BT SHOW - PT 3 - TRASPORTARE OGGI E INARRESTABILI

Scania Leader nel Trasporto Sostenibile

MAN TGE telaio cabina frigorifero LAMBERET

web-tv

Sei qui: Home > Sezione LOGISTICA > Aziende e strategie > TNT apre la strada al trasporto espresso intermodale in Italia

Aziende e strategie

TNT apre la strada al trasporto espresso intermodale in Italia

Scritto da

Luca Barassi

il 27 febbraio 2009

Dalla seconda metà di gennaio l’Express Road Network di TNT utilizza un collegamento quotidiano via treno da Friburgo a Novara, che fa da trait-d’union al collegamento via road tra l’Hub internazionale di Arnhem, in Olanda, e il più grande Hub italiano, il centro di smistamento TNT di Piacenza, il più grande d’Italia.


Si tratta di un’autentica rivoluzione nel trasporto espresso nel nostro Paese: per la prima volta un intero bilico, motrice compresa, viene caricato su un treno per effettuare un tratto significativo del suo percorso su rotaia, riducendo da 36 a 14 le ore di guida su strada, facendo segnare un’importante riduzione dell’impatto ambientale (2 tonnellate di CO2 in meno ogni settimana) e conseguendo anche un vantaggio operativo.


Le merci, le stesse che fino a un mese fa venivano spedite con il servizio “Economy Express” via road da Arnhem a Milano, ora seguono un nuovo processo operativo, messo a punto dopo una serie di test-pilota effettuati nel corso del 2008. Il camion parte ogni giorno da Arnhem alle 20.00, viene “imbarcato” sul treno alla stazione di tedesca di Friburgo, dove l’autista prosegue il viaggio a bordo di un normale scompartimento. Arrivato (via Svizzera, il tratto più breve in direzione Italia) allo scambio intermodale di Novara, il camion ritorna sull’asfalto e prosegue verso Piacenza (alle 19.00 del giorno successivo) . Dopo lo scarico della merce, il mezzo prosegue vuoto in direzione dell’Hub TNT “Milano Mega”, a Linate. Qui viene lasciato il rimorchio vuoto e ne viene agganciato uno nuovo, caricato in precedenza con merce italiana da esportazione. L’autista si dirige quindi (alle 22:00) nuovamente a Novara, dove si “reimbarca” sul treno in direzione Friburgo e quindi, via gomma, ritorna all’hub olandese di Arnhem, dove arriva alle 19.30 del terzo giorno.


Ad un mese dall’avvio della piena operatività della linea, i benefici sono evidenti, come conferma Rosario Ambrosino, Operations Director di TNT Southern Europe, che ha supportato il progetto condotto dalla struttura dell’Express Road Network di TNT e operato attraverso l’operatore cargo Ralpin e il suo servizio ”Autostrada Viaggiante”: “dopo un mese di operatività, possiamo affermare che si tratta di un servizio compatibile con le nostre esigenze di flessibilità e con l’eccellente livello di connessioni del nostro network, e che oltretutto si è dimostrato affidabile nonostante le rigidissime condizioni climatiche di questo inverno. E’ un progetto che, in pratica, offre solo vantaggi: il rimorchio viaggia insieme alla motrice e permette di utilizzare un solo driver, riducendo le ore di guida da 36 a 14. Contemporaneamente abbiamo ridotto di 2 tonnellate ogni settimana le emissioni di CO2, ottimizzando i costi grazie ad un utilizzo più efficiente del camion e del driver.”


Grazie a questo progetto, il 20% del traffico internazionale di TNT Express Italy proveniente da Arnhem è diventato intermodale: oltre 400 spedizioni quotidiane tra andata e ritorno, pari a circa 14.000 Kg. di merce movimentata.


Come sottolinea Ambrosino, “si tratta di una scommessa vinta da TNT: riuscire a combinare l’efficienza operativa e il rispetto delle rigorose tempistiche del network internazionale espresso con le esigenze di salvaguardia ambientale proprie del programma di riduzione delle emissioni di C02 “Planet me”, il tutto all’interno di un contesto non certamente favorevole all’attuazione dell’intermodalità quale quello italiano.”


Ed è solo l’inizio: “TNT – conclude Ambrosino – ha in programma di aggiungere nuove rotte internazionali da e per l’Italia entro il 2009: effettueremo dei test sulle linee da e per i nostri Hub di Bruxelles e Norimberga”.


Condividi questo articolo

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+
1,290
prezzo medio gasolio

Il Convegno a Ecomondo