web-tv

Sei qui: Home > Sezione VEICOLI > > Navi a GNL per il trasporto marittimo dei veicoli del Gruppo Volkswagen

Ruote commerciali

Navi a GNL per il trasporto marittimo dei veicoli del Gruppo Volkswagen

Scritto da

Federica Lugaresi

il 12 Ottobre 2016

Il Gruppo Volkswagen ha deciso di migliorare significativamente la footprint della propria flotta per il trasporto marittimo, ed è uno tra i primi Costruttori automobilistici a farlo, utilizzando due navi alimentate a gas naturale liquefatto (GNL) sulle rotte tra l’Europa e il Nord America. Le due navi charter in questione, della Siem Car Carriers, rappresentano una vera e propria pietra miliare sulla strada per un trasporto marittimo più ecologico

Wolfram Thomas, Responsabile della Produzione di Gruppo, ha dichiarato: “Il Gruppo Volkswagen si sta assumendo le proprie responsabilità nei confronti dell’ambiente. Ciò vale non solo per le nostre auto, ma anche per la produzione e la logistica. Stiamo concentrando tutti i nostri sforzi per ottimizzare la compatibilità ambientale nell’ambito della logistica, sotto la denominazione Green Logistics. Con l’entrata in servizio dei due mercantili alimentati a GNL sulla rotta tra l’Europa e il Nord America, Volkswagen Group Logistics si sta muovendo verso il trasporto ecocompatibile ed efficiente a livello di risorse”. Si sta attualmente considerando l’utilizzo di navi per il trasporto Roll-on/roll-off alimentate a GNL anche su altre rotte.


Le due navi, con una lunghezza di circa 200 metri e una larghezza di circa 36 metri, hanno una capacità di circa 4.500 veicoli. Dotate di un serbatoio di GNL da 3.000 m3 installato sotto il ponte, avranno perciò una capacità comparabile a quella di transatlantici mercantili tradizionali. Entrambe le navi saranno equipaggiate con un motore da 12.600 kW sviluppato da MAN Diesel & Turbo.


L’utilizzo dei due mercantili alimentati a GNL per la logistica dei veicoli nel Nord Atlantico ridurrà le emissioni, per nave e all’anno, fino al 25% nel caso della CO2, fino al 30% nel caso degli NOx, e fino al 60% nel caso del particolato, mentre le emissioni di SOx saranno abbattute fino al 100%. Le emissioni saranno ulteriormente ridotte attraverso l’utilizzo di un motore marino altamente avanzato dual-fuel con iniezione diretta e trattamento dei gas di scarico. I motori adottati da Siem Car Carriers saranno quindi più ecocompatibili dei precedenti.


Il Gruppo Volkswagen è già entrato a far parte del Clean Shipping Network all’inizio del 2014, ed è stato il primo Costruttore tedesco a utilizzare questo indice per stimare l’impatto ambientale del trasporto marittimo. Oltre allo smaltimento di prodotti chimici e rifiuti, i criteri di valutazione includono anche le emissioni di anidride carbonica (CO2), ossidi di azoto (NOx), particolato e ossidi di zolfo (SOx).


 


Condividi questo articolo

L’edizione limitata per i 50 anni del V8 Scania

1,290
prezzo medio gasolio

Ascolta la web radio del trasporto