web-tv

Sei qui: Home > Sezione TOE AfterMarket > > Continental, in arrivo il tachigrafo DTCO 4.1

Continental, in arrivo il tachigrafo DTCO 4.1

Scritto da

Valeria Di Rosa

il 1 Settembre 2021

Il tachigrafo avrà funzioni di controllo completamente nuove, in linea con le direttive UE sul cabotaggio e il distacco degli autisti e sarà obbligatorio a bordo di tutti i veicoli commerciali di nuova immatricolazione a partire dal 21 agosto 2023

Con la pubblicazione delle specifiche per la prossima versione del tachigrafo digitale nel regolamento di esecuzione UE 2021/1228, il team di ingegneri hardware e software e gli esperti legali, logistici e politici di Continental sono immersi nella fase di sviluppo e progettazione del nuovo DTCO 4.1.


“In parallelo allo sviluppo dell’ attuale aggiornamento DTCO 4.0e, in cui abbiamo principalmente migliorato la maneggevolezza e la velocità del prodotto, abbiamo avviato un importante lavoro preparatorio negli ultimi mesi” dichiara Dirk Gandras, Program Manager Responsible for Tachographs in Continental’s Commercial Vehicle Fleet Services business segment. “Ora siamo entusiasti di avere tutte le informazioni necessarie e di poter finalmente iniziare. Faremo del nostro meglio per mappare le norme politiche, spesso complicate, nel nostro tachigrafo in modo tale che tutto sia comprensibile e possa essere utilizzato senza preoccupazioni. Puntiamo anche a fornire la nuova generazione già con l’attuale generazione DTCO 4.0”.


Due anni dopo l’entrata in vigore del Regolamento di Esecuzione UE 2021/1228, ovvero dal 21 agosto 2023, tutti i veicoli commerciali di nuova immatricolazione con un peso lordo del veicolo superiore a 3,5 tonnellate devono essere dotati del tachigrafo intelligente di seconda generazione.



Il prossimo passo nell’evoluzione del tachigrafo – cabotaggio e distacco degli autisti


Continental afferma che il ruolo del tachigrafo DTCO come strumento per raggiungere gli obiettivi nella politica sociale e nella politica dei trasporti sarà sempre più centrale. “Nei suoi sforzi per garantire una concorrenza più equa sulle strade europee, siamo lieti che la Commissione europea stia supportando il tachigrafo”, afferma Matthias Kliché, Head of Legal Requirements in Continental’s Commercial Vehicle Fleet Services business segment. “Per la prima volta nella sua storia quasi centenaria, questo conferisce al tachigrafo una funzione di controllo che va oltre la registrazione dei tempi di lavoro e di funzionamento”.


Il tachigrafo intelligente di prossima generazione di Continental consentirà l’attuazione delle direttive chiave stabilite nel Pacchetto Mobilità I. Tra queste, le più importanti sono le norme che disciplinano il cabotaggio e il distacco degli autisti nel settore dei trasporti. I tachigrafi installati nei veicoli commerciali registreranno in modo affidabile anche i valichi di frontiera tramite un sistema di posizionamento satellitare. Il programma tachigrafo sarà quindi la prima applicazione al mondo a utilizzare il servizio Galileo disponibile gratuitamente per autenticare il segnale di navigazione. L’interfaccia ITS, precedentemente opzionale, diventerà obbligatoria sotto forma di interfaccia Bluetooth e ciò renderà possibili molti più scenari di utilizzo in futuro, oltre al controllo del cabotaggio. Il tachigrafo può trasformare i dati in dati affidabili, sicuri e attribuibili in modo univoco. Ciò creerà opportunità che vanno ben oltre i controlli politici, come i microservizi che renderanno molto più facile il lavoro degli operatori di flotte di veicoli commerciali e di molti dei loro fornitori di servizi.


L’argomento non è nuovo, ma è diventato sempre più attuale negli ultimi anni: il cabotaggio e il distacco di camionisti professionisti. Il Pacchetto Mobilità I dell’UE mira a garantire una concorrenza leale nel mercato interno europeo e il DTCO 4.1 svolgerà un ruolo chiave nell’attuazione dei requisiti legali, poiché utilizzerà il posizionamento satellitare e le mappe integrate per registrare i valichi di frontiera. In questo modo, consentirà alle autorità di monitorare le normative applicabili in modo più efficiente, poiché in caso di dubbio saranno in grado di vedere quanti viaggi hanno effettuato sia il veicolo che il conducente e quando, e in quali paesi, si sono svolti questi spostamenti.



Calendario per l’introduzione del tachigrafo intelligente di seconda generazione



  • Agosto 2023: tutti i veicoli di nuova immatricolazione con un peso massimo ammissibile superiore a 3,5 tonnellate devono essere dotati del tachigrafo intelligente di seconda generazione.

  • Fine 2024: in tutti i veicoli con un peso massimo ammissibile superiore a 3,5 tonnellate i tachigrafi analogici o digitali devono essere sostituiti, se i veicoli sono utilizzati nel traffico transfrontaliero. Il tachigrafo intelligente della prima generazione è escluso.

  • Settembre 2025: i veicoli con un peso massimo ammissibile superiore a 3,5 tonnellate, equipaggiati con il tachigrafo intelligente di 1a generazione, devono poi dotarsi del tachigrafo intelligente di 2a generazione qualora siano impegnati nel traffico transfrontaliero.

  • Luglio 2026: i veicoli commerciali con un peso massimo ammissibile compreso tra 2,5 tonnellate e 3,5 tonnellate devono essere equipaggiati con il tachigrafo intelligente di seconda generazione. Ciò vale solo se i veicoli sono impegnati nel traffico transfrontaliero.


Condividi questo articolo

Registrati gratuitamente!

1.444
prezzo medio gasolio

Ascolta la web radio del trasporto

bola deposit pulsa bandar bola terbesar bandar bola demo slot pragmatic judi online daftar slot jadwal euro 2021