Volvo FH LNG

Le 1000 mission del nuovo Volkswagen Crafter

Sostenibili e Connessi - Convegno TForma

web-tv

Sei qui: Home > Sezione FORMAZIONE > TForma > TForma parte da Torino

TForma

TForma parte da Torino

Scritto da

Luca Barassi

il 16 maggio 2014

Definito il nuovo calendario del programma TForma, il nuovo progetto di formazione per il trasporto profittevole realizzato da Trasportare Oggi in Europa con la partecipazione di Scania come main sponsor, Costruttore svedese che da sempre crede nelle qualità dell’uomo.

Grazie alla collaborazione con Welink, azienda torinese specializzata in corsi di formazione e nel finanziamento dei corsi stessi, le prime due date del calendario formativo si svolgeranno a Torino, presso la sede appunto di Welink, in Corso Moncalieri 203.

Il 19 giugno è in programma il corso base di “Logistica: opportunità di Business per l’impresa di autotrasporto”.
Nella società post-industriale del terzo millennio ciò che caratterizza le imprese non è più il prodotto ma il servizio che esse offrono. Ragionare secondo un concetto indistinto di mobilità delle merci, e cercarne i criteri di lettura solo nella direzione dei flussi (O/D) è un approccio datato. Il concetto di logistica si è affermato come uno degli aspetti strategici del business aziendale, ed ha introdotto nell’economia dell’impresa nuove metodologie di analisi che permettono di leggere i processi di trasformazione ed i comportamenti sul mercato in maniera più ricca e complessa di prima.

Il 10 luglio seguirà il corso avanzato sullo stesso tema: Nel sistema logistico la funzione del trasporto merci riveste un ruolo essenziale nell’ottica di modernizzazione del sistema distributivo. Peraltro se è vero che la logistica si focalizza sempre più sul flusso delle informazioni e quindi sull’uso delle reti immateriali, è anche vero che il miglioramento del trasporto merci appare condizione essenziale per l’esistenza di catene logistiche avanzate. Il criterio base per definire i fattori di successo del business, è rappresentato dalla “filiera di prodotto” nell’ambito della quale alle imprese è richiesto un continuo miglioramento della propria “catena del valore”.

Docenti di questi due primi moduli saranno Paolo Volta (coordinatore formativo di tutto il programma), Franco Oriolo e Paolo Carri.

Il calendario proseguirà dopo la pausa estiva con altri due moduli e un convegno conclusivo: il 23 settembre si parlerà di Logistica Internazionale. Globalizzazione e delocalizazione non sono slogan per convegni ma fenomeni largamente diffusi in tutti gli ambiti economici. Logistica e i trasporti giocano un ruolo fondamentale in quanto rappresentano i settori funzionali che permettono al commercio internazionale di avere effettivamente luogo. Il flusso delle merci, i relativi negozi giuridici, il ruolo degli attori presenti nella filiera del trasferimento delle merci oltre confine, nonché l’analisi degli accordi internazionali rappresentano gli snodi fondamentali del business internazionale.

Mentre il 21 ottobre il tema sarà “La gestione dell’impresa di autotrasporto”: La gestione d’impresa è un insieme di scelte relative alle risorse da impiegare e alle azioni da intraprendere affinché l’azienda possa raggiungere i propri obiettivi; è per sua natura dinamica in quanto deve essere continuamente aggiornata e modificata per rispondere alle nuove minacce e alle necessità del mercato. Evoluzione che richiede la padronanza delle competenze operative tipiche dell’area ma anche il possesso di una professionalità ampia e diversificata, che sappia supportare, e a volte indirizzare, il business..

I driver del progetto

Raggiungere l’obbiettivo della soddisfazione del cliente significa sviluppare un processo di ideazione, produzione ed erogazione del servizio qualitativamente alto, iter che pone le sue radici nel superamento di logiche di inerzia aziendale a vantaggio di un deciso approccio allo sviluppo ed alla crescita di managerialità.

La domanda di trasporto subirà trasformazioni radicali, sempre più diretta al soddisfacimento delle esigenze cosiddette di logistica, di sistemi di servizi destinati ad accrescere la loro importanza in settori merceologici sempre più numerosi.

Le imprese per sfruttare le potenzialità presenti nel business dovranno essere in grado di offrire una gamma di servizi ad alto valore aggiunto, quali la raccolta degli ordini, la gestione delle consegne, dei resi, dei pagamenti, l’analisi dell’imballo, il post-vendita, superando così la frontiera della semplice distribuzione della merce. La caduta delle frontiere, infine, ha dato vita e consistenza ad un mercato molto ampio, ove la competizione deve essere affrontata con sistemi aziendali basati su legami interni ed esterni solidi, con flessibilità organizzativa strutturale e professionalità altamente qualificata

La natura del sistema logistico è sostanzialmente scevra da modelli in quanto si definisce ogni volta in base ai contesti in cui viene ad organizzare l’opera, ai compiti che i suoi membri debbono assolvere per realizzare la strategia d’impresa. Fondamentali allora risultano le risorse umane che vi operano, il capitale necessario a movimentare o stoccare le merci, la rete informativa. Logistica quindi come sinonimo di dinamismo ed adattabilità a contesti aziendali ed ambientali sempre mutevoli.

Un format innovativo

Quattro giornate full immersion e un convegno finale in cui convogliare le competenze acquisite, dando gli ingredienti per una gestione aziendale moderna e performante.

Ogni giornata è un modulo a se stante che può completarsi con la partecipazione ad uno o più giornate.

Gli incontri, che prevedranno sia aspetti teorici che case history portate direttamente in aula saranno coordinati da Paolo Volta, giornalista, docente, saggista e consulente di Economia dei Trasporti, insieme a Francesco Oriolo, esperto di marketing e comunicazione aziendale. Entrambi editorialisti di Trasportare Oggi e quindi profondi conoscitori delle problematiche e delle esigenze della tipologia di aziende a cui ci rivolgiamo.
Le giornate di formazione di svolgeranno in una sede a Milano e saranno corredate da materiale didattico e dalle testimonianze di importanti operatori del nostro settore.
Su richiesta si potranno organizzare sessioni presso le aziende coinvolgendo un più ampio spettro di collaboratori dell’azienda stessa.

 

Assolutamente competitivi i costi di partecipazione: 450,00 euro per ogni modulo, ma aderendo a entrambi i primi due moduli il costo è di 700,00 euro, mentre per tutto il calendario (compreso il convegno conclusivo) il risparmio è ancora maggiore, 1.650,00 euro.

Nei costi sono compresi il materiale didattico, coffee break e pranzo.

Inoltre, le aziende aderenti a Fondirigenti e Fondimpresa possono richiedere il voucher a copertura della quota di partecipazione, secondo le modalità e tempistiche previste dai Fondi.

 

Tutte le informazioni e le modlaità di iscirzione potete trovarle CLICCANDO QUI (www.trasportale.it/tforma)

Condividi questo articolo

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

Acitoinox, acciaio per il tuo camion

1,420
prezzo medio gasolio

Workshop Temperatura Controllata