web-tv

Sei qui: Home > Sezione FORMAZIONE > > Progettare il servizio al cliente

TForma

Progettare il servizio al cliente

Scritto da

Luca Barassi

il 3 Luglio 2015

Il secondo anno del progetto TForma è giunto al giro di boa. Si è svolto a Torino, infatti, il quarto appuntamento del nuovo format dedicato al mondo del trasporto e della logistica, fortemente voluto da Trasportare Oggi in Europa ma appoggiato sin da subito da Scania (www.scania.it), da sempre azienda focalizzata sulla persona e sulla formazione.


Il 2 luglio il tema è stato “Criteri di progettazione e gestione del servizio al cliente“, naturale estensione del corso dello scorso 24 giugno quando si è parlato di Controllo di gestione delle aziende di trasporto.
Paolo Volta, coordinatore didattico del programma, ha condotto la prima parte della giornata concentrandosi sui punti cardine del processo di gestione aziendale rivolto alla costruzione di un adeguata offerta commerciale pre e post vendita: analisi del mercato, previsione e analisi concorrenza, scelta delle strategie. Insolla individuare l’arena competitiva che, lo ricordiamo, è influenzata dalle normative, dal cambiamento tecnologico, dalla instabilità della domanda e dalla rivalità diretta tra i competitor.


A questo punto Volta ha sottolineato come il servizio, inteso in senso lato, oggi sia strategico per la soddisfazione del cliente. Quindi l’offerta della componente immateriale dell’offerta di una azienda deve essere determinata considerando i fattori di RAPIDITA’, DISPONIBILITAà, REGOLARITA’ E FLESSIBILITA’.
Le esigenze del cliente, e non l’interpretazione delle stesse, rappresentano il punto di partenza.


Ma per determinare il gisto livello di servizio da offire, in modo che non sia inefficiente per l’azienda, bisogna costruire dei grafici e delle matrici di posizionamento, ben spiegate durante il corso.


È toccato poi a Francesco Oriolo, docente di marketing e comunicazione, affrontare il tema della giornata sotto l’aspetto più commerciale, individuando i veri e propri strumenti che fanno parte dell’offerta di servizio, come il CRM, primo mezzo per costruire la relazione col cliente.


Ma la giornata ha visto la presenza di due illustri rappresentanti di Italscania, l’azienda importatrice in Italia dei veicoli svedesi. Franco Fenoglio, amministratore delegato di Italscania e Paolo Carri, direttore PreSales e Marketing, hanno mostrato come il servizio, all’interno di una multinazionale come quella svedese, sia stato la chiave per uscire dalla crisi di quest’ultimo decennio.
Formazione interna, formazione degli autisti, coaching degli autisti anche a distanza, programmi di manutenzione programmata e servizi di fleetmanagment fanno del Grifone una delle aziende leader nella fidelizzazione del cliente e nella customer satisfaction.


 


TForma, che gode dell’appoggio anche di Giti Tire, la multinazionale cinese del pneumatico, riprende dopo la pausa estiva con altri quattro corsi di grandissimo interesse: il 9 e il 16 settembre la Logistica come opportunità di business per l’impresa di trasporto, il 3 ottobre Reti di impresa e logistica internazionale e il 20 ottobre i Processi di riduzione dei costi di esercizio.


La stagione 2015 di TForma si concluderà poi con il convegno finale l’11 novembre dal titolo “L’importanza di essere onesti. I rischi e le controindicazioni delle estervestizioni e gli interventi necessari per evitare l’impoverimento dell’industria trasportistica italiana“.


 


Potete scaricare il modulo di iscrizione ai corsi TForma CLICCANDO QUI.


Oppure viistare la pagina dedicata su www.trasportale.it/tforma


Condividi questo articolo

Configura il partner giusto per il tuo business

1.444
prezzo medio gasolio

Ascolta la web radio del trasporto

bola deposit pulsa bandar bola terbesar bandar bola demo slot pragmatic judi online daftar slot jadwal euro 2021