web-tv

Sei qui: Home > Sezione NOTIZIARIO > > BreBeMi prepara l’elettrificazione

Infrastrutture

BreBeMi prepara l’elettrificazione

Scritto da

Luca Barassi

il 31 Agosto 2018

La A35 sarà la prima autostrada italiana ad avere una via elettrificata per il trasporto merci. Il progetto sarà presentato più approfonditamente sabato 8 settembre in un convegno all’Hotel Blue Brixia di Castenedolo (Bs)

Un collegamento importantissimo tra Milano e Brescia che, oltre ad essere una direttissima tra le due città permette di bypassare il traffico congestionato della A4.


È la A35, la famosa BreBeMi che tante polemiche ha scatenato anche nel nostro settore per i costi considerati alti e per la mancanza di strutture come le stazioni di servizio. Franco Bettoni, presidente della società che gestisce l’autostrada, ha però giustamente affermato: “Noi siamo pienamente a regime dal 13 novembre 2017 quando abbiamo terminato l’interconnessione con la A4 e con Milano e sono state realizzate le due stazioni di servizio lungo il percorso. Dall’anno scorso infatti le percorrenze sono iniziate a incrementarsi sensibilmente, registrando un +40%“.


Il tempo è denaro e quindi ridurre la percorrenza tra Milano e Brescia significa guadagnare e rendere più efficiente il trasporto. Non solo, la A35 è l’arteria con il più basso tasso di incidentalità in Europa, quindi maggiore sicurezza e più confort.


Con il progetto presentato oggi a Orzinuovi, poi, la Bre.Be.Mi. diventa anche una delle infrastrutture più avanzate e sostenibili della rete autostradale.

Insieme ai partner Scania (presente Giancarlo Perlini, responsabile marketing di Italscania) e Marco Bosi, CEO Siemens Mobility, Franco Bettoni ha annunciato l’avvio a breve del primo tratto sperimentale di “camionvia” elettrificata, sullo stesso percorso dei veicoli privati. Ovvero 5 chilometri in cui i veicoli dotati di pantografo possono utilizzare l’energia elettrica per trasportare le merci. una prima fase di “studio pilota” in cui l’elettrificazione abbia una estensione massima utile a mettere a regime e tarare il sistema, nella tratta centrale della A35. In seguito a questo, una volta verificate efficienza, efficacia e sostenibilità economica della soluzione in oggetto nonché stabilita una chiara programmazione sovra-nazionale che vada nella direzione della soluzione medesima, si potrà procedere ad una seconda fase che prevede l’elettrificazione della A35, congiuntamente alla commercializzazione dei veicoli e dei relativi dispositivi per l’utilizzo della linea elettrificata.

Una fase, quella della sperimentazione che sarà abbastanza breve, sei mesi.


I veicoli – ha spiegato Giancarlo Perlini di Scania Italia – sono mezzi con tecnologia ibrida, ormai già sviluppati da noi e già in uso da parte di molti clienti. Naturalmente questi hanno in più il pantografo, un sistema in grado di connettersi autonomamente alla rete elettrificata creata ad hoc“.

Il manager trentino ha poi sottolineato come per Scania questo sia un progetto strategico, perfettamente in linea con la politica del Costruttore di sviluppare tecnologie e sistemi di trasporto con le propulsioni alternative di diverso tipo, dall’elettrico all’ibrido, dal metano al biogas.


 


L’appuntamento dunque è per Sabato 8 settembre alle ore 9.00 presso l’Hotel Blu Brixia di Castenedolo per il Convegno “Il Trasporto Elettrico delle Merci su strada“.


Condividi questo articolo

1,463
prezzo medio gasolio

Ascolta la web radio del trasporto