web-tv

Sei qui: Home > Sezione NOTIZIARIO > > La logistica nel settore farmaceutico

Autotrasporto

La logistica nel settore farmaceutico

Scritto da

Luca Barassi

il 13 Ottobre 2009


A dieci anni dall’introduzione, con il Decreto del 6 luglio 1999, delle linee guida sul trasporto dei farmaci, Ailog (Associazione Italiana di Logistica e di Supply Chain Management) ha organizzato a Milano un convegno per fare il punto della situazione, mettendo a confronto operatori logistici e studiosi della nuova normativa.


“E’ di estrema importanza individuare sempre nuove soluzioni per rendere più efficiente il comparto del farmaco, ha sottolineato nel suo saluto il Presidente del Consiglio della Provincia di Milano, Bruno Dapei,portavoce dell’Onorevole Podestà, poiché la salute è uno degli indicatori del grado di civiltà di una nazione.”


“Nel nostro paese, ha detto Domenico Netti, Presidente Ailog, le normative europee sulla distribuzione dei medicinali vengono applicate in maniera sensibilmente più restrittiva rispetto ad altri Stati dell’Unione, e questo, se da un lato rappresenta una garanzia per coloro che assumono tali medicine, dall’altro comporta costi più elevati per le aziende di trasporto”


Tale concetto è stato ribadito da Alessandra Rabuini, Consigliere Direttivo di Ailog e Direttore Commerciale di DIMAF, la quale ha anche sottolineato come tale interpretazione abbia ristretto lo scenario dei vettori,segnando la fine della libera concorrenza ed abbia contribuito ad una tale lievitazione dei costi di trasporto da non essere di fatto sostenibili per la grande maggioranza delle aziende di distribuzione, che non potevano contare nè sui ricavi garantiti dalle economie di scala, né tantomeno avere quei margini attesi che potessero sempre garantire gli investimenti necessari per adeguare impianti ed attrezzature alla normativa vigente.


“In questi dieci anni vi sono stati grandi cambiamenti nel settore farmaceutico, ha affermato Maria Terracciano, dirigente del Ministero della Salute, e il compito della normativa comunitaria e nazionale è di armonizzare il livello di approvvigionamento delle farmacie e delle strutture sanitarie su tutto il territorio. In quest’ottica, è fondamentale la garanzia di poter contare su aziende di trasporto efficienti e in regola con le norme già previste dal legislatore a tutela della corretta conservazione dei farmaci”


Le differenze tra il panorama italiano e quello di altre nazioni europee, sia in termini di normativa che sotto il profilo delle dimensioni degli operatori del settore, è stata bene illustrata dagli interventi di Sebastian Kummer, dell’Università di Vienna, e di Frédéric Pasqual, della Direzione Logistica France Sud di GEODIS.


“La tematica oggi affrontata, ha spiegato Roland Dachs, presidente di ELMED (European Logistics Mediterranean) si inserisce nel solco di una tradizione consolidata, che fa della nostra associazione un punto di incontro insostituibile per esaminare gli argomenti che interessano più concretamente i nostri associati”.



Condividi questo articolo

1,537
prezzo medio gasolio

Ascolta la web radio del trasporto