web-tv

Sei qui: Home > Sezione LOGISTICA > > SMET, persi 5 milioni di euro al giorno per i disagi in Liguria

SMET, persi 5 milioni di euro al giorno per i disagi in Liguria

Scritto da

Valeria Di Rosa

il 17 Luglio 2020

La situazione delle autostrade liguri provoca al settore dell’autotrasporto una perdita di 5 milioni di euro al giorno. “Da Genova e dalla Liguria passa il 50% della logistica italiana. Oggi la regione vive il blocco totale della sua viabilità nell’indifferenza generale delle istituzioni” commenta Domenico De Rosa, Amministratore Delegato del Gruppo SMET

“La Liguria è una regione altamente strategica dal punto di vista della logistica, per la presenza di alcuni tra i porti più trafficati e rilevanti del paese. Il 50% della logistica italiana passa da Genova e dalla Liguria, con una movimentazione di mezzi pesanti che raggiunge i 30 mila veicoli al giorno. Nonostante questo, la regione continua a vivere l’isolamento e il blocco totale della sua viabilità nell’indifferenza delle istituzioni”.

Domenico De Rosa, Amministratore Delegato del Gruppo SMET, l’operatore logistico leader a livello europeo, commenta così l’attuale situazione delle autostrade liguri A7, A10, A12, A26: massiccia presenza di cantieri, chilometri di coda e pesanti disagi per cittadini e aziende, nella totale incertezza circa i tempi di regolarizzazione della viabilità. “I cantieri proseguono e i danni provocati all’intero settore  dell’autotrasporto sono stimabili in 5 milioni di euro al giornocontinua De Rosa – Si tratta di una situazione insostenibile per molte aziende, già provate da mesi di lockdown. A questo si aggiungerà, nel medio termine, la perdita dei traffici che verranno dirottati sui porti del Nord Europa”.

“Proprio in Liguria abbiamo assistito alla costruzione rapida di un’infrastruttura chiave per l’Italia: il nuovo viadotto Genova San Giorgio, segno tangibile che è possibile agire senza gli inutili rallentamenti della cattiva burocrazia – conclude De Rosa – Ma l’intollerabile situazione delle autostrade liguri va risolta con la massima urgenza:  un paese moderno ha l’obbligo di garantire a persone e merci una circolazione sulla rete autostradale veloce e sicura”.

Condividi questo articolo

1,537
prezzo medio gasolio

Ascolta la web radio del trasporto