BT SHOW - PT 2 - INARRESTABILI E TRASPORTARE OGGI

Il nuovo DAF LF

web-tv

Sei qui: Home > Sezione VEICOLI > Ruote ecologiche > L’Euro 6 a metano Scania fa strada

Ruote ecologiche

L’Euro 6 a metano Scania fa strada

Scritto da

Francesca Lugaresi

il 28 luglio 2014

Di metano, quale alternativa al carburante tradizionale, se ne sente parlare sempre più spesso anche nel mondo dei truck, soprattutto in alcuni ambiti specifici come la raccolta rifiuti. Una scelta  compiuta anche dal Consorzio Formula Ambiente di Cesena, che ha acquistato un veicolo ecologico Scania di ultima generazione, destinato ai sevizi di raccolta rifiuti in Romagna.
Nel perseguire la politica del rispetto dell’ambiente e la limitazione di emissioni in atmosfera, si è dotato di uno SCANIA modello P340 DB 6×2*4 MNA alimentato a metano. Silenzioso, con consumi ridotti della metà e impatto ecologico bassissimo, il compattatore a tre assi da 260 quintali potrebbe essere il primo di una lunga serie, se le prove andranno bene come previsto.

L’auspicio è di poter gradualmente estendere questa tecnologia a gran parte del parco mezzi del Consorzio che conta più di 500 veicoli in tutta Italia. Una trentina sono già alimentati a metano, ma tutti di dimensioni ridotte, sotto ai 65 quintali. L’interesse per questo tipo di propulsori è particolarmente forte in Romagna, dove Consorzio Formula Ambiente svolge il servizio di raccolta rifiuti per conto di HERA S.p.A.

L’accordo con la multinazionale svedese è stato suggellato da una cerimonia di consegna che si è svolta martedì 8 luglio a Cesena, presso la sede di Consorzio Formula Ambiente in via Violetti. Hanno partecipato all’evento il Presidente del Consorzio Formula Ambiente, Maurizio Franchini, il Responsabile Business Development di Scania, Daniele Lucà e il Referente di zona per il marchio Scania, Luciano Vital, titolare della concessionaria Viocar. Con loro anche il Responsabile del budget strategico di Consorzio Formula Ambiente, Loris Fusconi.
Consorzio Formula Ambiente ha un organico di oltre 650 dipendenti sul territorio nazionale e attualmente ha sedi operative in Romagna, Abruzzo, Lazio, Sardegna e Piemonte. Negli ultimi cinque anni l’azienda ha più che raddoppiato il proprio volume di affari, con una previsione di budget per il 2014 di 80 milioni di euro.

Motore a metano Euro 6: meno consumi, più silenziosità
Il motore 9 litri a 5 cilindri di ultima generazione del nuovo Scania è una piccola rivoluzione nel campo dei mezzi di grandi dimensioni dedicati alla raccolta rifiuti. Su strada la bolletta energetica è la metà rispetto ai vecchi mezzi con propulsore a gasolio. Il risparmio non è il solo vantaggio di questo motore, che fa della ecosostenibilità la propria principale caratteristica.  I motori Euro 6 (che tagliano dell’80% i principali inquinanti rispetto ai motori Euro 5)  vengono  superati con un ulteriore abbattimento del 39% degli ossidi di azoto e del 68% del particolato. Oltre a ciò il motore è più silenzioso del doppio (meno 3 dB) rispetto al pari caratteristiche diesel. All’esterno lo Scania si presenta come un normale mezzo per la raccolta rifiuti a 3 assi. Lungo il telaio sono montati 8 serbatoi di metano da 103 litri (824 litri totali) con una capacità sufficiente per due turni di lavoro. Questo è reso possibile da una disponibilità di coppia molto elevata (1330 Nm) già a partire da 900 giri al minuto. Tra 1100 e 1400 giri il motore esprime il valore massimo di 1600 Nm, solo 100 Nm in meno del corrispondente 360 cavalli diesel. Il rifornimento avviene in circa 30 minuti presso la normale rete di distribuzione del metano per autoveicoli.

Condividi questo articolo

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

DAF CF/XF E' TRUCK OF THE YEAR 2018

1,366
prezzo medio gasolio

corsi di formazione