web-tv

Sei qui: Home > Sezione LOGISTICA > > Nuova vita per i satelliti nei trasporti e nella logistica del futuro

Aziende e strategie

Nuova vita per i satelliti nei trasporti e nella logistica del futuro

Scritto da

A. Trapani

il 31 Dicembre 2020

ADL supporterà l’Agenzia Spaziale Europea (ESA) nell’identificazione delle più promettenti applicazioni intorno alle quali sviluppare la prossima generazione di satelliti per le comunicazioni.

ADL supporterà l’Agenzia Spaziale Europea (ESA) nell’identificazione delle più promettenti applicazioni intorno alle quali sviluppare la prossima generazione di satelliti per le comunicazioni


Arthur D. Little (ADL) informa di aver ricevuto l’incarico dall’Agenzia Spaziale Europea (ESA) per svolgere una serie di studi di importanza strategica per la comunità europea, al fine di identificare i servizi ad alto potenziale che saranno forniti dalla prossima generazione di infrastrutture SatCom.


ADL coinvolgerà direttamente nello studio un ampio panel di end user e primari gruppi industriali appartenenti ai settori del trasporto, energia, infrastrutture e media; oltre ai principali stakeholder del settore pubblico (pubblica sicurezza, protezione civile), attivando così un processo collaborativo ed un dialogo costruttivo per la definizione dei bisogni e la valutazione delle potenzialità dei servizi satellitari da offrire nei prossimi 10-15 anni.


ADL sarà responsabile di quattro studi complessivamente, tre dei quali fanno parte della linea di programma strategico 4S (Space Systems for Safety and Security) all’interno dell’Advanced Research in Telecommunications Systems (ARTES 4.0) e sono supportati dall’Agenzia Spaziale Italiana (ASI).


[ad#2]


Gli studi sulle applicazioni relative alla sicurezza sono:

Le applicazioni per incrementare il livello di sicurezza nell’industria dei trasporti (Safety of Future Transport)

• La salvaguardia dei servizi essenziali – Utility e Media (Safeguarding of Essential Services)

• Le applicazioni satellitari per migliorare la pubblica sicurezza (Satellite Applications for Public Safety)


Seguendo un approccio “Open Consulting”, ADL svolgerà parte di questi studi in collaborazione con il Distretto Tecnologico Aerospaziale (DTA).


Il quarto studio riguarda le applicazioni di business (ARTES 4.0 Business Applications Feasibility Study) ed è supportato dall’Agenzia Spaziale Norvegese (NRS):

• Il Porto del Futuro (Port of the Future)

ADL svolgerà lo studio in collaborazione con Marlink e CLS.


In considerazione della crescente importanza che le reti di telecomunicazione rappresentano per la nostra società ed il tessuto economico, lo scopo del programma 4S è di supportare lo sviluppo di un sistema di comunicazione satellitare (SatCom) sicuro in grado sia di migliorare la resilienza dell’infrastruttura digitale, in Europa e nel mondo, sia di fornire servizi e soluzioni innovative alle industrie strategiche.


L’aumento della frequenza di eventi catastrofici ed attacchi di natura cyber stanno rendendo le reti di comunicazione terrestre sempre più vulnerabili; l’integrazione con un sistema SatCom di nuova generazione con l’infrastruttura digitale esistente renderà questi network più resilienti e sicuri.


[socialtext]

[ad#3]


Safety of Future Transport si focalizzerà su come la prossima generazione di soluzioni SatCom possa abilitare un più elevato livello di sicurezza ed efficienza nei settori dei trasporti aereonautico, marittimo e ferroviario. Le nuove applicazioni potrebbero rivolgersi a velivoli e navi autonome, così come sistemi automatizzati di gestione del traffico.

Safeguarding of Essential Services si concentrerà sul ruolo del SatCom nel proteggere e monitorare l’operatività delle infrastrutture critiche, ad esempio le reti delle utility ed i media. Satellite

Applications for Public Safety verterà su come la comunicazione satellitare possa integrare e supportare l’esistente rete Public Protection and Disaster Relief (PPDR), durante gli interventi di di primo soccorso in situazioni di emergenza – Forze dell’Ordine, Vigili del Fuoco, Protezione Civile e altri operatori che si occupano di salute, ricerca e sicurezza – per migliorarne l’efficienza e l’efficacia

Port of the Future valuterà la fattibilità tecnica ed economica di nuovi servizi in ambito portuale di Osservazione della Terra sia per le comunicazioni basati sul satellite sia , focalizzandosi non solo sulle attività operative, ma anche sul monitoraggio dell’impatto ambientale che esse possono avere sulla qualità dell’aria e dell’acqua.


Francesco Marsella, Managing Partner e Global S&O Practice Leader di ADL, ha commentato: “L’uso del satellite nelle comunicazioni è sempre stato garanzia di copertura globale, flessibilità e resilienza. Oggi, con le reti terrestri sempre più esposte ad eventi straordinari come catastrofi naturali o attacchi cyber, il SatCom diverrà sempre di più un supporto essenziale per il mantenimento della continuità di molti dei servizi ed infrastrutture essenziali al funzionamento della nostra Società. I quattro studi che ci apprestiamo a svolgere per l’Agenzia Spaziale Europea identificheranno infatti alcuni importanti requisiti delle future costellazioni a servizio dei Trasporti, delle Infrastrutture e della Sicurezza Pubblica, Per raggiungere questo ambizioso obiettivo stiamo attivando un ampio ed articolato Ecosistema di Imprese, Agenzie e Stakeholder al fine di restituire un piano ambizioso e ampiamente condiviso in cui investire risorse ed energie per il futuro


Lars Thurmann-Moe, Partner, ADL Norway, ha commentato: “Non sempre si apprezza sufficientemente l’importanza del settore marittimo, se pensiamo che la maggior parte dei beni sono ancora oggi trasportati via mare. Il satellite ha già un ruolo centrale nelle attività marittime, sia per la comunicazione che per la navigazione, ma c’è ancora molto da fare per migliorarne l’utilizzo e di conseguenza ridurre l’impatto ambientale dell’intero settore – ad esempio, facilitando la tempestiva localizzazione di sversamenti di petrolio”.


Matteo Ainardi, Head of the Aerospace & Defense Competence Center di ADL, ha commentato: “L’industria satellitare è nel pieno di una trasformazione radicale guidata dall’introduzione di nuove tecnologie su larga scala, come le costellazioni Low Earth Orbit (LEO), i lanciatori riutilizzabili e le antenne phased-array. Questo è il momento migliore per definire l’evoluzione della domanda per le soluzioni di comunicazione satellitare e sviluppare una nuova generazione di sistemi SatCom che, facendo leva sulle principali evoluzioni tecnologiche, sia in grado di generare un impatto positivo sulla società e sull’economia europea. ADL è da sempre coinvolta nel settore aerospaziale civile e, per questo, siamo molto orgogliosi di poter lavorare al fianco di ESA su queste tematiche. Metteremo a disposizione tutta la nostra esperienza e conoscenza per contribuire a definire i servizi e le applicazioni più promettenti basati sulle telecomunicazioni satellitari.


 


Condividi questo articolo

1.444
prezzo medio gasolio

Ascolta la web radio del trasporto