BT SHOW - PT 3 - TRASPORTARE OGGI E INARRESTABILI

Scania Leader nel Trasporto Sostenibile

MAN TGE telaio cabina frigorifero LAMBERET

web-tv

Sei qui: Home > Sezione NOTIZIARIO > Leggi e Regolamenti > Iperammortamento 250%. Se ne parla a Intralogistica

Leggi e Regolamenti

Iperammortamento 250%. Se ne parla a Intralogistica

Scritto da

Luca Barassi

il 31 maggio 2017

Gli incentivi legati a Industria 4.0 per gli investimenti in materia di ricerca, sviluppo ed innovazione del piano nazionale aiuteranno a rendere tangibile questa nuova fase industriale che valorizzerà anche il settore della logistica interna e delle tante nuove tecnologie e servizi che vedremo a INTRALOGISTICA ITALIA 2018

Grazie alla Legge di Bilancio è stato confermato il Superammortamento al 140% già attivo nel 2016 ed è stato aggiunto un Iperammortamento del 250% per gli investimenti in materia di ricerca, sviluppo e innovazione. Parliamo di macchinari industriali ad alto contenuto tecnologico, interconnessi e collegati a internet, funzionali alla trasformazione tecnologica e digitale delle imprese.


Con la pubblicazione della circolare N.4/E del 30/03/2017, il Ministero dello Sviluppo Economico e l’Agenzia delle Entrate hanno meglio chiarito l’elenco dei beni funzionali che possono beneficiare dell’Iperammortamento, descritto nell’allegato A della legge 11 dicembre 2016, n. 232 (legge di bilancio 2017). Tale legge di bilancio e la circolare sopracitata devono essere considerati come gli unici documenti di riferimento per valutare il diritto o meno di beneficiare dell’Iperammortamento.

La sempre più ricca offerta di tecnologie meccaniche e digitali, utili alla connettività, alla comunicazione e all’automazione nei processi industriali, ha contribuito a mettere l’intralogistica e il magazzino al centro delle attività produttive e della ricca trama di interconnessioni offerte dalle opportunità di Industry 4.0.


Vediamo quindi quali strumenti della logistica interna rientrano nell’agevolazione: macchine per il confezionamento e l’imballaggio, robot collaborativi e sistemi multi-robot, macchine, anche motrici e operatrici, strumenti e dispositivi per il carico e lo scarico, la movimentazione, la pesatura e la cernita automatica dei pezzi, dispositivi di sollevamento e manipolazione automatizzati, AGV e sistemi di convogliamento e movimentazione flessibili, e/o dotati di riconoscimento dei pezzi (ad esempio RFID, visori e sistemi di visione e meccatronici) e ovviamente i magazzini automatizzati interconnessi ai sistemi gestionali di fabbrica.


Il settore della logistica interna ha assunto quindi un ruolo cruciale e la manifestazione INTRALOGISTICA ITALIA registra la presenza di molte aziende specializzate nella progettazione e realizzazione di sistemi integrati per la supply chain, produttori di componenti per i sistemi logistici, di stoccaggio e movimentazione. Dedicata alle soluzioni più innovative e ai sistemi integrati destinati a movimentazione industriale, gestione del magazzino, stoccaggio dei materiali e picking, INTRALOGISTICA ITALIA, sarà partecipe dei cambiamenti di Industry 4.0.


Al fine di aumentare il potenziale dei visitatori qualificati presenti nel quartiere fieristico, la prossima edizione si terrà all’interno di un nuovo appuntamento espositivo “The Innovation Alliance”, che vede unite cinque manifestazioni fieristiche dedicate ad altrettanti settori dei beni strumentali.


La seconda edizione di INTRALOGISTICA ITALIA, organizzata da HANNOVER FAIRS INTERNATIONAL GMBH, la filiale italiana di Deutsche Messe AG, e parte del network internazionale CeMAT, si terrà dal 29 maggio all’1 giugno 2018, nei padiglioni di Fiera Milano-Rho.


Chiaramente queste agevolazioni coinvolgono anche il settore dei carrelli industriali semoventi. Secondo l’osservatorio ANIMA, questo settore ha concluso l’anno 2016 con una netta crescita del valore della produzione (+3,2%). Anche per il 2017 si prevede una crescita più o meno della stessa entità (+3,1%).
 Gli investimenti nel settore dei carrelli industriali semoventi sono cresciuti nel 2016 (+3,2%) e, certamente, gli “impianti ed apparecchi per il sollevamento e trasporto”, forti di questi nuovi incentivi beneficeranno di una crescita anche nel corso del 2017.


Le agevolazioni previste dal Governo nascono per favorire gli investimenti che vertono al miglioramento del mondo tecnologico e digitale in chiave Fabbrica 4.0. Maggiori dettagli sono disponibili nella nota di approfondimento di AISEM presso il sito www.intralogistica-italia.com nella sezione LogisticSquare.


Sono quindi evidenti i vantaggi da cogliere per le aziende italiane: la possibilità di migliorare i propri sistemi logistici, informatici e tecnologici con un importantissimo aiuto economico nonché comprendere meglio le opportunità esistenti nel Paese grazie a eventi di settore come INTRALOGISTICA ITALIA.


Condividi questo articolo

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

Scopri il nuovo TGE. Non è un VAN, è un MAN.

1,290
prezzo medio gasolio

Il Convegno a Ecomondo