nm di coppia massima (cambio a 6 marce), la risposta ideale per un utilizzo misto – agile nel traffico, brillante nelle lunghe percorrenze – anche grazie alla disponibilità di una coppia elevata già a bassi giri. Da sottolineare che  sulla specifica versione 2.3 Multijet 130 CV ECO – autolimitata a 90 km/h di velocità massima – i valori raggiunti sono sorprendenti: 153 g/km di CO2 e 5,8 l/100 km di consumo di carburante nel ciclo combinato.


Terzo motore in gamma il 2.3 MultiJet 150 CV, 350 Nm di coppia massima (cambio a 6 marce), il ‘best in class’ per il rapporto tra bassi consumi ed alte prestazioni unite ad un peso ridotto: è l’ideale per gli impieghi gravosi. Spazio anche al potente 3.0 MultiJet 180 CV, 400 Nm di coppia massima (cambio a 6 marce) capace di soddisfare sia i professionisti che privilegiano la potenza, la coppia e la ripresa sia coloro che necessitano di allestimenti più pesanti quali motorhome di grandi dimensioni. Infine, successivamente al lancio, sarà disponibile il 3 litri Natural Power (Euro 6) da 140 CV e 350 Nm di coppia a doppia alimentazione metano/benzina.


Inoltre, per ridurre ulteriormente il consumo di carburante, il Nuovo Ducato adotta altre tre tecnologie: il cambio automatizzato Comfort-matic (disponibile sui motori 2.3 e 3.0 litri) che offre fino al 5% di risparmio di carburante e maggiore comfort di guida; lo Start & Stop in grado di ridurre i consumi fino al 15% sui percorsi urbani (disponibile sui motori 2.3 Multijet 130 e 150 CV); e il nuovo Gear Shift Indicator che aiuta ad ottimizzare lo stile di guida, suggerendo la marcia giusta per risparmiare carburante.


Durata, robustezza e conseguente aumento del valore residuo, uniti ad efficienza e bassi costi di gestione e alla riduzione del prezzo dei ricambi, consentono al Nuovo Ducato di vantare costi di manutenzione e riparazione tra i minori della categoria, contributo fondamentale al miglioramento del ‘Total Cost of Ownership’, ovvero il costo totale di esercizio tra l’acquisto e la vendita del veicolo.


Condividi questo articolo

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

Scopri il nuovo TGE. Non è un VAN, è un MAN.

1,290
prezzo medio gasolio

Il Convegno a Ecomondo