Le 1000 mission del nuovo Volkswagen Crafter

BT SHOW - PT 3 - TRASPORTARE OGGI E INARRESTABILI

web-tv

Sei qui: Home > Sezione LOGISTICA > Aziende e strategie > Per CEVA Italia come hub per il sud Europa

Aziende e strategie

Per CEVA Italia come hub per il sud Europa

Scritto da

Luca Barassi

il 20 aprile 2013

CEVA Logistics, uno dei principali operatori logistici al mondo e che propone soluzioni di supply chain management all’avanguardia per aziende di grandi e medie dimensioni, nazionali e multinazionali candida l’Italia come centro di smistamento logistico per l’area mediterranea e in particolare per il centro e sud Europa.

“Rendere l’Italia una piattaforma logistica per l’Europa ed il Mediterraneo può contribuire ad uscire dall’attuale crisi economica”, sono queste le parole di Giuseppe Chiellino, amministratore delegato di Ceva Logistics Italia, che in un incontro con la stampa spiega anche quali sono le principali strategie della filiale italiana che pesa per il 10 per cento sul fatturato dell’intero gruppo mondiale. Un dato contrastante, se vogliamo, con l’attuale situazione economica e politica del nostro Paese ma che si giustifica con le scelte di CEVA nell’ottimizzazione dei costi logistici per i propri clienti e nella preparazione e assistenza all’internazionalizzazione delle PMI.

 

La parola d’ordine allora vuole essere multiservizio e multicliente, ovvero piattaforme logistiche per settore che riescano a catalizzare più aziende di una stessa area merceologica e permetta di realizzare, quindi, economie di scala importanti da girare sul cliente finale.

Un primo tentativo CEVA Logistics Italia lo sta portando avanti nel settore farmacologico con la realizzazione di un “parco” logistico nell’area di Piacenza in grado di servire un’ampia area del paese e, attraverso l’intermodalità (soprattutto strada-ferrovia) possa ampliare i propri orizzonti anche oltre i nostri confini.

Per Chiellino, infatti, non è il solo mercato domestico interessante per il business di Ceva Italia, ma anche l’Europa e soprattutto i Paesi a noi confinanti. Certo, questo significa fare anche concorrenza “interna”, ma secondo l’ad ciò che contano solo le relazioni con i clienti.

 

 

Sono a tal proposito numerosi gli ultimi appalti e commesse ottenute da uno dei leader della logistica italiana e mondiale. Per esempio CEVA Logistics ha annunciato di aver concluso un accordo con la più grande catena di negozi di scarpe del Regno Unito, Brantano, e il noto marchio del comparto high street Jones Bootmaker, che possiede portafoglio combinato di oltre 250 negozi a livello nazionale. In base al nuovo accordo triennale, CEVA si provvederà a garantire circa 22.000 consegne all’anno ai negozi, dal centro di distribuzione Macintosh a Coalville, Leicestershire, per un totale di circa 8,5 milioni di paia di scarpe saranno consegnate ogni anno. Circa l’80% dei volumi sarà distribuito attraverso una flotta dedicata mentre il restante 20% verrà gestito tramite il network e le soluzioni di cross-docking di CEVA in tutto il Regno Unito.
Altro importante recente accordo è quello con Liu-Jo, nota azienda che opera nel settore dell’abbigliamento moda, accessori e calzature, con circa 310 boutique monobrand e 5.100 punti vendita multibrand nel mondo.
CEVA offrirà al Cliente soluzioni connesse alla vendita online quali il packaging, le confezioni regalo e la gestione dei resi Lui-Jo di capi d’abbigliamento, borse, calzature e accessori, presso il proprio magazzino di Cortemaggiore, in provincia di Piacenza. CEVA, inoltre, offrirà servizi a valore aggiunto “su misura”, come la personalizzazione dei prodotti sulla base del singolo acquisto. CEVA gestirà inoltre le attività di trasporto in Europa.

Il “fashion” è infatti uno dei settori sui quali il gruppo logistico vuole puntare, sia per quanto riguarda la propria attività di contract logistic (che comuqnue è il 90% del proprio fatturato), sia per quanto riguarda il freight managment.

Resta assolutamente già leader invece nei settori dell’automotive, tecnologie, industry e publishing.

 

Condividi questo articolo

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

Scopri il nuovo TGE. Non è un VAN, è un MAN.

1,420
prezzo medio gasolio

I corsi dell'autunno