web-tv

Sei qui: Home > Sezione VEICOLI > > Mercedes per la sicurezza dei van

Ruote commerciali

Mercedes per la sicurezza dei van

Scritto da

Francesca Lugaresi

il 9 Marzo 2013

Per la Mercedes la sicurezza non deve essere prerogativa delle auto di lusso, e nemmeno soltanto delle auto. Non è una novità perché tutta l’offerta della “Stella” nel settore dei camion propone sistemi e soluzioni d’avanguardia in materia. Ma ora al centro dell’attenzione dei tecnici della Casa tedesca ci sono i van, i veicoli commerciali leggeri per i quali la Mercedes ha messo a punto alcuni dispositivi derivati dai suoi modelli di auto più prestigiosi. Il risultato di questo lavoro è stato presentato a fine febbraio durante una giornata di test dimostrativi sulla sua pista di Boxberg, non lontano da Stoccarda, dove gli ingegneri Mercedes hanno presentato e illustrato cinque nuove soluzioni messe a punto per i suoi van, Sprinter e Vito.


Tre dei dispositivi in questione sono delle vere e proprie novità del tutto inedite sui veicoli commerciali. Uno di questi tre sistemi è il Collision Prevention Assist che monitora continuamente l’area davanti all’automezzo inviando a una apposita centralina tutti i dati relativi a ciò che rileva. La centralina in questione analizza in tempo reale le informazioni ricevute e se rileva che ci si sta avvicinando troppo a un altro veicolo o comunque a un ostacolo, interviene inviando prima un segnale d’allarme al conducente e quindi – se non ci sono interventi da parte di chi guida – avviando degli interventi automatici nel tentativo di evitare l’incidente. Se tutto ciò è inutile altre operazioni di salvaguardia vengono “comandate” dalla centralina, al fine di ridurre i danni dall’urto. Il Collision Prevention Assist, opera sfruttando un altro sistema elettronico di sicurezza, il Brake Assist System, che aiuta ad avere il miglior effetto frenante in caso di frenate improvvise (il principio di funzionamento si basa sul tempo che intercorre da quando si rilascia il pedale dell’acceleratore e si comincia a pigiare quello del freno; la repentinità della manovra viene interpretata come interpretata come una conseguenza di una situazione di emergenza). Altra novità mutuata da ciò che già è disponibile sulle automobili Mercedes è il cosiddetto Blind Spot Assist che si occupa di monitorare ciò che succede alle spalle del veicolo. Se il sistema “vede” che ci si sta spostando dalla propria corsia nel momento in cui  arriva un altro veicolo, entra in funzione un segnale di allerta per chi è al volante, applicando anche una certa correzione allo sterzo al fine di far mantenere al mezzo la sua direzione. Per le nostre strade e autostrade molto esposte al vento, la terza novità assoluta illustrata nella giornata di Boxberg è forse la più interessante. Si tratta infatti di un sistema capace di misurare i colpi di vento laterale e laddove questi siano forti e tali da far variare la direzione del veicolo (o il suo equilibrio) interviene con i sistemi Esp e Abs al fine di contrastare le spinte irregolari del vento, rallentando ed eventualmente correggendo la traiettoria, facendo così mantenere la corretta linea di marcia. Si chiama Crosswind Assist e come si può immaginare è particolarmente interessante per i veicoli come i furgoni, che hanno una sagoma molto alta, che spesso finisce col fare da vela, imprimendo al veicolo forti spinte laterali.


Non novità assolute ma di sicura utilità per la sicurezza, sono altri due sistemi illustrati al forum tecnico di Boxberg. Sono il Lane Keeping Assist e l’Highbeam Assist. Il primo controlla come si sta viaggiando in senso longitudinale, e qualora il sistema noti che si sta uscendo dalla propria corsia vengono emessi dei segnali sonori e luminosi che sollecitano il conducente a prestare attenzione. In sostanza è un sistema per lottare contro il problema del sonno, causa di tanti incidenti. L’Highbeam Assist è invece il dispositivo che tiene sotto osservazione la corsia di marcia contraria a quella in cui si viaggia, e quando si hanno i fari abbaglianti inseriti, nel caso che rilevi l’arrivo di un altro veicolo, interviene automaticamente e disinserisce gli abbaglianti, per evitare di mettere in difficoltà l’alto conducente, creando magari pericolo. I nuovi dispositivi verranno messi in vendita nei prossimi mesi.


Condividi questo articolo

1,290
prezzo medio gasolio

Ascolta la web radio del trasporto