web-tv

Sei qui: Home > Sezione VEICOLI > > Lo spedizioniere Wagenstetter di Forsting ha testato l’Active Drive Assist del nuovo Actros

Ruote commerciali

Lo spedizioniere Wagenstetter di Forsting ha testato l’Active Drive Assist del nuovo Actros

Scritto da

A. Trapani

il 22 Luglio 2019

Maggiore sicurezza grazie alla guida parzialmente automatizzata: la società di spedizioni Wagenstetter di Forsting, in Alta Baviera, ha testato l’Active Drive Assist del nuovo Actros.


Nell’ambito delle attività di preparazione per il nuovo Mercedes-Benz Actros, Mercedes-Benz Trucks ha effettuato test finali presso i Clienti. Tra questi figura la società di spedizioni Wagenstetter di Forsting, in Alta Baviera. L’azienda trasporta generi alimentari e merci pericolose. Le rotte principali dell’azienda si snodano tra la regione della Ruhr ed il Nord Italia. In virtù degli elevati chilometraggi dei suoi truck, la società di spedizioni è il partner ideale per una sperimentazione presso i Clienti. Con Wagenstetter i valori sul contachilometri lievitano in brevissimo tempo: i truck che viaggiano normalmente con due conducenti percorrono anche più di 300.000 chilometri ogni anno.


Debutto in un truck di serie: nell’ambito della sperimentazione presso il Cliente Wagenstetter l’Active Drive Assist è stato oggetto di particolare attenzione


La sperimentazione del nuovo Actros come veicolo della flotta aziendale si è focalizzata in modo particolare sul nuovo Active Drive Assist. Il sistema si presenta come un’importante pietra miliare nella costruzione di veicoli industriali, perché consente la guida parzialmente automatizzata in tutte le gamme di velocità – una novità assoluta per un truck di serie. L’Active Drive Assist supporta attivamente il conducente nella guida longitudinale e trasversale del truck e può frenare ed accelerare il veicolo automaticamente, nonché mantenerlo nella corsia di marcia mediante movimenti attivi del volante. Il conducente tuttavia rimane l’unico e solo responsabile del veicolo e deve sempre adattare il suo stile di guida alla situazione del traffico.


“Il nuovo Active Drive Assist mi supporta nel lavoro”: feedback positivo del conducente del veicolo in prova


Nell’azienda Wagenstetter il nuovo Actros è stato guidato da Tom Westphal. L’autista cinquantenne utilizza l’Active Drive Assist sia sulle strade interurbane dell’Alta Baviera sia sulle tratte autostradali che lo conducono regolarmente nel Nord Italia. “Il sistema fornisce un valido supporto nelle più diverse situazioni: nel traffico intenso, l’Active Drive Assist aiuta a mantenere sempre la corretta distanza rispetto al veicolo che precede, senza regalare tuttavia spazio agli altri veicoli. Sulle tratte più lunghe e monotone, invece, assume quasi la funzione di un copilota, che non smette mai di prestare attenzione e, talvolta, esegue tempestivamente anche piccole correzioni. Complessivamente il sistema svolge una parte del lavoro al mio posto. Ovviamente devo sempre tenere sotto controllo tutto personalmente, ma dopo nove ore di lavoro, grazie all’Active Drive Assist, non sono più così stanco come prima, quando non disponevo del sistema”.


Solo il nuovo Actros è in grado di offrirla: la guida parzialmente automatizzata in tutte le gamme di velocità


L’Active Drive Assist è sempre attivo non appena il conducente inserisce il Tempomat e fissa una velocità, ma può essere anche disattivato ove desiderato. Quando la telecamera del sistema rileva la demarcazione della corsia su entrambi i lati, l’Active Drive Assist inizia a supportare attivamente il conducente nel controllo longitudinale e trasversale del truck. Ciò viene segnalato sul display centrale della plancia multimediale mediante un piccolo simbolo blu raffigurante un volante e demarcazioni della corsia, sempre in colore blu.


Azionamento con Tempomat e touch control pad: ecco come funziona il nuovo Active Drive Assist


La posizione del truck nella corsia di marcia può essere regolata in più stadi tramite il volante multifunzione del nuovo Actros: la superficie sensibile sul lato sinistro del volante ospita sei interruttori disposti in cerchio, tra l’altro per il controllo del Tempomat. In posizione centrale tra questi interruttori si trova un touch control pad, un elemento di comando importante per l’impiego dell’Active Drive Assist: a seconda della direzione in cui il conducente desidera spostare il truck nella corsia di marcia, deve compiere un gesto di scorrimento sul touch control pad in senso orizzontale, verso sinistra o destra, e confermare l’immissione del comando. Qui è anche possibile stabilire la distanza dal veicolo che precede. A tal fine il conducente deve compiere un gesto di scorrimento verso l’alto o il basso.


Se il conducente ha opportunamente programmato l’Active Drive Assist ed il truck si avvicina eccessivamente al veicolo che lo precede, ciò viene segnalato sul display centrale mediante l’immagine stilizzata di un veicolo che precede. In questo caso l’Active Drive Assist frena automaticamente il truck. Non appena è presente una distanza sufficiente, il sistema accelera il truck, sempre in modo automatico, fino al raggiungimento della velocità impostata con il Tempomat.


Il sistema svolge il medesimo ruolo attivo anche per quanto concerne il controllo del veicolo nella sua corsia di marcia: se il truck si accinge ad uscire dalla corsia, l’Active Drive Assist interviene sterzando autonomamente per mantenerlo in carreggiata. Un ulteriore valore aggiunto sul fronte della sicurezza: se il conducente disattiva l’Active Drive Assist, il sistema antisbandamento attivo rimane in funzione. L’Active Drive Assist utilizza a tal fine il nuovo sterzo Servotwin a comando elettroidraulico, che aumenta la coppia sterzante all’occorrenza.



Condividi questo articolo

1,290
prezzo medio gasolio

Ascolta la web radio del trasporto