web-tv

Sei qui: Home > Sezione NOTIZIARIO > > La mobilità elettrica cresce con Eva+ e l’impegno dei costruttori

Ultim'ora

La mobilità elettrica cresce con Eva+ e l’impegno dei costruttori

Scritto da

A. Trapani

il 22 Gennaio 2019

Galleria Fotografica

EVA+ è il progetto di mobilità elettrica, coordinato da Enel, a cui partecipano Verbund, Renault, Nissan, BMW Group e Volkswagen Group Italia (con le marche Volkswagen e Audi) e co-finanziato dalla Commissione Europea.

Sono 130 le colonnine di ricarica Fast recharge attive, pari a 260 punti di ricarica, che Enel ha installato lungo le strade a lunga percorrenza di Italia e Austria nell’ambito del progetto EVA+, Electric Vehicles Arteries.

Le infrastrutture di ricarica in Italia sono interamente sviluppate da Enel e garantiscono un pieno di energia in circa 30 minuti, compatibili con tutti i veicoli elettrici attualmente in commercio e nel pieno rispetto degli standard internazionali in ambito di mobilità elettrica. A circa un anno di distanza dalla partenza del progetto le colonnine operative in Italia sono 110 (con 220 punti di ricarica) mentre in Austria sono 20 (con 40 punti di ricarica) con una prima mappa delle installazioni Eva+.


Le infrastrutture di ricarica sono collocate principalmente in aree adiacenti agli accessi autostradali per consentirne l’uso anche a coloro che utilizzano veicoli elettrici per spostamenti extraurbani con soste compatibili con il tempo di ricarica, in luoghi come ad esempio i centri commerciali. Per individuare le colonnine EVA+ in Italia ed effettuare la ricarica dell’auto in pochi semplici passi è a disposizione dei clienti la app Enel X Recharge.


Condividi questo articolo

1,290
prezzo medio gasolio

Ascolta la web radio del trasporto