Volvo FH LNG

Le 1000 mission del nuovo Volkswagen Crafter

Sostenibili e Connessi - Convegno TForma

web-tv

Sei qui: Home > Sezione NOTIZIARIO > Ultim'ora > Accordo tra Interporto Bologna e Ferrovie lituane

Ultim'ora

Accordo tra Interporto Bologna e Ferrovie lituane

Scritto da

Luca Barassi

il 4 settembre 2009

L’Interporto di Bologna e le Ferrovie Lituane hanno firmato in data odierna un protocollo di intesa con l’obiettivo di attivare una forte azione di collaborazione che, nel medio termine, porterà ad una strategia di marketing congiunta e alla messa a punto di nuove relazioni ferroviarie tra i principali snodi lituani e la piattaforma bolognese.

L’Interporto di Bologna è da anni presente nel contesto internazionale con un forte ruolo nel promuovere traffici intermodali traendo beneficio dalla posizione baricentrica e nodale che l’interporto occupa nella geografia europea e dalle infrastrutture ferroviarie di cui lo stesso è dotato, in grado di gestire importanti volumi di merci.

Soddisfazione è stata dunque espressa dal Presidente dell’Interporto, Alessandro Ricci, che nel salutare il Vice Ministro dei Trasporti lituano, presente al momento della firma, Rimvydas Vaštakas ha ribadito “

come tale accordo rappresenta un’opportunità di estendere le nostre collaborazioni in un contesto sempre più globalizzato che impone un’apertura al mercato e una visione dello stesso sempre più ampia”.

Con un Piano strategico dei trasporti al 2025 che valorizza in modo preminente il trasporto intermodale e con le ottime prospettive di crescita economica alla quale si accompagnerà un aumento del traffico merci in import e export, la Lituana rappresenta per l’Interporto di Bologna un partner ideale dalle ampie prospettive e potenzialità per guardare all’insieme dei Paesi Baltici e dell’est Europeo.

Vilnius, Klaipeda e Kaunas sono i tre interporti in progetto al vaglio delle Autorità lituane ai quali l’Interporto di Bologna fornirà il proprio supporto in termini di conoscenze ed esperienza raccogliendo la sfida di confrontarsi con dinamiche politico-sociali diverse, ma quanto mai attive per coprire il piccolo dislivello con i Paesi della “vecchia” Europa.

Alla firma del protocollo di intesa, erano altresì presenti, l’Assessore ai Trasporti della Regione Emilia Romagna, Alfredo Peri, il Segretario Generale della Camera di Commercio, Giada Grandi nonché il Sottosegretario di Stato del Ministero dei Trasporti, Bartolomeo Giachino che, oltre a congratularsi con l’Interporto di Bologna per l’iniziativa intrapresa, nel suo intervento ha con chiarezza ribadito il ruolo strategico del trasporto quale motore dello sviluppo economico e la necessità per il nostro Paese di rafforzare ancor di più gli interventi finanziari a supporto di tutte le infrastrutture che al trasporto sono dedicate.

A fare da cornice alla firma dell’accordo, lo splendido Palazzo della Mercanzia, sede storica della Camera di Commercio di Bologna che, ci si augura, sia stato testimone dell’inizio di una collaborazione fruttuosa e duratura.

Condividi questo articolo

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

Scopri il nuovo TGE. Non è un VAN, è un MAN.

1,420
prezzo medio gasolio

Workshop Temperatura Controllata