web-tv

Sei qui: Home > Sezione NOTIZIARIO > > Gruppo Daimler e BMW pronte per entrare nel mercato dei monopattini condivisi

Ultim'ora

Gruppo Daimler e BMW pronte per entrare nel mercato dei monopattini condivisi

Scritto da

A. Trapani

il 2 Aprile 2019

Hive supporting partner a BluE, la manifestazione dedicata alla mobilità elettrica che invaderà la città di Milano dal 9 al 14 aprile.

hive, il brand di monopattini elettrici in condivisione lanciato nel 2018 a Lisbona ed ora parte di FREE NOW, la società nata dalla fusione dei servizi di mobilità di Daimler e BMW, si prepara ad avviare il servizio in Italia, in attesa della regolamentazione del settore.


E lo fa partecipando come supporting partner a BluE, la manifestazione dedicata alla mobilità elettrica, che invaderà la città di Milano dal 9 al 14 aprile con eventi, momenti di confronto, exhibition e test drive in varie zone della città.


Come spiega Tristan Torres Velat, CEO di hive: “Per tutta la durata dell’evento potrete trovare i nostri monopattini elettrici in diverse location della città ed in particolare nel BluE Village di Porta Venezia, dove sarà possibile effettuare un vero e proprio test drive del mezzo. Abbiamo scelto BluE per presentare ufficialmente il nostro servizio in Italia e dare così un segnale importante di come hive potrebbe contribuire a trasformare lo scenario di mobilità delle nostre città in chiave sostenibile, innovativa e divertente”.


Solo nei primi mesi del 2019, il servizio di monopattini elettrici in condivisione di hive è già sbarcato in altre 3 città Europee – Parigi, Atene e Varsavia – che si si sono aggiunte alla capitale portoghese, raggiungendo una flotta totale di circa 4.000 monopattini elettrici. L’avvio di hive in queste location offre buone ragioni per credere in un ulteriore sviluppo di successo del servizio in tutta Europa ed anche in Italia. In pochi mesi, infatti, i monopattini di hive sono stati usati da oltre 11.000 passeggeri, che hanno effettuato più di 60.000 noleggi.


Tristan Torres Velat aggiunge: “Per noi questo è solo l’inizio: molte altre città verranno lanciate nel corso dell’annoLa micromobilità, infatti, è uno dei temi più attuali del momento e hive giocherà un ruolo di rilievo nello scenario Europeo. Nel 2019, ci aspettiamo, infatti, che il quadro normativo venga sviluppato anche in alcuni dei mercati che ne sono attualmente sprovvisti, come ad esempio l’Italia, dove siamo pronti a lanciare il servizio in completa collaborazione con le amministrazioni locali”.


Caratteristiche distintive di hive sono, infatti, uno stretto dialogo con le città in cui decide di operare, così da assicurarsi che il servizio risponda alle loro reali esigenze di mobilità e l’obiettivo di voler garantire l’ordine pubblico ritirando i monopattini la sera per ricaricarli durante la notte e riposizionarli, l’indomani, nelle zone centrali delle città.


Condividi questo articolo

L’edizione limitata per i 50 anni del V8 Scania

1,290
prezzo medio gasolio

Ascolta la web radio del trasporto