BT SHOW - PT 2 - INARRESTABILI E TRASPORTARE OGGI

Il nuovo DAF LF

web-tv

Sei qui: Home > Sezione LOGISTICA > Aziende e strategie > Geodis occupa il 70% del Polo Logistico di Castel San Giovanni

Aziende e strategie

Geodis occupa il 70% del Polo Logistico di Castel San Giovanni

Scritto da

Francesca Lugaresi

il 28 aprile 2014

Geodis Logistics, la Divisione Logistica del Gruppo Geodis, occupa più del 70 % delle aree di magazzino del polo  logistico di Castel San Giovanni, che con i suoi 400.000 mq di superficie totale è uno dei parchi logistici privati più estesi del Nord Italia.
Situato tra le autostrade A21 e A1, il polo di Castel San Giovanni ospita quindi uno degli oltre 25 magazzini logistici del Gruppo Geodis presenti in Italia.
In questa area interamente dedicata al settore della logistica, Geodis, impiegando più di 500 persone tra personale Geodis Logistics e addetti delle Cooperative, svolge per i suoi clienti prestazioni diversificate. Ai servizi di warehousing, inbound, outbound e di distribuzione realizzati attraverso la divisione italiana Groupage ed Express del Gruppo Geodis per tutti i trasporti dal magazzino verso i clienti finali, affianca inoltre servizi di reverse logistics che comprendono anche la gestione dei resi, dei ritiri riconducibili al mondo Service e Riparazioni e di smaltimento, occupandosi anche del controllo qualità dei prodotti in arrivo a Castel San Giovanni ed effettuando la gestione delle attività collegate alla etichettatura, verifica e re imballaggio delle merci.
Geodis mette a disposizione dei suoi collaboratori gli strumenti più all’avanguardia nel settore, al fine di aumentarne la produttività e ottimizzare spazi e flussi di materiali in entrata e in uscita dai siti logistici. Anche nel polo di Castel San Giovanni, Geodis ha implementato un impianto di smistamento automatizzato in logica PTL (Put To Light) che attraverso led luminosi guida l’attività dell’operatore, velocizzando e semplificando il suo lavoro.
Geodis Logistics, la Divisione Logistica del Gruppo Geodis, per i suoi clienti si occupa della gestione del magazzino, delle attività di gestione dei resi, elemento chiave del servizio al Cliente (riaccredito, rework, ricondizionamento) e delle attività di Controllo Qualità sul prodotto in ingresso dove un Team specializzato verifica l’idoneità dei prodotti rispetto alle specifiche del prodotto.
Complessivamente nel parco logistico di Castel San Giovanni, Geodis Logistics occupa circa 230.000 metri quadrati di cui, già nel 2012, 54.000 mq erano dotati di pannelli fotovoltaici. Il progetto, che si allinea alle politiche delle autorità italiane per lo sviluppo delle energie rinnovabili, consente a Geodis di ridurre i costi energetici e le emissioni di CO2 di oltre di 1.300 tonnellate all’anno, producendo annualmente 3MWh di energia elettrica, sufficienti per coprire il fabbisogno annuale di quasi 1.000 case.
Questo progetto è un ulteriore passo lungo il percorso di sviluppo sostenibile intrapreso da Geodis, che, al di là delle emissioni di CO2 legate ai flussi di trasporto, si impegna nella riduzione di emissione di carbone dei suoi 650 siti nel mondo. L’attenzione alla sostenibilità – commenta Dario Sordelli (nella foto), Direttore Operations Geodis Logistics – insieme alla cura a garantire la massima customer satisfaction, rappresentano il volano della crescita del nostro Gruppo”.
Il polo Logistico di Castel San Giovanni, non solo rappresenta una delle più grandi aree logistiche presenti in Italia, ma spicca anche per l’attenzione verso la sicurezza interna che viene garantita da procedure particolarmente rigide grazie ad un sistema di sorveglianza tramite video telecamere di ultima generazione e differenti sistemi che garantiscono, grazie anche ad un servizio di vigilanza operante 24 ore su 24, 7 giorni su 7 all’interno dell’intera area, un elevato standard di sicurezza e affidabilità.

Vista la crescita continua del polo logistico e la previsione che nei prossimi cinque anni si arriverà al tutto esaurito in termini di spazio, il Comune ha dato il via libera all’ampliamento del Parco con un progetto di sviluppo che prevede un’estensione di 134.000mq a sud dell’A21 e 12mila a nord dell’autostrada che permetterà anche a Geodis di continuare ad accrescere la sua presenza nell’ottica anche di un incremento dell’offerta dei servizi sempre studiati ad hoc per ogni suo cliente.

Condividi questo articolo

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

DAF CF/XF E' TRUCK OF THE YEAR 2018

1,366
prezzo medio gasolio

Convegno 28 novembre 2017