BT SHOW - PT 2 - INARRESTABILI E TRASPORTARE OGGI

Il nuovo DAF LF

web-tv

Sei qui: Home > Sezione NOTIZIARIO > > In arrivo un aereo rivoluzionario progettato dalla Nasa

In arrivo un aereo rivoluzionario progettato dalla Nasa

Scritto da

Federica Lugaresi

il 4 aprile 2016

Grazie agli sviluppi dell’ingegneria aeronautica, a breve i viaggiatori potranno usufruire di nuovi scenari. L’Agenzia aerospaziale americana sta infatti progettando un velivolo avveniristico – chiamato QueSST, Quiet Supersonic Transportation – in grado di superare la velocità del suono e raggiungere qualsiasi città del mondo in meno di sei ore.

La notizia è riportata dal quotidiano La Repubblica, in cui si legge che la Nasa ha commissionato un progetto preliminare da 20 milioni di dollari a un team coordinato dall’azienda aeronautica americana Lockheed Martin. Con il nuovo aereo l’Agenzia punta a eliminare un sostanziale difetto del Concorde – il velivolo ultraveloce anglofrancese che ha solcato i cieli fino al 2003 -. Infatti nell’abbattere la barriera del suono, il Concorde produceva un forte rumore che poteva avvenire solamente in mare o in zone desertiche. Il nuovo velivolo – ha affermato l’amministratore della Nasa, Charles Bolden – dovrà superare la barriera del suono in maniera più delicata, con meno rumore. Gli ingegneri studieranno quindi i materiali, la forma delle ali e altri aspetti tecnici per ammorbidire l’onda d’urto dovuta al superamento dei fatidici 1.200 km/h. Ciò consentirà di diminuire il tempo di viaggio, nonostante la velocità di punta del nuovo aereo dovrebbe essere di poco inferiore rispetto ai 2.400 km/h del Concorde. Infatti la velocità di crociera potrà essere raggiunta in tempi più rapidi, senza la necessità di allontanarsi dai centri abitati.
Charles Bolden ha inoltre evidenziato che il velivolo promette di rendere il viaggio aereo più pulito, verde e sicuro.
La realizzazione di QueSST fa infatti parte del progetto “New Aviation Horizons”, lanciato dalla Nasa alcuni anni fa con l’obiettivo di realizzare aerei che consumino metà carburante e riducano le emissioni a un quarto.
Se il programma sarà rispettato, il primo prototipo potrebbe volare già nel 2020.

Condividi questo articolo

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

1,366
prezzo medio gasolio

Convegno 28 novembre 2017