Volvo FH LNG

Le 1000 mission del nuovo Volkswagen Crafter

Sostenibili e Connessi - Convegno TForma

web-tv

Sei qui: Home > Sezione NOTIZIARIO > Ultim'ora > IL TERZO VALICO: UN CONVEGNO IL 19 GENNAIO A GENOVA

Ultim'ora

IL TERZO VALICO: UN CONVEGNO IL 19 GENNAIO A GENOVA

Scritto da

Luca Barassi

il 15 gennaio 2009

Il prossimo 19 gennaio alle ore 17.00, presso Palazzo San Giorgio a Genova, si terrà il convegno dal titolo “Una strategia antirecessiva”, incentrato sul terzo valico ferroviario Genova-Milano e sui nuovi tracciati autostradali liguri, che è stato organizzato dal Centro Internazionale di Cultura per lo Sviluppo dei Popoli “La Maona”.

Ai saluti di Giovanni Grimaldi (presidente La Maona) e Luigi Merlo (presidente Autorità Portuale di Genova) seguirà la relazione introduttiva di Luigi Grillo, presidente della Commissione Trasporti del Senato. Sono in programma gli interventi di Massimiliano Costa (vicepresidente Regione Liguria), Giovanni Calvini (presidente Confindustria), Luca Gandullia (docente di scienza delle finanze – Università di Genova), Maurizio Maresca (delegato del sindaco all’Università e alla ricerca scientifica), Maurizio Senzioni (presidente Assedil) e Carlo Stagnaro (Istituto Bruno Leoni).

Ricordando la decisione del governo di inserire il terzo valico, il nodo ferroviario di Genova e alcuni assi autostradali della Liguria tra le opere strategiche del Paese e di farne decollare il finanziamento, La Maona ha spiegato che la propria iniziativa «non è finalizzata tanto a sottolineare l’opportunità delle decisioni assunte, quanto a sgombrare il campo da ogni ostacolo che possa ritardare l’apertura dei cantieri, ma soprattutto a far prendere coscienza alle comunità liguri della forza trainante di quelle decisioni per l’intera economia del Nord del Paese». «Infatti – ha precisato l’associazione – decolla un processo di adeguamento della rete ferroviaria ligure alle esigenze del trasporto passeggeri tra Genova, Torino e Milano e del trasporto merci lungo la direttrice che collegherà i porti liguri ai porti del Nord Europa ed in particolare al porto di Rotterdam. Lo sbottigliamento dei porti liguri nel contesto infrastrutturale del Nord Ovest e dell’Europa Centrale verrà rafforzato dal progetto di un asse ferroviario dedicato tra il porto di Voltri e la piana di Novi, chiamato scherzosamente il bruco, che ci auguriamo venga portato a termine rapidamente e che permetterà di rendere competitivo il sistema portuale ligure ai grandi porti del Nord Europa, dando loro una potenzialità di movimentazione di container adeguata al mercato internazionale».

Da Informare

Condividi questo articolo

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

Scopri il nuovo TGE. Non è un VAN, è un MAN.

1,420
prezzo medio gasolio

Workshop Temperatura Controllata