web-tv

Sei qui: Home > Sezione VEICOLI > > MBI: Off road Silver star

Ruote Industriali

MBI: Off road Silver star

Scritto da

Luca Barassi

il 23 Aprile 2009

 




C’è il sole. E molta polvere, sul campo prove di Sauberg, quello destinato a mettere in stato di autentico stress i veicoli della serie Unimog. E oggi, invece, palcoscenico ideale per testare il nuovo Actros versione cantiere. Un veicolo che appare chiaramente destinato ad occupare una posizione di leader anche in un mercato complesso e particolare per il


settore come quello italiano.


Già nella precedente edizione i veicoli di questa gamma godevano della fama di robuste macchine operatrici, oggi l'Actros da cantiere si presenta con numerose novità e migliorie studiate per renderlo più che mai perfetto per l'impiego in cantiere.


I ribaltabili, i ribaltabili a trazione


integrale, le betoniere, i trattori stradali e gli autotelai speciali di nuova edizione sono disponibili in versione a due, tre e quattro assi, in nove classi di potenza che spaziano da 320 Cv a 598 Cv. Le configurazioni assali previste vanno dal due assi “4×2”


a trazione posteriore fino alla formula “8×8/4”, un quattro assi a


trazione integrale e due assi anteriori sterzanti.



PowerShift in versione off road


Il nuovo cambio automatico PowerShift è ora disponibile anche per l'Actros da cantiere nella versione appositamente studiata per l'impiego in fuoristrada. Lontano dalle strade asfaltate, ciò che conta è prima di tutto la velocità e la precisione degli innesti. I tempi di innesto particolarmente corti e, di conseguenza, le brevissime interruzioni degli accoppiamenti di forza che contraddistinguono il cambio PowerShift Offroad impediscono che l'autocarro rimanga bloccato su terreni impervi o che perda velocità nelle salite particolarmente ripide.


Nelle difficili condizioni di lavoro in cantiere si dimostrano particolarmente utili le funzioni speciali del cambio PowerShift, come la modalità di disimpegno dal fondo stradale e le quattro retromarce. La gestione precisa del cambio è resa, invece, possibile dai sensori d'inclinazione integrati. Il cambio dispone di bracci in acciaio fucinato particolarmente robusti, e quindi anche estremamente longevi, sviluppati specificamente per il gravoso impiego in cantiere.


Elevata attenzione ai componenti


Il nuovo Actros da cantiere riprende l’accattivante design dell'Actros per il trasporto di linea, anch'esso recentemente rinnovato, ma presenta anche numerose caratteristiche che lo rendono ancora più imbattibile nei gravosi impieghi in cantiere ed escludono a priori i costi e i fastidi di salate riparazioni.


Il nuovo Actros da cantiere dispone, ad esempio, di una robustissima piastra di protezione in acciaio legato dello spessore di tre millimetri che, oltre a preservare il radiatore e il motore da eventuali danni, è anche esteticamente molto gradevole. Una dotazione tipica dell'impiego cantieristico è il predellino mobile ottimizzato per l'accesso in cabina, il quale sopporta ora anche i carichi trasversali, è resistente alla corrosione e può essere installato anche sui modelli precedenti. Il predellino mobile è disponibile in due versioni per autocarri a trazione integrale e a trazione tradizionale.



Robustezza prima di tutto


Molto pratici si rivelano anche i retrovisori protetti, la cui robusta struttura è costituita da materiale sintetico antigraffio e resistente agli urti. Nuove anche le griglie di protezione in acciaio dei proiettori, che proteggono efficacemente diffusori e lampadine da eventuali danneggiamenti. Tra i componenti di un autocarro da cantiere maggiormente esposti al rischio di danneggiamenti vi è il serbatoio del carburante, che può ora essere equipaggiato con una piastra protettiva che si applica dal basso.


La dotazione del nuovo Actros da cantiere comprende numerosi particolari innovativi. Una novità assoluta è costituita dal sensore luci e pioggia nonché da molti altri equipaggiamenti studiati per assicurare ancora più comfort al conducente. Particolarmente importante su un autocarro da cantiere è il corrimano continuo, che ora corre anche lungo il tetto della cabina, a vantaggio di maggiore comfort e sicurezza.


Condividi questo articolo

L’edizione limitata per i 50 anni del V8 Scania

1,290
prezzo medio gasolio

Ascolta la web radio del trasporto