Volvo FH LNG

Le 1000 mission del nuovo Volkswagen Crafter

Sostenibili e Connessi - Convegno TForma

web-tv

Sei qui: Home > Sezione NOTIZIARIO > Ultim'ora > UTA, pedaggio croato da ora in fattura

Ultim'ora

UTA, pedaggio croato da ora in fattura

Scritto da

Federica Lugaresi

il 17 gennaio 2018

D’ora in avanti i clienti della UNION TANK Eckstein GmbH & Co. KG (UTA) possono corrispondere il pedaggio in Croazia tramite pagamento posticipato con fattura, per mezzo di un dispositivo di bordo che copre circa il 90% delle reti stradali a pagamento in Croazia

Volker Huber, CEO di UTA, sostiene che “La Croazia è un importante paese di transito per il trasporto internazionale di merci“.   Le aziende di trasporti che effettuano l´internazionale, infatti devono transitare in Croazia sia nel caso in cui debbano viaggiare verso l´Europa centrale, sia nel caso in cui viaggino verso il Nord o il Sud Europa.
Ecco perché da oggi UTA offre alle aziende con veicoli di peso totale autorizzato superiore a 3,5 tonnellate la possibilità di corrispondere il pedaggio in Croazia. Il dispositivo di bordo ENC per veicoli di categoria III e IV è disponibile presso i punti vendita della società di pedaggio croata HAC. Per poterlo richiedere bisogna procedere semplicemente ad una prima registrazione da corrispondere con la carta UTA. Può essere utilizzato lungo la rete delle concessionarie autostradali HAC e ARZ e il pedaggio viene calcolato in base ai chilometri percorsi. Inoltre, i conducenti ricevono fino al 35% di sconto dagli operatori e possono utilizzare il sistema di tracciamento ENC per attraversare il casello, senza dover attendere.

Condividi questo articolo

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

Scopri il nuovo TGE. Non è un VAN, è un MAN.

1,420
prezzo medio gasolio

Workshop Temperatura Controllata