web-tv

Sei qui: Home > Sezione NOTIZIARIO > > Discriminazione sul lavoro: donna meccanico rifiutata!

Ultim'ora

Discriminazione sul lavoro: donna meccanico rifiutata!

Scritto da

Federica Lugaresi

il 26 Novembre 2018

Una ragazza appena uscita dall’Istituto professionale, è stata rifiutata a lavorare in officina in quanto appartenenete al genere femminile. Scania, “L’assumiamo noi!”

Forse per ristrettezza mentale o timore (dato che le donne sono multitasking e lo fanno meglio) si è verificato un episodio, a nostro avviso, piuttosto sgradevole. Una ragazza della scuola professionale “Lombardi”e fresca di studi, è stata rifiutata da tutte le officine per un percorso di alternanza scuola-lavoro. Solo perchè donna.


In merito a questa notizia, “E’ donna, la vogliamo in officina con noi. La assumiamo noi!”, questo è stato il commento di Franco Fenoglio, Presidente e Amministratore Delegato di Italscania, che ha continuato  comunicando quanto segue: “Poco importa, infatti, che si tratti di uomo o donna, quello che conta è che sia una persona di valore e che abbia voglia di entrare a far parte di un settore, quello del trasporto merci e persone, di cruciale importanza per il nostro Paese. L’8 marzo scorso abbiamo annunciato l’assunzione della prima donna-meccanico della nostra rete presso l’officina ORMIA di Fiano Romano. Siamo pronti ad accogliere noi questa ragazza per un percorso di alternanza scuola-lavoro, abbiamo una rete di 18 concessionarie e oltre 100 officine in Italia. Nei prossimi anni avremo bisogno di moltissimi meccanici in Italia, una figura professionale sempre maggiormente qualificata che svolge un ruolo fondamentale nel nostro settore”.


Condividi questo articolo

1,463
prezzo medio gasolio

Ascolta la web radio del trasporto