web-tv

Sei qui: Home > Sezione LOGISTICA > > La via del trasporto sostenibile di One Express

Aziende e strategie

La via del trasporto sostenibile di One Express

Scritto da

Valeria Di Rosa

il 24 Giugno 2020

One Express, il pallet network che riunisce oltre 120 aziende e che viaggia sulle strade di tutta Europa, sperimenta con successo l’utilizzo di mezzi ad alimentazione alternativa e chiede un intervento delle Istituzioni affinché questa esperienza possa essere replicata su larga scala e a vantaggio dell’intera collettività

Con 4 Hub localizzati in tutto il territorio nazionale (a Bologna, Milano, Roma e Napoli) e una fitta rete di collegamento, One Express è dal 2007 il corriere espresso punto di riferimento nazionale per il trasporto di merci su pallet, grazie alla rete sinergica composta da oltre 120 Affiliati in tutta la Penisola.

Consapevole che il settore dei trasporti su gomma rappresenta, con l’emissione di gas a effetto serra, una delle principali cause di inquinamento atmosferico ha deciso di intraprendere un percorso di sostenibilità a vantaggio della collettività e dell’intero sistema, sperimentando l’utilizzo di mezzi ad alimentazione alternativa.

Siamo il primo Pallet Network in Italia a essersi concretamente impegnato nell’utilizzo di veicoli a gas su strada, in un’ottica di miglioramento economico e di salvaguardia ambientaleha spiegato Ennio Tonoli, Membro del CdA di One Express e titolare dell’omonima Tonoli Spedizioni Srl, che insieme ad altri due Affiliati del Gruppo, in particolare Caredio Group Srl, con sede ad Asti e Sandri Trasporti Srl, con sede a Santa Vittoria D’Alba (CN), è stato tra i promotori di questa importante iniziativa. Un’esperienza che si abbina contestualmente a un progetto sperimentale portato avanti da due delle aziende del Network, Tonoli Spedizioni e Caredio Group, e che ad oggi coinvolge circa 330 veicoli: il Progetto 18 il cui nome fa riferimento alla rinnovata lunghezza del piano di carico dei mezzi, si propone di contenere le emissioni nocive e ridurre l’inquinamento su gomma ricorrendo a veicoli dalla capienza più ampia, capaci di raggiungere maggiori carichi e abbattere sensibilmente il numero di camion adibiti al trasporto su pallet su tutto il territorio nazionale.

L’uso dei veicoli a gas rappresenta senza dubbio una soluzione vincente, in quanto riduce sensibilmente l’impatto ambientale, ma anche la spesa per il combustibile, meno costoso del gasolio. Nessuna limitazione neanche a livello di prestazioni: i trattori a gas oggi, infatti, garantiscono performance del tutto parificabili a quelle dei mezzi a gasolio.

Al momento, tuttavia, non sussistono del tutto le condizioni per replicare questa iniziativa virtuosa su larga scala. Per estendere  l’utilizzo di mezzi alternativi all’intera filiera è necessario un supporto concreto da parte delle Istituzioni, perché prevedano maggiori agevolazioni rispetto a quelle attualmente erogate sull’acquisto di questi veicoli. I mezzi di trasporto a gas, infatti, pur assicurando un minore impatto ambientale e un minor consumo, prevedono un costo di acquisto particolarmente elevato, non sempre sostenibile dalle aziende e i pochi contributi previsti tardano sensibilmente ad essere erogati.

Una maggiore attenzione in questo senso risulta quindi fondamentale e One Express ha deciso di farsi portavoce di questa richiesta in virtù di una responsabilità sociale e di una sensibilità ambientale che da sempre ne orienta le politiche attraverso il ricorso a strategie eco-friendly volte alla riduzione delle emissioni nocive e alla salute del pianeta, oltre al sostegno economico nei confronti del FAI – Fondo Ambiente Italiano – da diversi anni.

Condividi questo articolo

1,537
prezzo medio gasolio

Ascolta la web radio del trasporto