web-tv

Sei qui: Home > Sezione NOTIZIARIO > > Crolla ponte a Massa Carrara: istituita Commissione d’indagine

Infrastrutture

Crolla ponte a Massa Carrara: istituita Commissione d’indagine

Scritto da

Valeria Di Rosa

il 9 Aprile 2020

È successo mercoledì 8 aprile ad Aulla, in provincia di Massa. A crollare è stato il ponte che passa sopra il fiume Magra e che collega Liguria e Toscana, nel tratto tra Santo Stefano di Magra (La Spezia) e Albiano (frazione di Aulla). Nel crollo sono rimasti coinvolti due furgoni.

Negli ultimi mesi era stato al centro di polemiche dopo che, lo scorso novembre, in seguito a un’ondata di maltempo, si era formata una crepa notata anche da molti automobilisti. Ma, dopo un intervento di riparazione e dopo il sopralluogo dei tecnici Anas, era stato dato il via libera alla circolazione senza limiti al traffico.


Il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Paola De Micheli, ha chiesto ad Anas, società gestore dell’ex strada provinciale 70, una relazione dettagliata sull’incidente e ha istituito presso il MiT una Commissione di inchiesta per fare chiarezza sull’accaduto e accertare le responsabilità.


Inoltre, il ministro De Micheli ha incaricato il Sottosegretario Roberto Traversi di coordinare un tavolo, al quale parteciperanno i rappresentanti di tutte le istituzioni del territorio, per individuare con rapidità le soluzioni viabilistiche più adeguate per garantire la piena accessibilità dell’area con la definizione dei percorsi alternativi.


Anche Anas ha avviato una commissione di indagine per accertare la dinamica e le cause del crollo del ponte sul fiume Magra.


In una nota del gruppo si legge: “La costruzione del ponte, costituito da una serie di cinque arcate in calcestruzzo con lunghezza complessiva di 258 metri risale all’anno 1908, ricostruito nel secondo dopoguerra; l’opera, unitamente a tutta l’arteria, è entrata in gestione ad Anas a novembre del 2018, a seguito dell’emanazione del DPCM 20 febbraio 2018, recante una revisione complessiva della rete stradale di interesse nazionale e della rete stradale di interesse regionale, in particolare quella toscana. L’infrastruttura era, fino a tale data, gestita dalla Provincia di Massa e Carrara. A partire dal 2019, il ponte è stato oggetto di sopralluoghi e verifiche periodiche, anche rispetto a segnalazioni degli enti locali, che non hanno evidenziato criticità. Allo stato non è possibile ipotizzare le cause del crollo improvviso dell’intera struttura. Sono in corso di verifica, di concerto con gli Enti locali, percorsi di viabilità alternativa da attivare nell’immediato”.


Condividi questo articolo

Accessori in acciaio inox per il tuo truck.

1,443
prezzo medio gasolio

Ascolta la web radio del trasporto