BT SHOW - PT 2 - INARRESTABILI E TRASPORTARE OGGI

Il nuovo DAF LF

web-tv

Sei qui: Home > Sezione VEICOLI > Ruote Industriali > Giù i costi con il nuovo Stralis Efficiency Package

Ruote Industriali

Giù i costi con il nuovo Stralis Efficiency Package

Scritto da

Francesca Lugaresi

il 1 agosto 2014

Iveco introduce sul mercato il nuovissimo Stralis Efficiency Package, una serie di novità finalizzate alla riduzione dei costi operativi dei trasportatori, attuate attraverso l’intervento su tre fattori chiave: il consumo di combustibile, i costi di manutenzione e l’ampliamento dell’offerta prodotto.
Dal punto di vista della riduzione dei consumi, la strategia di Iveco agisce in particolare su due fattori determinanti: il veicolo e l’austista.
Coerentemente con il percorso iniziato con EcoStralis e proseguito con Stralis Hi-Way Euro VI che ha portato complessivamente alla riduzione del 10% di consumi rispetto al modello Stralis del 2007, prestazione certificata dal TÜV, Iveco apporta oggi un’ulteriore riduzione pari al 2% grazie all’introduzione di alcuni sostanziali miglioramenti.
Tra questi, l’Eco-Roll disponibile con il cambio automatizzato, una migliorata gestione termica del motore e l’utilizzo di un innovativo olio motore a bassissima viscosità.
L’Eco-Roll è una funzionalità che permette di sfruttare l’inerzia del veicolo sui tratti in lieve discesa. Il sistema valuta la pendenza della strada, “staccando” se necessario la catena cinematica e mettendo così il veicolo in folle. Al termine del tratto in discesa, il sistema calcola e imposta la marcia ottimale, ristabilendo così il normale funzionamento del veicolo.
Una migliorata gestione termica dell’olio motore, unita all’introduzione di un nuovo lubrificante sintetico SAE 0W-20 hanno consentito di ottenere un aumento dell’efficienza del propulsore, migliorando ulteriormente il consumo di combustibile.
Tutti i veicoli Stralis con motorizzazioni Cursor 11 e 13 adotteranno di serie tali miglioramenti.
A questi, che incidono sulle performance del veicolo, se ne aggiungono altri che ricadono invece sulle prestazioni dell’autista: uno stile di guida efficiente consente infatti un risparmio pari e maggiore di qualsiasi soluzione tecnologica.
Il Driving Style Evaluation (DSE), già introdotto con successo sui trattori Stralis equipaggiati con motori Cursor 11 e Cursor 13, viene oggi reso disponibile anche sui cabinati 4×2 e 6×2 e in seguito sarà esteso anche ai veicoli equipaggiati con motori Cursor 9. Il DSE è la funzionalità sviluppata da Iveco che permette all’autista di migliorare il proprio stile di guida in tempo reale, costituendo di fatto un istruttore di guida economica a bordo.
Per migliorare la performance dell’autista, il sistema elabora i dati acquisiti e fornisce due tipi di feedback: la valutazione dello stile di guida, visualizzata sullo schermo con una grafica chiara e intuitiva ed i suggerimenti per la riduzione dei consumi. Questo sistema contribuisce in modo determinante alla riduzione di consumo del combustibile consentendo un risparmio del 5% anche per autisti già esperti per raggiungere un 12% per conducenti meno formati.
Abbinato al DSE, viene reso disponibile il Driver Attention Support (DAS) che monitora costantemente il livello di attenzione dell’autista: elabora i movimenti dello sterzo e, nel caso in cui venga rilevato uno stato di sonnolenza, avverte il conducente con un segnale acustico e visivo.
Per quanto riguarda invece i costi di manutenzione viene allungato l’intervallo di sostituzione del filtro antiparticolato (DPF) da 450mila a ben 600mila chilometri su motorizzazioni Cursor 11 e 13, classificando Iveco come Best in Class in materia.
Al netto dello stile di guida dell’autista, tutti questi innovativi interventi consentono un risparmio medio sui costi totali di esercizio quantificabile in 4.500 euro in tre anni, calcolato su un veicolo con percorrenze medie di circa 150.000 km all’anno.
Infine, dal punto di vista dell’ampliamento dell’offerta di prodotto, sui trattori Stralis 4×2 e 6×2 viene introdotto un addizionale serbatoio posteriore di combustibile da 260 litri che consente di ottenere otto nuove configurazioni portando l’autonomia del veicolo fino ad un massimo di 1.580 litri complessivi. Questo consente l’ottimizzazione delle soste e l’approvvigionamento di combustibile presso centri di distribuzione più convenienti.
Questi miglioramenti rafforzano ulteriormente la strategia di attenzione al cliente, volta alla riduzione del costo totale di esercizio (Total Cost of Ownership, TCO), che Iveco persegue costantemente e conferma l’Iveco Stralis come prodotto ad alto valore aggiunto dotato delle tecnologie più avanzate: una grande soluzione per il business del trasporto.

Condividi questo articolo

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

DAF CF/XF E' TRUCK OF THE YEAR 2018

1,366
prezzo medio gasolio

Convegno 28 novembre 2017